Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> Acqua e sale per rigenerarsi


Acqua e sale per rigenerarsi




Il sale naturale contiene quasi tutti gli 84 elementi di cui è composto il nostro corpo, ed è quindi indispensabile per il nostro metabolismo.

L’impiego di acqua e sale per la salute è antichissimo: già 6.000 anni fa, in India, erano noti gli effetti terapeutici del sale cristallino dell’Himalaya. Ma perché proprio acqua e sale? Ogni vita proviene dal mare, e i nostri fluidi corporei rispecchiano tuttora la loro origine: in fin dei conti, siamo fatti di acqua e sale, e il nostro corpo ha bisogno proprio degli elementi e delle vibrazioni in essi racchiusi per poter sopravvivere.
Quando parliamo di sale, invece, la maggior parte delle persone oggi pensa al sale da cucina, un “regalo” dell’era dell’industrializzazione: dal sale naturale, cioè, vengono eliminati ben 82 elementi, in modo che rimangano solo sodio e cloro!

Disciolto nell’acqua, il sale cristallino nella sua forma ionizzata è immediatamente disponibile per l’organismo, ed è in grado di compensare un eventuale deficit di energia. Spesso le malattie insorgono quando i nostri fluidi corporei perdono energia, o meglio perdono ordine e struttura. La soluzione idrosalina aumenta il livello energetico e ristruttura l’acqua delle nostre cellule. Grazie a questa caratteristica è in grado di dare un impulso verso la guarigione in diversi disturbi: è straordinariamente utile per sciogliere depositi di acidi, tossine e metalli pesanti e per armonizzare il bilancio acido-basico. Con il sale cristallino, inoltre, sono stati ottenuti ottimi risultati nel trattamento delle malattie respiratorie. Applicazioni di soluzione idrosalina sono altresì indicate per la cura di malattie della pelle e nei trattamenti cosmetici, e la loro efficacia è da tempo riconosciuta anche dalla medicina tradizionale. In questo campo le possibilità di impiego sono pressoché illimitate, qui di seguito troverete un suggerimento per il benessere di tutto il corpo.

Il bagno di Cleopatra
Cleopatra conosceva bene gli effetti curativi di latte e miele, che si integrano meravigliosamente con quelli del sale cristallino. Il lattosio favorisce la formazione di collagene ed elastina, i lipidi contenuti nel latte sono idratanti, e il miele fornisce fitoestrogeni rimodellanti.

Ingredienti:
- circa 400 g di sale cristallino
- 2 cucchiai da tavola di miele biologico
- 2 litri di latte intero fresco
- 3 gocce di olio di rosa
- eventualmente una manciata di petali di rosa biologici, freschi o essiccati.

Riempite per un quarto la vasca da bagno e lasciate sciogliere per mezzora il sale cristallino, aggiungete il miele, riempite la vasca, poi aggiungete il latte e l’olio di rose. Chi ama il lusso, può aggiungere i petali di rose. Un vero piacere! La temperatura dell’acqua non dovrebbe superare i 37, 38° C. Durata del bagno: 20 minuti.

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ‒ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache



Comunicazione sociale, una priorit per Papa Francesco

Papa Francesco ne ha combinata un'altra delle sue. Gioved 23 gennaio, in Vaticano, hanno presentato la Giornata delle Comunicazioni Sociali, con un titolo che fa capire subito quanto questo Papa sia attento a tutto quello che aiuta ad incontrarci e ascoltarci. Comunicazione al servizio di un'autentica cultura dell'incontro. Tutti abbiamo sottolineato, qualcuno pi meravigliato di altri, la priorit e la passione di Francesco per creare incontri, con ogni mezzo. Tutto ci g che permette alla gente di stare insieme fraternamente e festosamente (dico io) cristiano ed evangelico. Giovanni XXIII aveva invitato a privilegiare quello che unisce a quello che divide. La frase chiave del vecchio Giovanni e del nuovo Francesco : sia autentica! Dietro a internet et similia, si nasconde la spaventosa superficialit della incultura contemporanea e della solitudine perniciosa. Internet un dono di Dio. Pu offrire maggiore possibilit di incontro e di solidariet tra tutti. Ripeto: purch sia autentica. Francesco, diversamente da altri pontefici amico del mondo. Non lo combatte ma cerca, invece, di portarselo a casa. Ci che nasce dalla scienza, dalla tecnologia, dall'intuizione umana, divino, come fu divino l'albero del famoso Giardino terrestre, prima del peccato. Va indirizzato al bene dell'uomo, della qualit della vita. Noi (io tra i primi), spaventati da quanto sta succedendo, combattiamo internet perch isola, apre rapporti incontrollabili, accarezza pruriti pericolosi. Forse siamo miopi. & vero. Ma molto pi vero che le potenzialit insite in questi nuovi mezzi, sono infinitamente pi straordinarie. E qui il Papa ci ha spiazzati.Internet deve aiutare a sentirci pi vicini gli uni agli altri. Lui non miope. Il Vescovo Tonino Bello, spesso e volentieri parlava di una chiesa estroversa, che non ha paura del mondo. Francesco ha fatto un salto molto pi lungo. La chiesa non solo estroversa, ma il suo posto la strada, le periferie,la gente. O la chiesa estroversa o non chiesa. Non solo porte aperte, ma spalancate sul mondo. Domenica pomeriggio ero in Piazza San Pietro. L'ho salutato, o meglio mi ha salutato lui, abbassando il vetro della sua macchina, mentre andava alla Basilica di San Paolo a ricordare che Cristo non partito dal Tempio per salvare il mondo, ma dalle strade della Galilea. Se vero che sulla strada la nuova chiesa, posso chiedere se l'otto per mille, per qualche anno, venga usato non per costruire nuove chiese, ma perch le strade non siano luoghi di sofferenza ma di solidariet Posso inoltre sognare che la prossima cerimonia per la nomina dei Cardinali, divenga testimonianza eloquente di una chiesa diversa, pentecostale, povera, innamorata delle sue pecore e non dei suoi portabastoni?




Categorie

autismo
autismo
miti e leggende
miti e leggende
riflessioni
riflessioni
antroposofia
antroposofia
salute
salute
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
letteratura
letteratura
psicosomatica
psicosomatica
misteri e paranormale
misteri e paranormale
amore e dintorni
amore e dintorni
donna
donna
diete
diete
bonus e incentivi
bonus e incentivi
astrologia
astrologia
simboli e archetipi
simboli e archetipi


Olio essenziale di limone: usi e autoproduzione
Data: 2014-09-05

HIV Quello che c' da sapere
Data: 2014-09-25

Le meravigliose propriet del sedano
Data: 2015-05-04

Burro: 5 alternative vegetali al di la' della margarina
Data: 2014-06-26

Mal di gola e intestino: c una relazione?
Data: 2015-03-04

Le ferite emotive dell'infanzia che influenzano la nostra vita da adulti
Data: 2015-06-09

Un giovane rischia di affogare ma i cani bagnino lo salvano
Data: 2014-08-09

Jihadisti decapitano reporter americano
Data: 2014-08-20

artista Ennio Calabria
Data: 2015-10-23

Donne lunatiche e incostanti? una risorsa
Data: 2015-03-24





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!