Faredelbene.net

Arte

Ho veduto solo una volta

Ho veduto solo una volta
un sole così insanguinato.
E poi mai più.
Scendeva funesto sull’orizzonte
e sembrava
che qualcuno avesse sfondato la porta
dell’inferno.
Ho domandato alla spécola
e ora so il perché.

L’inferno lo conosciamo, è dappertutto
e cammina su due gambe.
Ma il paradiso?
Può darsi che il paradiso non sia
null’altro
che un sorriso
atteso per lungo tempo,
e labbra
che bisbigliano il nostro nome.
E poi quel breve vertiginoso momento
quando ci è concesso di dimenticare
velocemente
quell’inferno.

Jaroslav Seifert

(Traduzione di Sergio Corduas)

da “La colata delle campane” (1967), in “Jaroslav Seifert, Vestita di luce”, Einaudi Editore, 1986

 

Posted by Fare del bene

Altro di Fare

Il centro dell'Amore

Il centro dell’amore
non sempre coincide
con il centro della vita.
Entrambi i centri si cercano dunque
come due animali tormentati.
Ma quasi mai si incontrano,
perché la chiave della coincidenza è un’altra:
nascere insieme.

Nascere insieme,
come dovrebbero nascere e morire
tutti gli amanti.

Roberto Juarroz 

Fare del bene
Leggi

Ciascuno

Ciascuno la propria tristezza
se la compra dove vuole –
come vuole –
anche qui –

Antonia Pozzi
[12 maggio 1933]

Fare del bene
Leggi

Amami ancora un poco

Amami ancora un poco, con cura, con tempo, con attesa.
Amami come amano i forti spiriti,senza pretesa, con fuoco generoso, con festa, senza ragionamento.

E scusa, scusa, scusa,
questo mio domandare ciò che si deve dare,
questo avere bisogno, scusalo.

Non è degno del patto che lega la rondine al suo volo,
la rosa al suo profumo, il vino al suo colore,
il tuo cuore al mio cuore.

Mariangela Gualtieri

Fare del bene
Leggi

Il giardino

Mille anni e poi mille
non possono bastare
per dire
la microeternita'
di quando m' hai baciato
di quando t' ho baciata,
un mattino nella luce dell' inverno
al Parc Montsouris a Parigi,
a Parigi
sulla terra,
sulla terra che e' un astro.

Jacques Prevert

Fare del bene
Leggi

Anima

“Anima che cambi rotta ogni giorno
è inutile tergiversare.
Con un colpo d'ascia sottile
potresti rompere la vita
che c’è in te.
Pensa, hanno creato un mito
sulla tua infelicità,
è una bugia lo so
ma è quella che ti rafforza,
ti aiuta ad alzarti
e aprire una finestra sul mare..”

Alda Merini
 

Fare del bene
Leggi

Scrivo...

Scrivo quando la passione
Mi travolge l’anima
E non posso acchiapparla
Con le mani.
Essa vuole scappare
E correre in turbinii
Con il vento.
Allora, con le dita
Trasferisco sulla carta
I sentimenti,
Le paure, gli amori
Le inquietudini,
Tutto in bianco e nero,
E torno ad essere
Ancora una volta
La più imperterrita
Delle statue.

Adriana Alarco de Zadra

Fare del bene
Leggi

La Semplicit

“La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.
E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri.
Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili,
di finire alla mercè di chi ci sta di fronte.
Non ci esponiamo mai.
Perché ci manca la forza di essere uomini, quella che ci fa accettare i nostri limiti, che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto.

Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà.
Mi piacciono i barboni.
Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle,
sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima.
Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo.
Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.”

Alda Merini

Fare del bene
Leggi

Tanto precipit...

Tanto precipitò nella mia stima
che lo sentii battere per terra,
e farsi in mille pezzi sulle pietre
in fondo alla mia mente.
Diedi la colpa al destino che lo spinse,
ma ancor più rimproverai me stessa,
d’aver tenuto oggettini placcati
sulla mensola dell’argenteria.

Emily Dickinson

Fare del bene
Leggi

Un'anima tu avevi

Un'anima tu avevi
cosi chiara ed aperta
ch'io non potetti mai
nella tua anima entrare.

Andavo in cerca di aditi angusti,
d'alti e difficili passaggi...
Si andava alla tua anima
per aperti cammini.

Preparai un'alta scala
- sognavo di alte mura
che le fossero a guardia -,
però l'anima tua
era senza riparo
di muri e di recinti.

E ricercai la stretta porta
della tua anima,
ma non aveva accessi,
così franca com'era,
la tua anima.

Dov'è che cominciava?
Dov'è che aveva termine?
E rimasi per sempre seduto
sulle vaghe frontiere della tua anima.

Pedro Salinas

Fare del bene
Leggi
design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!