Faredelbene.net



curiositÓ -> Timeline e notifiche, come rendere Facebook pi¨ discreto


Timeline e notifiche, come rendere Facebook pi¨ discreto




L'aggiornamento di una app il più delle volte non è sinonimo di buona funzionalità o di discrezione. Da quando l’app di Facebook si è rinnovata, è diventata sempre più usabile, ma anche più invasiva (con non poche ripercussioni su durata della batteria e quantità di dati scaricati). Vediamo come possiamo arginare il problema
 
Come disattivare la riproduzione automatica dei video
 
Da qualche mese scorrendo la Timeline avrete notato che i video vengono automaticamente riprodotti. Nulla di fastidioso in effetti: si tratta solo di un’anteprima silenziosa che ci permette di capire di cosa si tratta senza cliccare sul contenuto. Ma che di certo incide sul totale dei dati scaricati. Proprio ieri il sito Usa MoneySavingExpert.com ha lanciato l’allarme: per chi ha un piano tariffario che prevede una quantità limitata di dati questo può essere un problema.
 
Per fortuna, anche se ben nascosta tra le impostazioni, la possibilità di disabilitare la riproduzione automatica dei video c’è:
 
- Per chi ha iPhone o iPad
L’opzione è nel menu Impostazioni del dispositivo. Qui basta cercare la voce Facebook e sulle impostazioni dell’applicazione cliccare su “Auto-play”. A questo punto si può scegliere tra “On”, “Wi-fi only” o “Off”.
 
- Per chi Android
Dalla home page dell’app bisogna cliccare sull’icona “a righe” accanto a quella delle notifiche, scorrere fino alla voce “Imposazioni delle applicazioni” e cercare “Riproduzione automatica dei video”. Anche in questo caso si può scegliere tra “Sì”, “Solo Wi-fi” e “No”.
 
Come rendere meno invasiva l’app Messenger
 
Zuckerberg ce l’ha fatta: ci ha costretto a installare Messenger, ormai l’unico modo – a patto di non passare da app di terze parti, ma questo è un altro discorso – per scambiare messaggi coi nostri amici di Facebook da telefono. Ma anche in questo caso c’è qualche trucco per rendere l’app meno invasiva.
 
Per eliminare le fastidiose “faccine” che appaiono magari mentre stiamo leggendo una mail importante, a chi ha iOs basta andare nel “Centro notifiche” raggiungibile dalle Impostazioni e disabilitare le notifiche. Per chi ha Android, invece, tra le impostazioni dell’app (la “rotellina in alto) bisogna disabilitare le “Anteprime della chat”.
 
E per tutti vale la stessa regola: dalle impostazioni delle singole chat è possibile disattivare tutte le notifiche. Un’opzione utile soprattutto per le conversazioni di gruppo, che rischiano di diventare più moleste delle altre.
 
 
Fonte: Il Giornale.it
Autore: 1248 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ÔÇĺ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache





Categorie

autismo
autismo
vegan & co.
vegan & co.
mamme
mamme
tradizioni
tradizioni
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
beneficenza
beneficenza
bonus e incentivi
bonus e incentivi
amore e dintorni
amore e dintorni
attualitÓ
attualitÓ
misteri e paranormale
misteri e paranormale
curiositÓ
curiositÓ
donna
donna
popoli e culture
popoli e culture
astrologia
astrologia
numerologia
numerologia


Leggi Anche..

Non pubblicate su Facebook le foto dei vostri figli: un magistrato svela i rischi
Data: 2015-04-13

Emozioni contagiose su facebook
Data: 2014-03-13

Troppi amici su facebook generano ansia!
Data: 2014-03-15

Quanto rivela della vostra personalitÓ il profilo Facebook?
Data: 2014-07-09

Facebook, da oggi il mi piace non e' piu' da solo. Arrivano le reactions
Data: 2016-02-24

Che cosa faresti senza Facebook?
Data: 2014-07-29

200 milioni di persone hanno abbandonato Facebook
Data: 2014-12-08

WhatsApp Messenger, lĺapplicazione si aggiorna e azzera tutte le impostazioni della privacy
Data: 2014-09-10

La sottile relazione tra Facebook e il malumore
Data: 2014-07-31

FACEBOOK SOTTO ATTACCO, NUOVO VIRUS NELLA CHAT
Data: 2014-08-27





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!