Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> Acqua e sale per rigenerarsi


Acqua e sale per rigenerarsi




Il sale naturale contiene quasi tutti gli 84 elementi di cui è composto il nostro corpo, ed è quindi indispensabile per il nostro metabolismo.

L’impiego di acqua e sale per la salute è antichissimo: già 6.000 anni fa, in India, erano noti gli effetti terapeutici del sale cristallino dell’Himalaya. Ma perché proprio acqua e sale? Ogni vita proviene dal mare, e i nostri fluidi corporei rispecchiano tuttora la loro origine: in fin dei conti, siamo fatti di acqua e sale, e il nostro corpo ha bisogno proprio degli elementi e delle vibrazioni in essi racchiusi per poter sopravvivere.
Quando parliamo di sale, invece, la maggior parte delle persone oggi pensa al sale da cucina, un “regalo” dell’era dell’industrializzazione: dal sale naturale, cioè, vengono eliminati ben 82 elementi, in modo che rimangano solo sodio e cloro!

Disciolto nell’acqua, il sale cristallino nella sua forma ionizzata è immediatamente disponibile per l’organismo, ed è in grado di compensare un eventuale deficit di energia. Spesso le malattie insorgono quando i nostri fluidi corporei perdono energia, o meglio perdono ordine e struttura. La soluzione idrosalina aumenta il livello energetico e ristruttura l’acqua delle nostre cellule. Grazie a questa caratteristica è in grado di dare un impulso verso la guarigione in diversi disturbi: è straordinariamente utile per sciogliere depositi di acidi, tossine e metalli pesanti e per armonizzare il bilancio acido-basico. Con il sale cristallino, inoltre, sono stati ottenuti ottimi risultati nel trattamento delle malattie respiratorie. Applicazioni di soluzione idrosalina sono altresì indicate per la cura di malattie della pelle e nei trattamenti cosmetici, e la loro efficacia è da tempo riconosciuta anche dalla medicina tradizionale. In questo campo le possibilità di impiego sono pressoché illimitate, qui di seguito troverete un suggerimento per il benessere di tutto il corpo.

Il bagno di Cleopatra
Cleopatra conosceva bene gli effetti curativi di latte e miele, che si integrano meravigliosamente con quelli del sale cristallino. Il lattosio favorisce la formazione di collagene ed elastina, i lipidi contenuti nel latte sono idratanti, e il miele fornisce fitoestrogeni rimodellanti.

Ingredienti:
- circa 400 g di sale cristallino
- 2 cucchiai da tavola di miele biologico
- 2 litri di latte intero fresco
- 3 gocce di olio di rosa
- eventualmente una manciata di petali di rosa biologici, freschi o essiccati.

Riempite per un quarto la vasca da bagno e lasciate sciogliere per mezzora il sale cristallino, aggiungete il miele, riempite la vasca, poi aggiungete il latte e l’olio di rose. Chi ama il lusso, può aggiungere i petali di rose. Un vero piacere! La temperatura dell’acqua non dovrebbe superare i 37, 38° C. Durata del bagno: 20 minuti.

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

amore e dintorni
amore e dintorni
significato dei colori
significato dei colori
fisica quantistica
fisica quantistica
donna
donna
scienza
scienza
tradizioni
tradizioni
beneficenza
beneficenza
news
news
numerologia
numerologia
io non ci sto
io non ci sto
diete
diete
popoli e culture
popoli e culture
casa
casa
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
libri e recensioni
libri e recensioni


Jihadisti decapitano reporter americano
Data: 2014-08-20

Tisana salvia e rosmarino, ricetta del buonumore
Data: 2014-09-10

Donne lunatiche e incostanti? una risorsa
Data: 2015-03-24

Cellulite? Contrastala... di corsa
Data: 2014-07-23

Un giovane rischia di affogare ma i cani bagnino lo salvano
Data: 2014-08-09

Omosessualit
Data: 2014-11-07

HIV Quello che c' da sapere
Data: 2014-09-25

Olio essenziale di limone: usi e autoproduzione
Data: 2014-09-05

Ebola, medico e infermiera curati con Zmapp dimessi dallospedale
Data: 2014-08-22

Mangiare formaggio aiuta a dimagrire.
Data: 2015-04-23





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!