Faredelbene.net

Arte

Il giardino

Mille anni e poi mille
non possono bastare
per dire
la microeternita'
di quando m' hai baciato
di quando t' ho baciata,
un mattino nella luce dell' inverno
al Parc Montsouris a Parigi,
a Parigi
sulla terra,
sulla terra che e' un astro.

Jacques Prevert

Posted by Fare del bene

Altro di Fare

Bacio

“Bacio che sopporti il peso
della mia anima breve
in te il mondo del mio discorso
diventa suono e paura.."

Alda Merini

Fare del bene
Leggi

Le donne forti le riconosci, non passano inosservate.

Le donne forti le riconosci, non passano inosservate.
Quando camminano senti la loro presenza,

quando arrivano senti che qualcosa cambia.
Non sono donne facili, perché non si accontentano, perché vogli
ono e cercano qualcosa di più. Non hanno paura delle sfide per trovare ciò che hanno nel cuore, non hanno paura nemmeno di soffrire per inseguire i loro ideali.
Non vogliono piacere a tutti le donne forti, vogliono piacere soprattutto a se stesse. Quando le donne forti ti guardano non vedi solo i loro occhi. C’è qualcosa di più. È la loro anima che scorgi, ha il colore del sole e la luce della luna.

Quando le donne forti si muovono non c’è solo il loro corpo ma ci sono anche i loro sogni, le loro speranze, la fiducia che hanno in se stesse e negli altri.
Le donne forti non sono come tutti gli altri, ascoltano anche il loro lato più istintivo, ridono e piangono senza vergognarsi e se ne hanno voglia si siedono per terra o camminano scalze come se fosse la cosa più normale del mondo.
Le donne forti non sono donne che non sbagliano mai ma sono donne che affrontano i loro sbagli con la forza dell’anima. I fallimenti e le sconfitte diventano terreno fertile per imparare, per migliorare. Diventano il luogo dove l’anima trova gli spazi per crescere.
Le donne forti sono in grado di vestirsi di niente ma di sembrare tutto. È la loro anima che le veste, è la forza di se stesse che le circonda. Ed è proprio questa loro presenza, a volte difficile, che merita di averle conosciute.

Simona Oberhammer – La Via Femminile

Fare del bene
Leggi

Niente per una donna...

“Niente per una donna
è più simile al paradiso
di un figlio che le farà sognare
l'amore per sempre..”

Alda Merini

Fare del bene
Leggi

E' la mia anima...

È la mia anima che vi ha scelto, non i miei occhi.
È il mio cuore
che vi ama, non la parte materiale di me stesso.

Klemens von Metternich

Fare del bene
Leggi

Ciclicit

Ci potrà accadere di passare il resto della vita dicendo che amiamo una certa persona o una certa cosa, mentre in realtà staremo solo soffrendo perché, invece di accettare la sua forza, tentiamo di smorzarla  per farla rientrare nel modo in cui immaginiamo di vivere.
Per questo, è importante lasciare che certe cose se ne vadano.
Si liberino. Si distacchino.
Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate: a volte, si vince e a volte, si perde.
Non aspettarti che ti restituiscano qualcosa; non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore. Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia: semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.

Paulo Coelho

Fare del bene
Leggi

Ode all'autunno

Stagione di nebbie morbidamente infruttuose,
intima amica del sole al suo culmine,
che cospiri con lui per caricare e benedire
di frutti le viti che s’arrampicano sulle grondaie;
e che fai piegare sotto le mele gli alberi del casolare,
e riempi di maturità tutti i frutti fino al torso,
tu che gonfi la zucca, e arrotondi i gusci delle nocciole
con dolcezza; per poi farne sbocciare altri
e altri ancora, fiori tardivi per le api,
affinché esse credano che i giorni tepidi non finiranno mai,
perché l’Estate ha colmato fino all'orlo le loro dimore.
Chi non t' ha visto immerso nella tua ricchezza?
Talvolta chi ti cerca, può trovarti
seduto senza pensieri sull’aia,
con i capelli appena sollevati dal vaglio del vento;
o sprofondato nel sonno in un solco solo in parte mietuto,
assopito dai fumi dei papaveri, mentre il tuo falcetto
risparmia il prossimo fascio, e i suoi fiori intrecciati:
e talvolta come una lama, tu tieni
ferma la testa sotto un pesante fardello attraversando un ruscello;
o presso un torchio da sidro, con sguardo paziente,
osservi smarrito gli ultimi stillicidi per ore ed ore.
Dove sono i canti della Primavera? Sì, dove sono?
Non pensare ad essi; tu che una musica ce l’hai,
mentre nuvole striate fioriscono nel giorno che lento muore,
e toccano con rosea tinta le pianure di fieno;
allora in un lamentoso coro i moscerini gemono
tra i salici del fiume, portati in alto
o lasciati cadere, dal vento lieve;
e adulti agnelli belano forte dal limite collinoso;
le cavallette cantano; ed ora con dolci acuti
il pettirosso fischia dal recinto d'un giardino;
e le rondini si raccolgono trillando nei cieli.

John Keats

Fare del bene
Leggi

Amore

Amore.
Ora mi siedo e ti scrivo
un discorso semplice
In cui ti comunico
come è iniziato tutto ciò
e come non riesco ancora
a cacciare dalla testa il fragore del mare.

Y.Jaber
 

Fare del bene
Leggi

Non ho corpo

Non ho corpo,
io, e non ho
lacrime,
Solo
nel cuore
una bisaccia
di poesie.

Olga Sedakova

Fare del bene
Leggi

Quelli...

Quelli che non sentono questo amore trascinarli come un fiume,
quelli che non bevono l’alba come una tazza d’acqua sorgiva o non fanno provvista di tramonto, quelli che non vogliono cambiare
lasciateli dormire.

Jalal’uddin Rumi

Fare del bene
Leggi
design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!