Faredelbene.net



news -> In Emilia Romagna tutti a raccolta i cittadini solidali


In Emilia Romagna tutti a raccolta i cittadini solidali




Bisogna dare sostegno alla solidarietà, collaborando con il no-profit, favorendo reali sinergie con il terzo settore, come unica via percorribile per uscire dal tunnel della crisi (non solo economica, ma anche di senso e di valori).

Un imperativo che ha accompagnato importanti azioni nelle regioni più «illuminate» del Nord Italia, le più precoci, in quest’ultimo ventennio nel riconoscere l’associazionismo e il volontariato come risorsa. Di strada ne è stata fatta, ma parecchia ne resta da fare.
 
 
Nonostante i vari scivoloni commessi da parte dello Stato, da ultimo quello dell’aggravio fiscale: vedi il caso-Iva sulla solidarietà (ai terremotati emiliani) denunciato dal Corriere e la campagna #NoProfitNoIva. Ed è proprio in Emilia Romagna che si preannuncia un’ondata di positività che potrebbe fare da contraltare alle contraddizioni che ancora restano tra il dire e fare sussidiarietà, una sorta di sollevazione di massa delle buone intenzioni per rimarcare a gran voce l’urgenza di impegnarsi – pubblico, privato, singoli cittadini – a collaborare per il bene di tutti con coerenza e convinzione: sabato 27 settembre per il debutto della «Giornata della cittadinanza solidale», da Piacenza a Rimini sono chiamate a scendere in piazza 3.489 associazioni di promozione sociale (oltre un milione di persone), 723 cooperative sociali e più di tremila associazioni di volontariato (quasi 800mila attivisti). Lo scopo è dichiarato nell’invito alla partecipazione: «Anche tu! Cittadino solidale». C’è da augurarsi che ancora una volta tutto non si limiti a slogan e buoni propositi, ma che seguano impegni concreti: potrebbe essere un’occasione di chiamata al risveglio dall’amaro torpore della sfiducia dettata da una crisi di valori e vuoto di senso, un’opportunità per riflettere davvero sulle potenzialità del lavoro di rete e della propensione di ciascuno a spendere tempo e energie quando si tratta di impegnarsi per una buona causa nel sociale, nel servizio alle persone, per la promozione culturale, la tutela ambientale.
 
Social street
 
Motore della Giornata: il governo dell’Emilia Romagna, che con la legge regionale numero 8 del 30 giugno 2014, si è impegnato a «incentivare una nuova stagione della solidarietà e della partecipazione al servizio della collettività e quale occasione di crescita civile della comunità regionale».
«Da più parti ci arrivano sollecitazioni a promuovere nuove forme di volontariato – dice l’assessore alle Politiche sociali, Teresa Marzocchi – e la prima Giornata del cittadino solidale sarà una nuova occasione per metterci alla prova. Certo, non basterà una giornata. Ma può aiutare» riconosce, definendo il Terzo Settore  «un tesoro, un valore aggiunto di cui non possiamo fare a meno. C’è bisogno di fare di più, e meglio, per fare crescere ancora la nostra comunità. Perché sia sempre più comunità di relazione, partecipazione, corresponsabilità». Tra le novità (favorite dal diffondersi del  web), anche le «social street», sorta di strade comunitarie, dove i residenti diventano i protagonisti di una rete eccezionale di comunicazione, di servizi e di attenzioni. Spazio sarà dato anche alle associazioni che concedono nuove forme di microcredito; a quelle che promuovono la nascita di nuovi mercatini dell’usato e gli empori solidali.
In un mondo che diventa ogni giorno più sterile, l'idea che ci sia ancora chi fa apprezzare il semplice,l'essenziale, l'aiuto reciproco per sconfiggere i muri di diffidenza costruiti negli anni è solo da ammirare, ci vogliono forza e tenacia e ogigiorno non è per nulla semplice.
 
