Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> I benefici di acqua calda e limone


I benefici di acqua calda e limone




Acqua e limone a colazione, ecco perché!

Tutte le modelle lo fanno, molti nutrizionisti lo consigliano. Bere un bicchiere di acqua tiepida e limone alla mattina ha un potere detox e aiuta a perdere peso.

È il segreto beauty di tutte le modelle: bere acqua tiepida con mezzo limone spremuto appena alzate. Un vero toccasana per l'organismo e il giro vita, confermato da molti nutrizionisti. Gillian McKeith, autrice di un regime alimentare seguito da star come Jennifer Aniston e Demi Moore, consiglia di addiruttura di assumerla anche alla sera prima di andare a dormire.

Una abitudine da inserire in routine e di cui, dicono gli addicted, non potrete più fare a meno. I benefici arrivano prima di tutto dall'acqua calda, che idrata e mette in moto le funzioni vitali del corpo. Il limone, poi, ha un forte potere alcalinizzante che aiuta a eliminare le tossine in eccesso, favorisce la digestione stimolando la produzione della bile, rafforza il sistema immunitario ed è un ottimo antiossidante.

Il limone contiene, inoltre, la pectina, una fibra che toglie il senso di fame e che nel processo digestivo ostacola il riassorbimento degli acidi biliari sintetizzati dal colesterolo, riducendo la concentrazione di quest'ultimo nel sangue.

Last but not least stimola la diuresi ed elimina i gonfiori. Da non sottovalutare in vista della remise en forme estiva!

Fonte: Vanity Fair

Autore: Alice Rosati

Link: http://www.vanityfair.it/benessere/dieta-e-alimentazione/15/04/15/i-benefici-di-acqua-calda-e-limone?utm_source=facebook&utm_medium=marketing&utm_campaign=vanityfair

 

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Guardarsi dentro dipingendo i propri chakra

Nello spazio  scelto per meditare o una stanza della casa in cui puoi stare tranquillo per un po’ di tempo, siediti a un tavolo, con un foglio di carta e il materiale scelto per colorare o dipingere. Respira profondamente e quando ti senti pronto chiudi gli occhi, portando la mano nell’area del bacino, dove risiede il primo chakra. Porta tutta la consapevolezza, la tua attenzione, nell’area dove hai la mano e visualizza il centro energetico, magari prendendo nota anche delle sensazioni che emergono durante questa esperienza. Osserva se ci sono colori, simboli o forme collegati a quest’area del corpo, potresti anche sentire l’energia che si muove o un suono simile a un ronzio. Trascorri osservando questo chakra per un minimo di cinque minuti.
.
In seguito, quando sei pronto, inizia a disegnare o dipingere ciò che hai visto, consentendoti di esprimere ciò che hai sentito e visto con qualsiasi colore, forma o struttura senti più adeguata. Quando hai finito prenditi del tempo per sedere in silenzio di fronte al disegno e senza giudicarti in alcun modo, osserva come il dipinto ti riflette. Osserva se è l’immagine di un centro energetico sano, aperto, oppure se rappresenta un centro con blocchi e congestioni energetiche. Mentre osservi potrebbero venir fuori pensieri ed emozioni legati a questo centro energetico o magari ricordi di esperienze passate che hanno provocato dei blocchi.
.
Quando hai finito puoi prenderti una pausa e poi ricominciare tutto il procedimento osservando e disegnando il secondo chakra, poi il terzo e così via fino al settimo. Se sei stanco puoi, invece, disegnare gli altri chakra un altro giorno.





Categorie

religioni
religioni
fisica quantistica
fisica quantistica
salute
salute
casa
casa
significato dei colori
significato dei colori
storia
storia
diete
diete
stile & bon ton
stile & bon ton
autismo
autismo
Vini e dintorni
Vini e dintorni
numerologia
numerologia
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
significato sogni
significato sogni
beneficenza
beneficenza
scuola
scuola


Leggi Anche..

La sessualitÓ maschile
Data: 2014-12-15

Ebola: guarita la paziente norvegese, ma Oslo non rivela la cura
Data: 2014-10-21

La prigione di Kilmainham Gaol di Dublino
Data: 2014-12-04

La cittÓ di Parigi
Data: 2014-12-01

La notte a 360 gradi in un video da far girare la testa
Data: 2014-12-16

Cosa mangiare prima e dopo la palestra al mattino e alla sera
Data: 2014-08-07

Che cos'Ŕ la Nevrosi
Data: 2014-10-15

Macchie della pelle, ecco come curarle con i rimedi naturali
Data: 2014-10-09

Mangiare aglio crudo fa bene? I possibili benefici
Data: 2014-10-22

La Reggia di Versailles a Parigi
Data: 2014-12-02





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!