Faredelbene.net



animali -> ENPA DI AVELLINO: TROVATE CARCASSE DI ANIMALI MORTI NON PER CAUSE NATURALI.


ENPA DI AVELLINO: TROVATE CARCASSE DI ANIMALI MORTI NON PER CAUSE NATURALI.




ENPA DI AVELLINO: TROVATE CARCASSE DI ANIMALI MORTI NON PER CAUSE NATURALI.

Aiello del Sabato. Venerdi 18 luglio, durante un monitoraggio dei volontari Enpa della sezione di Avellino, venivano rinvenute tre carcasse di animali (due cuccioli di cane e un gatto) in una campagna. Gli animali purtroppo non sono morti per cause naturali. Sul posto è intervenuta anche la Polizia Municipale. Le carcasse sono state portate, come da prassi, dai volontari Enpa all’istituto zooprofilassi per poi essere successivamente inviato alla Procura della Repubblica. L’uccisione di animali è un reato punibile dall’articolo 544-bis. del codice penale, modificato dalla legge 189 del 2004, “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi.” Considerando che la Dichiarazione dei diritti Universali degli animali del 1978 , troppe volte dimenticata, nella premessa enuncia “Considerato che il rispetto degli animali da parte degli uomini è legato al rispetto degli uomini tra loro”. Pertanto, chiunque è capace di atti ignobili come uccidere un animale è in grado di farlo anche nei confronti dei sui simili. Alla luce dei più recenti studi della moderna biologia la "Dichiarazione" propone le norme di un' etica fondata sul diritto all'esistenza di tutte le specie, nel quadro dell'equilibrio naturale. Ne deriva per l'uomo il dovere di rispettare la Vita in tutte le sue forme nel rispetto dell'unità' e, al tempo stesso, della diversità' degli esseri viventi; ne deriva ancora l'impegno ad una lotta pacifica ma ferma per ridurre ed eliminare la sofferenza, la tortura, la distruzione nell'ambito della comunità biologica a cui l'uomo appartiene e dalla quale dipende. Ogni specie, ogni individuo contribuisce, con la sua originalità, ad assicurare la stabilità dinamica della biosfera e dunque la sopravvivenza di tutti i suoi componenti. Ogni specie, ogni individuo possiede dunque diritti naturali ad un'esistenza degna. La specie umana ha invece iniziato un'autoritaria gestione dell'economia biologica, gestione che è assicurata da una continua gerarchizzazione delle specie e degli individui, riferita esclusivamente alle possibilità di un gruppo culturale usato come unità di misura. L'addomesticazione totalitaria della Natura da parte dell'uomo è avvenuta a prezzo di sofferenze, distruzioni e uccisioni di specie ed individui fino a minacciare d'estinzione l'Evoluzione e l'esistenza di tutta la biosfera. Poichè l'uomo ha superato il limite oltre il quale l'equilibrio naturale può essere definitivamente sconvolto, con danno irreversibile anche per la specie umana, è necessario limitare quei diritti sul mondo che l'uomo si è sconsideratamente arrogato. Tale documento è quindi una proposta operativa per un impegno di vita che si realizzi nel rifiuto del consumismo, dello spreco, dello sfruttamento e nella gestione equa delle risorse, nella scelta di beni essenziali nel rispetto dell'equilibrio biosferico sia nel settore produttivo che in campo scientifico, culturale e del tempo libero. “Esseri” simili che commettendo questi atti dimostrano solo di non avere una coscienza e soprattutto una morale. Chiaramente le guardie zoofile Enpa di Avellino guidate dal caponucleo Saverio Capriglione svolgeranno tutte le indagini possibili per consegnare il colpevole di tale gesto , inclassificabile come essere umano, alla giustizia. IL TESORIERE PROVINCIALE Dora Mesolella

Referral ID: 1257



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

Cancro al seno e malattia paradontale : correlazioni

La malattia parodontale è stata costantemente associata con le malattie croniche,  ma vi era una limitata evidenza scientifica di quale fosse il ruolo dei microbi orali nello sviluppo del cancro al seno. Oggi i ricercatori hanno scoperto che le donne in postmenopausa affette da malattia parodontale sarebbero a rischio di sviluppare questo tipo di cancro rispetto alle altre donne.

