Faredelbene.net



news -> Un boom per il mondo del volontariato a Latina e provincia. Oltre 220 associazioni realizzano progetti sociali


Un boom per il mondo del volontariato a Latina e provincia. Oltre 220 associazioni realizzano progetti sociali




I Centri di Servizio offrono consulenze gratuite alle associazioni per supportare la nascita e il potenziamento

 Sono ben oltre 220 le associazioni della provincia di Latina a cui i centri di servizio per il volontariato del Lazio (Cesv e Spes) hanno fornito servizi nel 2013. Oltre 2.000 le associazioni a livello regionale. 
I Centri di Servizio offrono consulenze gratuite alle associazioni della regione, per supportarne la nascita, il potenziamento dei servizi e la ricerca di nuovi volontari.
 
Tra i progetti sostenuti a Latina e provincia c'è "Scuola e Volontariato", un'iniziativa dei Centri di Servizio, in collaborazione con il MIUR, attiva in tutta la provincia di Latina. L'obiettivo del progetto è quello di avvicinare il mondo della scuola (in particolare gli studenti) a quello delle associazioni di volontariato. Le associazioni che aderiscono al progetto sono circa 70 e i progetti attivi nelle scuole sono divisi nei diversi ambiti di attività delle associzioni (si va dalla donazione di sangue, a tematiche ambientali a integrazione)
Le scuole in cui si è lavorato negli scorsi anni e che sono ancora presenti nel progetto (ISISS Teodosio Rossi di Priverno, Liceo Scientifico Ettore Majorana, Liceo Psicopedagogico Manzoni) riconoscono agli alunni che partecipano alle attività delle associazioni dei crediti formativi. Inoltre i Centri di Servizio propongono alla scuola dei percorsi multimediali sui temi della solidarietà e del volontariato.
 
I progetti che sono stati finanziati direttamente dai CSV nel 2013 sono stati: "Tana libera tutti" presentato dall'associazione Il Ponte di Cisterna di Latina (Laboratorio fotografico per ragazzi in situazione di disagio); il progetto "Buoni come il Miele" dell'associazione Circolo Arcobaleno Legambiente Volontariato (presentato in rete con altre associazioni di Latina: Diaphorà, Aifo) volto ad impiegare ragazzi disabili nel campo dell'allevamento di api e produzione di miele; il progetto "Lavorando la vita ricomincia" dell'Auser comprensorio provinciale Latina rivolto alla popolazione anziana.
 
E ancora il progetto "5 minuti salvavita" dell'associazione Latinacuore che ha dotato molti piccoli comuni della provincia di defibrillatori, addestrando delle persone al loro utilizza e al primo soccorso. 
 
Il progetto "Sulla strada dei Veri Sapori" dell'associazione R2 executive team (in rete con altre associazioni) ha invece consentito la creazione di una mensa sociale nel comune di Cori.
 
«I Centri di Servizio sono per il volontariato, ma soprattutto con il volontariato, a partire da quando le associazioni nascono e devono stendere lo statuto, fino a quando si pongono come interlocutrici dei decisori politici. E sappiamo bene che, se con una magia facessimo sparire i volontari, il tessuto sociale dei nostri territori si dissolverebbe», dice Francesca Danese, presidente di Cesv.
 
«Il volontariato non è solo un aiuto a chi è in difficoltà o un elemento di tutela dei beni comuni, ma anche un motore di sviluppo economico e culturale. Quando cresce, cresce tutta la comunità» aggiunge Renzo Razzano, presidente di Spes.
 
 
Fonte:Il Messaggero 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ‒ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache





Categorie

storia
storia
donna
donna
popoli e culture
popoli e culture
bambini
bambini
religioni
religioni
beneficenza
beneficenza
amore e dintorni
amore e dintorni
sesso
sesso
scuola
scuola
tradizioni
tradizioni
antroposofia
antroposofia
news
news
animali
animali
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
letteratura
letteratura


Leggi Anche..

Caritas per il Nepal. Ecco come aiutarli
Data: 2015-04-25

Cercasi volontario per il Congo
Data: 2016-06-11

Scuola, supplenze 2014/2015: sanzioni per rinuncia, mancata presa servizio, abbandono
Data: 2014-09-06

Pane in attesa, una lodevole iniziativa di beneficenza
Data: 2015-03-04

Sono sempre pi gli italiani che si curano negli ambulatori gratuiti di associazioni e ong.
Data: 2014-08-31

In Emilia Romagna tutti a raccolta i cittadini solidali
Data: 2014-09-02

#NoProfitNoIva, ovvero, quando l'Italia del fare del bene va detassata
Data: 2014-09-01

Malato di cancro conduce (e finanzia) la ricerca su se stesso
Data: 2014-08-28

Convegno A.C.M.O.
Data: 2015-11-10

Un boom per il mondo del volontariato a Latina e provincia. Oltre 220 associazioni realizzano progetti sociali
Data: 2014-08-31





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!