Faredelbene.net



significato dei colori -> Il tuo colore preferito rivela la tua personalitÓ


Il tuo colore preferito rivela la tua personalitÓ




La tua personalità ha un colore, scopri quale e cosa significa

Il colore preferito è il mezzo per capire il nostro comportamento e i tratti del carattere, così come quelli fisici, mentali, emotivi e spirituali.

Questo colore riflette il nostro modo di muoverci nel mondo, i nostri punti di forza e le debolezze, me vulnerabilità e i bisogni più profondi, così come le nostre sfide nel momento attuale.
E’ il colore che indossiamo sempre?
Il colore della nostra personalità non è necessariamente quello che indossiamo più spesso. Di solito quello preferito è il colore che ci fa sentire più vivi, che ci stimola appena lo vediamo. Detto questo, spesso veniamo attratti dal colore della nostra personalità quando acquistiamo un capo d’abbigliamento o qualche oggetto per la casa. Spesso esso corrisponde con il colore predominante della nostra aura.
E se ci piace più di un colore?
Se abbiamo due o più colori preferiti, è utile leggere le informazioni su ciascuno di essi per comprendere appieno noi stessi e quello che ci motiva. Ci troveremo in linea con alcune parti di ciascun colore.
E se un colore non ci piace?
I colori che non ci piacciono possono allo stesso modo dire molto su di noi, riflettendo spesso le nostre debolezze e vulnerabilità.
Il colore che ci sta maggiormente antipatico riguarderà aree della nostra vita che devono essere oggetto di attenzione o cicatrici profonde che devono essere guarite. Ripensiamo alla nostra infanzia, o a qualsiasi momento trascorso nella nostra vita nel quale possiamo avere sviluppato l’antipatia verso un colore specifico. C’è sempre un collegamento, una ragione: nulla è mai casuale!
Rigettare del tutto un colore può creare degli squilibri nella vita, perciò è molto utile incorporare almeno un piccola quantità dei colori che detestiamo, così da bilanciare le energie.
Tutti hanno un colore preferito?
La maggior parte di noi ha lo stesso colore preferito sin dall’infanzia. Alcuni lo cambiano più volte nel corso della vita, altri manterranno sempre quello. Alcuni amano un colore per un certo periodo, poi a seconda delle esigenze e della percezione del momento lo cambiano, per poi tornare sui propri passi più avanti.
Chi pensa di non avere un colore preferito, apra l’armadio e guardi i vestiti che sono appesi. Oppure può osservare quale sia il colore predominante in casa, o in ufficio. Ci sono uno o più colori che scegliamo in modo costante, quasi inconsapevolmente? Sono questi i colori che rispecchiano la nostra personalità e le nostre esigenze più profonde. La preferenza o meno per un colore può dipendere dalle proprie esperienze e dalle associazioni positive o negative che ne facciamo, oppure dal bisogno che abbiamo in quel momento di quel colore specifico.
Circondarsi del colore che amiamo è bello, sia per noi che per chi ci sta intorno. Ci fa sentire fedeli a noi stessi e ci mostra per quello che siamo.
Il consiglio è quello di unire sempre al nostro colore preferito una piccola quantità di altri colori, per mantenere in equilibrio le nostre energie.
Abbiamo cambiato il colore preferito?
Quando succede questo, significa che la nostra personalità ha vissuto un cambiamento. Può essere utile individuare le circostanze che ci hanno portato a cambiare il colore prediletto, per imparare a conoscerci più a fondo.

Cosa dice di noi il nostro colore preferito?

Se il nostro colore preferito è il rosso, siamo persone orientate all’azione, con un profondo bisogno di appagamento fisico e con il desiderio di sperimentare attraverso i cinque sensi.
Se il nostro colore preferito è arancione, abbiamo un grande bisogno di stare con la gente e socializzare, di essere accettati e rispettati come parte di un gruppo. Abbiamo anche bisogno di sfide nella vita, sia dal punto di vista fisico che sociale.
Se scegliamo il giallo, significa che abbiamo un profondo bisogno di ordine logico nella vita di tutti i giorni e di essere sempre in grado di esprimere la nostra individualità, utilizzando la mente logica per ispirare e creare nuove idee.
Se il nostro preferito è il verde, abbiamo un grande bisogno di appartenenza: di amare ed essere amati, sentirci sicuri e protetti. Abbiamo bisogno di riconoscimento quotidiano, rispetto a ciò che facciamo per gli altri: spesso ci accontentiamo anche di un “grazie”.
Gli amanti del blu hanno un profondo bisogno di trovare la pace interiore, per vivere la loro vita secondo i loro ideali e le loro credenze, senza dover cambiare il loro punto di vista inflessibile solo per fare contenti gli altri.
Chi preferisce l’indaco, ha bisogno di sentirsi in armonia con l’Universo e di essere accettato dagli altri come essere spirituale consapevole ed intuitivo.
Se il nostro colore preferito è il porpora, o il viola, abbiamo un profondo bisogno di sicurezza emotiva, al fine di creare ordine e perfezione in tutti i settori della nostra vita, tra cui la nostra vita spirituale. Si ha anche bisogno di avviare o partecipare a progetti umanitari e aiutare chi ha bisogno.
Se il colore preferito è il rosa, si ha un profondo bisogno di essere accettati e amati incondizionatamente.
Chi sceglie il turchese ha come bisogno più profondo quello di creare equilibrio emotivo nella propria vita, per poter esprimere speranze e sogni.
Gli amanti del marrone hanno un profondo bisogno di un’esistenza sicura, semplice e confortevole con la famiglia e gli amici come sostegno.
Chi sceglie il nero ha bisogno di potere e controllo al fine di proteggere le proprie insicurezze emotive.
Chi ama il bianco, ha come bisogno profondo quello di semplificare la propria vita, essere indipendente e autosufficiente per non dover dipendere da nessun altro.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

amore e dintorni
amore e dintorni
letteratura
letteratura
curiositÓ
curiositÓ
antroposofia
antroposofia
salute
salute
medicina
medicina
scuola
scuola
bonus e incentivi
bonus e incentivi
astrologia
astrologia
coppia
coppia
significato dei colori
significato dei colori
artisti
artisti
attualitÓ
attualitÓ
itinerari
itinerari
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!