Faredelbene.net



bonus e incentivi -> Social card 2014 requisiti: come richiederla, dove usarla e importi


Social card 2014 requisiti: come richiederla, dove usarla e importi




Social Card 2014 2015 nuova carta acquisti INPS che consente di pagare e avere sconti sui prodotti informazioni su requisiti, come richiederla e dove usarla

 

La Social Card 2014, introdotta dal Decreto del Lavoro del 10 gennaio 2013 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 102 del 3 maggio 2013, è stata rifinanziata con 250 milioni di euro dalla nuova Legge di Stabilità 2014 approvata dal Governo Letta e in via di modificazioni da parte delle Camere.
Grazie alla Social card 2014, le famiglie aventi diritto potranno contare su un sostegno economico che può arrivare fino a 400 euro mensili, utili per acquistare beni di prima necessità.
sta partendo ufficialmente in via sperimentale per 12 Comuni d’Italia, nello specifico per le città di Roma, Milano, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Torino, Venezia, Verona e Bari.

Social Card 2014 2015 requisiti:

La nuova Social Card 2014 2015 è una carta acquisti messa a disposizione dallo Stato per sostenere le famiglie con disagio economico causato della perdita del posto di lavoro.
La possibilità di ottenere la social card è subordinata alla sussistenza di determinati requisiti, all’invio di una specifica domanda ai 12 Comuni in cui è partita la sperimentazione dell’iniziativa, e obiettivi che la famiglie beneficiarie devono perseguire al fine di mantenere il sostegno quali per esempio: seguire un percorso di reinserimento a livello lavorativo e sociale, impegnarsi a partecipare ad iniziative di formazione e mandare i propri figli a scuola ed evitare così che la povertà incida ulteriormente sul precoce abbandono scolastico.
L’impegno richiesto alle famiglie beneficiare della Social Card è nelle seguenti aree:
Essere frequentemente in contatto con i servizi del Comune responsabili del progetto
Attiva ricerca di un lavoro
Aderire a progetti di formazione o inclusione lavorativa
Impegno a mandare i figli a scuola
Comportamenti atti alla prevenzione e cura della salute.

Social Card 2014 2015 e la Carta Acquisti INPS:

La Social Card 2014, è uno strumento di sostegno economico per cittadini e famiglie meno abbienti si affianca, e non alternativamente, all’altra vecchia Social Card introdotta nel 2008 per sostenere gli over 65 e le famiglie con ISEE non superiore a 6.000 € e con figli minori di 3 anni. Tale carta acquisto prevedeva e prevede tuttora l’accredito di 40€ al mese, ovvero, 80 euro ogni due mesi, da spendere nei negozi convenzionati che aderiscono all’iniziativa. Per maggiori informazioni consultare Carta Acquisti INPS o ad esempio sui siti istituzionali del Comune di Residenza per es. Carta Acquisti Comune di Roma:
Carta Acquisti cittadini con più di 65 anni e Modulo domanda carta acquisiti INPS sopra 65 anni
Carta Acqusisti per nuclei familiari con bambini minori di 3 anni e Modulo INPS domanda carta acquisti minori.

Social Card importi 2014:

L'importo social card 2014 varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, ovvero, da un minimo di 231 euro fino ad un massimo di 404 euro mensili per le social card famiglie numerose con 5 o più persone, che viene erogato dal Comune che ha rilasciato la carta acquisti, ogni 2 mesi:
Famiglie con due figli a carico possono ottenere fino a 231 euro.
Famiglie con più di 3 figli a carico possono ottenere fino a 281 euro.
Famiglie con più di 4 figli, riceveranno fino a 330 euro.
Famiglie con più di 5 figli a carico possono ottenere fino a 405 euro al mese.

Social Card 2014: a chi spetta?

