Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> Ciliegie: depurative, disintossicanti e diuretiche


Ciliegie: depurative, disintossicanti e diuretiche




Le ciliegie sono un toccasana per il benessere

La ciliegia fresca ha proprietà depurative e disintossicanti, oltre a quelle diuretiche  e lassative che fanno della ciliegia un frutto molto utile in caso di gonfiore a livello addominale. Grazie alla presenza dei flavonoidi, in combinazione con le vitamine A e C, l'assunzione di ciliegie stimola la produzione di collagene, apportando così innumerevoli benefici alla nostra pelle. Da sottolineare la presenza di acido malico, che, con le sue proprietà, è in grado di favorire la digestione degli zuccheri e l'attività epatica. Negli ultimi tempi le ciliegie sono state oggetto di studio da parte dell'Università del Texas, in quanto si ritiene che abbiano proprietà in grado di favorire il sonno; pare infatti che la melatonina, presente nelle ciliegie in buona quantità, abbia appunto questa proprietà.
In ultimo ribadiamo gli importanti benefici che il consumo di ciliegie apporta al cuore ed al sistema circolatorio in generale; è stato infatti confermato, in base ad esperimenti su topi svoltisi nel Michigan (USA), che il loro consumo ridurrebbe di molto la percentuale di colesterolo nel nostro organismo grazie alla presenza di sostanze antiossidanti.

Controindicazioni
Per i bambini al di sotto dei tre anni è vivamente sconsigliato cibarsi di questo frutto in quantità abbondanti; a quell'età, infatti, l'effetto lassativo delle ciliegie, potrebbe risultare troppo forte, cosa che non succede in età adulta.Si consiglia anche di non bere acqua dopo aver mangiato molte ciliegie, questo perché la ciliegia è un frutto già ricco di acqua di per se; aggiungerne altra subito dopo potrebbe arrecare qualche "problemino", anche digestivo.Molto spesso si dice che siano un frutto "luculliano": questo perché furono introdotte in Italia da Lucullo.Mentre le acquistiamo controlliamo che abbiano una consistenza soda e siano prive di ammaccature; è importante che abbiano ancora il peduncolo ( o picciolo) e che questo abbia una colore verde vivo, sintomo di freschezza.I peduncoli delle ciliegie vengono anche utilizzati per la preparazione di infusi ad effetto diuretico.Una volta lavate possono essere conservate in frigorifero per tre giorni, qualche giorno in più se si avvolgono in un canovaccio ed inserite successivamente in un sacchetto aperto alla sommità.Le ciliegie, soprattutto le varietà acide, risultano essere un frutto particolarmente dissetante e con un buon indice di sazietà.Il maraschino, un ottimo liquore dal colore bianco prodotto soprattutto in Italia, si ottiene dalla distillazione di questo frutto, in particolare dal genere delle marasche.Anche in cosmesi si approfitta delle proprietà benefiche di questo frutto per portare benefici alla pelle; infatti la sua polpa viene impiegata come rinfrescante su pelli irritate.Il nome latino "Avium", in italiano "uccello", sta ad indicare che la propagazione dei semi, i cosiddetti nocciolini, avviene soprattutto ad opera appunto dei volatili che ne sono molto golosi.Il suo legno viene anche utilizzato per la fabbricazione di mobili e pipe.

Da nord a sud dell'Italia, la ciliegia è indicata in molti dialetti col termine "cerasa" che deriva dal latino "cerasum" che significa appunto ciliegia.

Fonte mr-loto

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

psicosomatica
psicosomatica
curiosit
curiosit
lingua italiana
lingua italiana
mamme
mamme
animali
animali
news
news
scomode verit
scomode verit
fisica quantistica
fisica quantistica
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
cucina
cucina
bambini
bambini
astronomia
astronomia
pedagogia
pedagogia
Vini e dintorni
Vini e dintorni
io non ci sto
io non ci sto


Le ferite emotive dell'infanzia che influenzano la nostra vita da adulti
Data: 2015-06-09

Cellulite? Contrastala... di corsa
Data: 2014-07-23

Un giovane rischia di affogare ma i cani bagnino lo salvano
Data: 2014-08-09

Rimedi naturali per curare il mal di gola nei bambini
Data: 2014-09-29

Le meravigliose propriet del sedano
Data: 2015-05-04

Ebola, medico e infermiera curati con Zmapp dimessi dallospedale
Data: 2014-08-22

Segnalato un caso di Chikungunya in provincia di Modena
Data: 2014-08-18

Frutta secca per tutti
Data: 2014-07-22

Mal di gola e intestino: c una relazione?
Data: 2015-03-04

Obesit infantile: come combatterla
Data: 2014-07-23





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!