Faredelbene.net



io non ci sto -> Soprusi su randagi ad Amaroni ( CZ )


Soprusi su randagi ad Amaroni ( CZ )




Nella giornata odierna la redazione di Faredelbene.net ha ricevuto una email da parte di una signora di un paesino in provincia di Catanzaro che raccontava alcuni soprusi subiti da diversi cani randagi, per una questione di Privacy abbiamo deciso di oscurare il nome delle persone presenti nel seguente testo, che viene riportato come ricevuto. Si evince per come è stato scritto che è un messaggio scritto di impeto e come tale noi non effettuiamo correzioni di scrittura. 

Spett.li Organizzazioni,

Sono qui a notificare il maltrattamento di animali randagi da parte di un gruppo di persone non del tutto identificate, nella località di Amaroni ( CZ ) CAP 88050, in via Largo Italia.

Stamane 30.08.2016 mi trovavo nelle vicinanze della sede del Comune di Amaroni, in via Largo Italia, dove erano presenti 5 cani randagi di taglia piccola, essi, non facevano nulla, stavano riposando poiché qualcuno ha dato loro da mangiare, verso le ore 10.00 una persona meglio identificata come ****** ******* ha inveito contro i randagi scacciandoli a colpi di spranga di ferro e con un bastone, causandogli non pochi danni ai poveri animali che si sono successivamente dileguati, i suddetti cani non hanno manifestato alcun comportamento aggressivo sostavano semplicemente vicino l'abitazione di uno degli assalitori, in quel momento non riuscivo a capire chi identificare come animale, e voglio additare anche il Comune e le Amministrazioni che hanno istigato questa violenza, poiché piu' volte i Vigili Urbani e le Amministrazioni sono stati avvisati del randagi in questione, giustificandosi che non potevano fare nulla hanno lasciato i poveri animali alla Mercé di Zoticoni e persone senza rispetto per se stessi. 
Quale essere umano con un poco di buon senso avrebbe usato questa violenza su degli esseri che gia' di per se' sono disagiati a dover dormire all'agghiaccio ?
Accuso nuovamente l'amministrazione comunale per non aver sufficientemente sponsorizzato ed informato i propri cittadini sui numeri e sugli enti da contattare in questi casi, spetta a loro qualora l'intelligenza di gente che dovrebbe essere istruita non è sufficiente, forse, con i loro bei cellulari, dovrebbero informarsi su cose intelligenti più che perdere tempo alimentando la loro ignoranza.

Con la presente non si richiede nessuna azione precisa, ma si sollecitano le istituzioni e le organizzazioni a prendere provvedimenti prima che qualcuno si faccia male ( Oltre ai cagnolini che hanno già subito violenze ).
Il danno psicologico che si procura ai cani con queste azioni è irreversibile, pensate se uno di questi animali, che ormai identifica un bastone o una persona come un pericolo, dovesse incontrare un bambino che gioca con un'asta o un bastone, identificando il pericolo potrebbe aggredire il bambino rischiando di fargli veramente male, forse, le persone che hanno agito in questo modo dovrebbero pensare prima di picchiare.



Anonimamente

Saluto il signor ******* e l'amministrazione Amaronese. 
 
CC: catanzaro@enpa.orginfo@faredelbene.netsegreteria@leidaa.infocarabinieri@carabinieri.itenpa@enpa.orgsindaco@comunediamaroni.itvigiliurbani@comunediamaroni.it;
 
 
UPDATE 30.08.2016 - 14.00 ***;
 
IL MITTENTE DELLA E-MAIL CI HA CONTATTATI PER AGGIORNARCI SULLA SITUAZIONE, SCRIVENDOCI CHE HANNO RISPOSTO AL SUO APPELLO I VIGILI URBANI DEL LUOGO  CON LA SEGUENTE EMAIL:
 
 
 
" gentile signora grazie per la segnalazione , provvederemo al meglio e al più presto per il bene dei randagi.
V.U. G.DG."
 
 
 
Autore: 1356 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ‒ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache



Il Disturbo dipendente di personalit

La dipendenza affettiva è una tematica che riscuote da sempre un interesse universale





Categorie

fisica quantistica
fisica quantistica
bambini
bambini
popoli e culture
popoli e culture
scomode verit
scomode verit
astrologia
astrologia
tradizioni
tradizioni
itinerari
itinerari
simboli e archetipi
simboli e archetipi
psicosomatica
psicosomatica
lavori creativi
lavori creativi
scienza
scienza
antroposofia
antroposofia
artisti
artisti
autismo
autismo
storia
storia


Leggi Anche..

Il padre de I Simpson, malato, annuncia: lascio tutto alla causa animalista
Data: 2014-08-28

Ecco cosa si nasconde dentro un piumino Moncler
Data: 2014-11-04

Non catturate l'Orsa Daniza
Data: 2014-08-26

Animalisti in ansia per i randagi
Data: 2014-11-17

Si fa ingoiare da un anaconda in tv, animalisti e web in rivolta
Data: 2014-11-17

Operazione Salvataggio Pesci: cos gli animalisti mettono in pericolo l'ambiente
Data: 2014-11-17

Per l'Enpa gli orsi in Italia non sono loro il problema, guerra dellallarmismo, bisogna abolire la caccia che fa pi vittime
Data: 2014-08-29

Libero dopo 50 anni. Le lacrime dell'elefante Raju commuovono il mondo!
Data: 2014-07-08

Richiami vivi al voto!
Data: 2014-07-16

A rischio estinzione il quokka, l'animale pi felice del mondo
Data: 2014-09-01





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!