Mentre generalmente gli Spaniel vengono utilizzati per far alzare la selvaggina e i Pointer e i Setter la localizzano e la riportano, l’Epagneul compie tutto da solo

Il nome di questo cane deriva dal verbo francese espanir il quale descrive un tipico atteggiamento che assume quando si accuccia e si appiattisce davanti alla selvaggina di cui è in caccia.

La testa arrotondata si assottiglia verso il naso che ha le narici molto ben sviluppate. Lo stop è ben evidente. Gli occhi, infossati, sono generalmente di color ambra scura. Le orecchie sono corte, arrotondate e ricoperte di pelo ondulato. La dentatura è a forbice, il tronco è corto e diritto, con il posteriore angolato. La coda spesso è amputata, e termina con un ciuffo di peli ondulati.

Il peso dei maschi corrisponde generalmente a 15 kg mentre il peso standard per le femmine equivale a 13 kg, l’altezza dei maschi è generalmente di 48-50 cm e per le femmine è di 47-49 cm. Il pelo è denso e leggermente ondulato, ma mai arricciato, e tende ad essere di maggior lunghezza sul posteriore. Il colore del manto è bianco e le macchie, abbastanza estese, possono variare dall’arancio intenso o rosso-bruno fino al nero, anche se in Francia si trovano esemplari con il manto blu-grigio a macchie marroni (Epagneul di Picardia) e l’Epagneul di Pont-Audemer.

L’Epagneul è un cane vivace e molto intelligente, con una grande capacità di adattamento, sensibile e riservato ma anche espansivo e facile da addestrare, docile ed obbediente, calmo ma anche giocoso sa essere inoltre paziente con i bambini ed affettuoso con i padroni.

Tende, se in famiglia viene adottato un altro animale, ad essere molto geloso e a manifestare questo suo sentimento con comportamenti scorretti o con aggressività palese verso il nuovo arrivato. Da ricordare la sua origine di eccezionale cane da caccia: quindi occorre percorrere con lui lunghe passeggiate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here