 
Fonte: Corriere.solidale
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

MALATTIA PARADONTALE E CORRELAZIONI CON I PROBLEMI PROSTATICI

MALATTIA PARADONTALE E CORRELAZIONI CON I PROBLEMI PROSTATICI

la necessità di prevenzione odontoiatrica negli uomini si fa sempre più importante. Nel seguente articolo ci occuperemo dei problemi sulla salute orale che coinvolgono gli uomini.

L'odontoiatria come più volte detto sul nostro portale abbraccia tutta la medicina. In questo articolo ci rivolgiamo agli uomini, poichè avere una bocca sana potrebbe evitare problemi alla prostata.

Specifichiamo che, le infiammazioni gengivali, non interessano solo il cavo orale, ma può influenzare anche la salute e il buon funzionamento di altri organi, compresa la prostata. Molte patologie nel corpo umano sono correlate a infezioni presenti nella bocca.

La malattia parodontale è causa di numerosi problemi infiammatori in diverse parti del corpo.
Anche nel passato erano già emersi legami tra problemi gengivali e decessi fetali, artrite reumatoide e cardiopatie. E per valutare l'esistenza di un'associazione anche con l'infiammazione della prostata, un problema molto diffuso che peggiora notevolmente la qualità della vita di chi ne soffre è stata condotta una ricerca.

I pazienti che in un primo momento si erano sottoposti ad una biopsia prostatica che aveva portato alla diagnosi di prostatite e a un prelievo di sangue dal quale il livello di antigene specifico prostatico (Psa) risultava aumentato, a indicare una possibile infiammazione o anche un tumore.

I pazienti coinvolti nella ricerca sono stati sottoposti ad alcuni accertamenti.

Analisi accurata delle gengive per valutare la presenza di parodontite e un test dal quale è stato ottenuto un punteggio (Ipss, International prostate symptom score) utile per valutare i sintomi di malattia della prostata.
I pazienti erano affetti da parodontite, da moderata a grave e 21 avevano prostatite assente o lieve anche se 15 avevano tumore prostatico confermato da biopsia.

Dopo un periodo di 4-8 settimane nel quale sono stati effettuati trattamenti efficaci per la parodontite, il 90% dei pazienti coinvolti hanno riferito miglioramenti anche a livello dei sintomi prostatici e del livello di Psa.

Questa ricerca evidenzia che, curare le gengive può ridurre i sintomi della prostatite e migliorare la qualità della vita degli uomini che ne soffrono, augurandosi che la cura della parodontite entri a far parte del trattamento standard della malattia prostatica.

Sono consigliate le visite odontoiatriche ai pazienti che si devono sottoporre a interventi cardiaci, e anche alle donne in gravidanza, non di meno a coloro che hanno problemi metabolici quali diabete





Categorie

Vini e dintorni
Vini e dintorni
artisti
artisti
psicosomatica
psicosomatica
casa
casa
popoli e culture
popoli e culture
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
donna
donna
sesso
sesso
filosofia
filosofia
fisica quantistica
fisica quantistica
astrologia
astrologia
miti e leggende
miti e leggende
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
bonus e incentivi
bonus e incentivi
arte
arte


Leggi Anche..

#NoProfitNoIva, ovvero, quando l'Italia del fare del bene va detassata
Data: 2014-09-01

Malato di cancro conduce (e finanzia) la ricerca su se stesso
Data: 2014-08-28

Un boom per il mondo del volontariato a Latina e provincia. Oltre 220 associazioni realizzano progetti sociali
Data: 2014-08-31

A San Francisco, un doccia-bus per i senzatetto
Data: 2014-07-23

In Emilia Romagna tutti a raccolta i cittadini solidali
Data: 2014-09-02

Non abbiate paura del volontariato
Data: 2014-09-02

Convegno A.C.M.O.
Data: 2015-11-10

Sono sempre pi gli italiani che si curano negli ambulatori gratuiti di associazioni e ong.
Data: 2014-08-31

IL CASO DEL CUORE: REX DALLA CAMPANIA
Data: 2014-09-06





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!