La social card 2014 spetta come strumento per il sostegno delle famiglie con disagio economica spetta sia ai cittadini italiani
che appartenenti a Paesi dell’Ue ed extracomunitari, che siano “in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo”.
L’assegnazione delle social card 2014, verrà effettuata in base ad una graduatoria in cui le famiglie dove è presente un solo genitore con figli minorenni e famiglie numerose o con bambini disabili, avranno la precedenza a parità di condizioni.
Per accedere al beneficio, è sufficiente:
Essere residenti da almeno un 1 anno in una delle 12 città in cui è partita la sperimentazione, ovvero: Roma, Milano, Torino, Venezia, Verona, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Catania e Palermo.
Essere in possesso dei seguenti condizioni: economiche, lavorative, disagio abitativo.

Social Card 2014 ISEE sotto i 3000 euro:

ISEE non superiore a 3.000 euro
Valore ai fini ICI della abitazione inferiore a euro 30.000.
Limiti reddito e Patrimoniale, ad esempio il possesso di case, negozi, conti correnti, etc. non superiore a 8.000 euro.
Limite possesso per il possesso di auto e motocicli: immatricolati nei 12 mesi prima alla data della domanda.

Social Card 2014 per disoccopazione:

Estremo disagio lavorativo della famiglia: a causa per esempio dello stato di disoccupazione di tutti i membri adulti, oppure, in caso di occupazione, un reddito da lavoro complessivamente inferiori a euro 4.000 nei 6 mesi precedenti alla data di domanda.

Social Card 2014: altri requisiti

Ai fini riconoscimento del beneficio della Carta Acquisti 2013, a parità di condizioni, la concessione spetta ai Nuclei Familiari che possiedono almeno una dei seguenti requisiti:
Disagio abitativo
Nucleo familiare costituito solo da un solo genitore e figli minorenni
Nucleo familiare con 3 o più figli minorenni, oppure, 2 figli in attesa del terzo figlio
Nucleo familiare con uno o più figli minorenni disabili
Altri requisiti e condizioni potranno essere decisi dai Comuni.

Social Card 2014: come e dove richiederla?

La documentazione necessaria per richiedere la social card 2014, verrà pubblicata sui siti istituzionali dei Comuni e comunicata dagli uffici comunali delle città in cui è partita la sperimentazione della Carta Acquisti, entro 30 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, ovvero entro 1 mese a partire dal 3 maggio 2013.
La domanda con allegata tutta la documentazione, utile ai fini di verifica e sussistenza dei requisiti e delle condizioni economiche disagiate, dovrà essere presentata da un componente della famiglia direttamente al Comune di residenza rispettando tempi e modi stabiliti dal Comune stesso. I Comuni successivamente, dovranno predisporre la graduatoria entro la metà del mese di settembre 2014.

Social Card 2014 dove usarla?

La social card 2014 può essere usata dal titolare della carta in tutti i negozi d'Italia dotati di POS Bancomat che espongono il logo "qui carta acquisti". La social card quindi va usata sia per acquistare specifici codici merceologici oppure per ottere sconti sui prodotti, quali ad esempio:
Cod. 5462 panifici
Cod. 5451 negozi di latticini,
Cod. 5411 supermercati
Cod. 5422 vendita di carne  fresca e surgelata
Cod. 5499 negozi di alimentari e negozi di prodotti tipici.
La Social Card 2014 può essere utilizzata anche presso Poste Italiane per il pagamento delle bollette dei servizi energetici per maggiori informazioni e per visualizzare l'elenco completo negozi italiani che aderiscono alla social card.

Social Card 2014: a quando la consegna?

Il Comune una volta ricevute tutte le domande per la concessione della social card 2014, provvede dopo aver valutato il possesso dei requisiti necessario alla concessione del beneficio, la veridicità dell’informazioni acquisite, a stilare una graduatoria degli aventi diritto. Successivamente alle verifiche, identificherà i Nuclei Familiari Beneficiari e comunicherà, per via telematica, al Gestore del servizio disponibilità, l’autorizzazione e l’importo da accreditare su ciascuna carta acquisti.

Di Alessandra Losito   

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

curiosit
curiosit
sesso
sesso
significato dei colori
significato dei colori
filosofia
filosofia
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
psicologia
psicologia
salute
salute
medicina
medicina
scienza
scienza
letteratura
letteratura
musica
musica
fisica quantistica
fisica quantistica
tecnologia
tecnologia
riflessioni
riflessioni
numerologia
numerologia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!