Faredelbene.net



diete -> Dieta, 2 giorni a settimana pausa dai carboidrati per dimagrire il doppio


Dieta, 2 giorni a settimana pausa dai carboidrati per dimagrire il doppio




Per dimagrire sto a dieta tutti i giorni o non mangio carboidrati due giorni a settimana?

A rispondere a questa domanda ci hanno pensato i ricercatori dello University Hospital di South Manchester che hanno condotto uno studio su 115 donne.
Secondo gli studiosi non è necessario stare a contare tutti i giorni le calorie, è sufficiente evitare i carboidrati per due giorni a settimana per poi godere delle gioie del palato per il resto dei giorni.
In base  allo studio si dimagrisce addirittura il doppio rispetto a chi sta sempre a dieta. Sarebbe sufficiente, per i due giorni di penitenza, alimentarsi con carne magra, frutta e verdura.
Alle 115 donne volontarie sono stati riservati tre diversi tipi di dieta. La prima permetteva al massimo 650 calorie giornaliere per due giorni, niente carboidrati come pasta, pane o grassi. Il resto della settimana era consentito gozzovigliare a piacimento.
La seconda dieta aveva le stesse regole della prima, ma non prevedeva un tetto di calorie giornaliero.
La terza invece era una dieta più tradizionale con al massimo 1500 calorie quotidiane, niente alcol o alimenti grassi.
Lo studio non menziona, salvo errore, un particolare regime di attività fisica associata alla dieta.
In sintesi, dopo tre mesi  i ricercatori hanno potuto rilevare che le donne che hanno seguito i primi due tipi di dieta hanno perso mediamente 4 chili, contro i 2 chili di quelle che hanno seguito quella più tradizionale.
Per chi volesse iniziare a dimagrire è bene ricordare che ogni dieta deve essere adattata alle proprie condizioni di salute. Le diete fai-da-te possono rivelarsi dannose, è quindi meglio consultare uno specialista.
Fonte: Lo studio è stato presentato al Breast Cancer Symposium di San Antonio (Usa), www.sciencedaily.com

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ‒ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache



Testo integrale Angelus Papa Francesco

Cari fratelli e sorelle, buongiorno! La pagina del Vangelo di Luca di questa domenica ci mostra Ges che, nel suo cammino verso Gerusalemme, entra nella citt di Gerico. Questa lultima tappa di un viaggio che riassume in s il senso di tutta la vita di Ges, dedicata a cercare e salvare le pecore perdute della casa dIsraele. Ma quanto pi il cammino si avvicina alla meta, tanto pi attorno a Ges si va stringendo un cerchio di ostilit.

Eppure a Gerico accade uno degli eventi pi gioiosi narrati da San Luca: la conversione di Zaccheo. Questuomo una pecora perduta, disprezzato, e uno scomunicato, perch un pubblicano, anzi, il capo dei pubblicani della citt, amico degli odiati occupanti romani, un ladro e uno sfruttatore. Bella figura, eh? E cos.

Impedito dallavvicinarsi a Ges, probabilmente a motivo della sua cattiva fama, ed essendo piccolo di statura, Zaccheo si arrampica su un albero, per poter vedere il Maestro che passa. Questo gesto esteriore, un po ridicolo, esprime per latto interiore delluomo che cerca di portarsi sopra la folla per avere un contatto con Ges. Zaccheo stesso non sa il senso profondo del suo gesto; non sa perch fa questo, ma lo fa; nemmeno osa sperare che possa essere superata la distanza che lo separa dal Signore; si rassegna a vederlo solo di passaggio. Ma Ges, quando arriva vicino a quellalbero, lo chiama per nome: Zaccheo, scendi subito, perch oggi devo fermarmi a casa tua (Lc 19,5). Quelluomo piccolo di statura, respinto da tutti e distante da Ges, come perduto nellanonimato; ma Ges lo chiama, e quel nome, Zaccheo, in quelle lingue di quel tempo, ha un bel significato pieno di allusioni: Zaccheo infatti vuol dire Dio ricorda. E bello: Dio ricorda.

E Ges va nella casa di Zaccheo, suscitando le critiche di tutta la gente di Gerico. Perch anche in quel tempo si chiacchierava tanto, eh? E la gente diceva: Ma come? Con tutte le brave persone che ci sono in citt, va a stare proprio da quel pubblicano? S, perch lui era perduto; e Ges dice: Oggi per questa casa venuta la salvezza, perch anchegli figlio di Abramo (Lc 19,9). In casa di Zaccheo, da quel giorno, entr la gioia, entr la pace, entr la salvezza, entr Ges.

Non c professione o condizione sociale, non c peccato o crimine di alcun genere che possa cancellare dalla memoria e dal cuore di Dio uno solo dei suoi figli. Dio ricorda, sempre, non dimentica nessuno di quelli che ha creato; Lui Padre, sempre in attesa vigile e amorevole di veder rinascere nel cuore del figlio il desiderio del ritorno a casa. E quando riconosce quel desiderio, anche semplicemente accennato, e tante volte quasi incosciente, subito gli accanto, e con il suo perdono gli rende pi lieve il cammino della conversione e del ritorno. Ma guardiamo Zaccheo oggi sullalbero: ridicolo, ma un gesto di salvezza. Ed io dico a te: se tu hai un peso sulla tua coscienza, se tu hai vergogna di tante cose che hai commesso, fermati un po, non spaventarti, pensa che Uno ti aspetta, perch mai ha smesso di ricordarti, di pensarti. E questo il tuo Padre, Dio, Ges che ti aspetta. Arrampicati, come aveva fatto Zaccheo; sali sullalbero della voglia di essere perdonato. Io ti assicuro che non sarai deluso. Ges misericordioso e mai si stanca di perdonare. Ricordartelo bene, eh? Cos Ges.

Fratelli e sorelle, lasciamoci anche noi chiamare per nome da Ges! Nel profondo del cuore, ascoltiamo la sua voce che ci dice: Oggi devo fermarmi a casa tua; io voglio fermarmi a casa tua e nel tuo cuore, cio nella tua vita. E accogliamolo con gioia: Lui pu cambiarci, pu trasformare il nostro cuore di pietra in cuore di carne, pu liberarci dallegoismo e fare della nostra vita un dono damore. Ges pu farlo. Lasciati guardare da Ges.




Categorie

scomode verit
scomode verit
bambini
bambini
pedagogia
pedagogia
animali
animali
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
diete
diete
significato dei colori
significato dei colori
casa
casa
antroposofia
antroposofia
filosofia
filosofia
numerologia
numerologia
miti e leggende
miti e leggende
misteri e paranormale
misteri e paranormale
sesso
sesso
significato sogni
significato sogni


Leggi Anche..

Non farti ingannare dai cibi light
Data: 2014-09-14

Il trucco per non ingrassare, pi calorie a pranzo e meno a cena
Data: 2014-06-28

Domenica
Data: 2014-12-09

Gioved
Data: 2014-12-09

Zenzero per curare lo stomaco e sciogliere il grasso addominale
Data: 2015-01-09

Ferrero risarcisce i consumatori americani. La Nutella non fa bene alla salute!
Data: 2014-07-31

La dieta del limone, disintossicante e dimagrante
Data: 2014-06-13

Dieta alcalina per ridurre l'acidit
Data: 2014-12-11

Marted
Data: 2014-12-09

La dieta per vincere l'anemia
Data: 2014-10-16





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!