Il test ha messo sotto esame 73,737 donne, tra i 50-79 non affette da tumore al seno, iscritte originariamente al Women's Health Initiative Observational Study, un campione prospettico di donne in postmenopausa, per determinare i fattori di rischio per prevedere malattie cardiache, tumori e fratture.

Dopo un periodo di follow-up medio di 6.7 anni, sono stati identificati 2.124 casi di cancro al seno. Oltre il 26 per cento delle donne era colpita da malattia parodontale. Secondo i ricercatori, correvano un rischio del 14 per cento più elevato di cancro al seno rispetto alle donne senza. Le ex fumatrici avevano un rischio ancora più elevato di cancro al seno. Tra le donne che avevano smesso di fumare negli ultimi 20 anni, quelle con malattia parodontale avevano un rischio del 36 per cento più elevato di sviluppare la malattia. Quelle affette da malattia parodontale che non avevano mai fumato o avevano smesso più di 20 anni prima avevano rispettivamente un maggior rischio del 6 e dell’8 per cento.

Secondo Jo L. Freudenheim, ricercatore del Department of Epidemiology and Environmental Health presso la State University di New York a Buffalo, esistono diverse spiegazioni possibili che legano malattia parodontale e cancro al seno. Una possibilità è che l'infiammazione sistemica può sorgere con la malattia parodontale e colpire il tessuto del seno, o indirettamente la stessa infiammazione causa una situazione di acidosi che è un fattore predisponente. Un’altra spiegazione possibile è che i batteri dalla bocca possono entrare nel sistema circolatorio e di conseguenza alterare il tessuto mammario.

Sono però necessari molteplici studi per stabilire un nesso di causalità, ha detto Freudenheim: «Se possiamo studiare la malattia parodontale e cancro al seno in altre popolazioni e di fare una ricerca più dettagliata sulle caratteristiche della malattia parodontale, tutto questo ci aiuterebbe a capire se vi è un qualche rapporto ‒ ha dichiarato. C'è ancora molto da capire quale sia l’eventuale ruolo dei batteri della bocca e il cancro al seno».

Nelle donne il cancro al seno è il tumore più diffuso. Dalle ultime statistiche pubblicate dai Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti questa malattia viene diagnosticata ogni anno su oltre 220.000 donne e più di 2.000 uomini. La malattia parodontale è una affezione molto comune, che colpisce quasi la metà della popolazione adulta degli Usa ed è ormai dimostrato il suo legame con ictus , diabete e malattie cardiache





Categorie

numerologia
numerologia
itinerari
itinerari
artisti
artisti
miti e leggende
miti e leggende
animali
animali
curiosit
curiosit
misteri e paranormale
misteri e paranormale
vegan & co.
vegan & co.
scomode verit
scomode verit
tecnologia
tecnologia
simboli e archetipi
simboli e archetipi
musica
musica
stile & bon ton
stile & bon ton
significato dei colori
significato dei colori
beneficenza
beneficenza


Burro: 5 alternative vegetali al di la' della margarina
Data: 2014-06-26

Un uomo riempie di denaro le buche delle lettere in Inghilterra
Data: 2014-06-27

Donne lunatiche e incostanti? una risorsa
Data: 2015-03-24

Zucca: le propriet e i benefici della regina d'autunno
Data: 2014-07-23

HIV Quello che c' da sapere
Data: 2014-09-25

I cibi che possono causare il mal di testa
Data: 2014-07-16

Le meravigliose propriet del sedano
Data: 2015-05-04

Il piacere del mangiare i legumi
Data: 2015-04-13

Omosessualit
Data: 2014-11-07

Affittano utero, poi si tengono il figlio "buono" e scartano il gemello down
Data: 2014-08-02





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!