Faredelbene.net



volontariato -> BORSA DI STUDIO LINO CALABRIA V EDIZIONE


BORSA DI STUDIO LINO CALABRIA V EDIZIONE




descrizione

Una borsa di studio è un finanziamento agli studi che viene concesso a studenti meritevoli, per vari motivi, tra cui nel caso che non dispongano di adeguato sostegno economico da parte della propria famiglia.

dettaglio

La Borsa di studio “Lino Calabria”  giunta quest'anno alla quinta edizione  è finanziata dal Dottor Ennio Calabria.
Di seguito invito e regolamento della borsa di studio inviata dallo stesso Dottor Calabria ai Dirigenti Scolastici delle scuole superiori di secondo grado di Lamezia Terme.


                                                                                                                                                                                                                                                                                            Ai dirigenti scolastici    
                                                                                                                                                                                                                                                                                           delle scuole superiori di secondo grado di Lamezia Terme

                                                                                                                                                                                                                                                                                           Liceo classico
                                                                                                                                                                                                                                                                                           Liceo scientifico
                                                                                                                                                                                                                                                                                           Liceo linguistico Campanella  
                                                                                                                                                                                                                                                                                           ITE De Fazio
                                                                                                                                                                                                                                                                                           ITG
                                                                                                                                                                                                                                                                                           IPSCT Einaudi
                                                                                                                                                                                                                                                                                           ITIS
                                                                                                                                                                                                                                                                                           IPSIA


Eg.Sig. Dirigente scolastico,
Le trasmetto il Regolamento della  Borsa di studio “Lino Calabria” che intendo, con la collaborazione  delle scuole superiori di Lamezia Terme, assegnare anche in quest’anno scolastico per consentire ad un alunno, meritevole ma con gravissime difficoltà economiche, di poter a mie spese frequentare con profitto una facoltà universitaria calabrese.
Le scuole che intendono partecipare devono soltanto farmi pervenire compilato il modello-tipo allegato, all’indirizzo del mio studio professionale :
“dr. ENNIO CALABRIA, via A. Volta, 88046 Lamezia Terme “,
entro e non oltre le ore 12 del giorno 31 luglio 2014, in busta chiusa sigillata,  con la dicitura “Borsa di Studio Lino Calabria ”.
Come vedrà, io ho contattato tutte le scuole superiori di secondo grado di Lamezia Terme, e ritengo che il Regolamento chiarisca abbastanza i miei intendimenti, per realizzare i quali ho bisogno delle proposte delle scuole, le quali ben conoscono di fatto, e non in maniera burocratica, l’eventuale nominativo di un alunno/a che pur capace e meritevole, non ha i mezzi economici per poter frequentare l’università.
La scelta la effettuerò motivatamente sulla base delle proposte che riceverò, fosse anche una sola. La borsa di studio sarà corrisposta per il tempo necessario a seconda che la facoltà preveda la laurea in cinque o sei anni di corso, e sarà interrotta nel momento in cui lo studente non completi gli esami previsti nel suo piano di studi per ciascun anno di corso.
Sicuro che vorrete collaborare alla mia iniziativa benefica che potrebbe, mi auguro, essere imitata da iniziative analoghe di altre persone, Vi porgo i migliori saluti

                                                                                    Dr Ennio Calabria
         


                         REGOLAMENTO BORSA DI STUDIO “LINO CALABRIA”

1)Viene istituita la borsa di studio “Lino Calabria” destinata ad uno studente che intende iscriversi ad una facoltà di una Università calabrese , Unical CS, Magna Grecia CZ, Mediterranea RC, e che possiede i requisiti appresso specificati. La borsa di studio coprirà le spese per la frequenza di una facoltà universitaria, includendo vitto, alloggio, tasse universitarie e costo dei libri di testo.

2) La borsa di studio avrà la durata di anni  cinque o sei, a seconda della facoltà frequentata, e sarà versata al beneficiario a condizione che gli esami previsti nel piano di studi ogni anno vengano regolarmente superati e la laurea sia ottenuta senza andare “fuori corso”. Le modalità di liquidazione della borsa saranno specificate al beneficiario nel momento della assegnazione.

3) I requisiti per ottenere la borsa di studio sono i seguenti : merito scolastico e indigenza della famiglia che impedisce la frequenza di una facoltà universitaria. Entrambi i requisiti verranno accertati e dichiarati dalle scuole secondarie di secondo grado di Lamezia Terme , osservando le modalità specificate dal promotore della iniziativa benefica, dott. Ennio Calabria.

4) Ogni scuola secondaria che intenderà partecipare all’iniziativa di assegnazione segnalerà al dott. Calabria il nominativo di un solo alunno che nel corrente anno scolastico   ha superato gli esami di Stato (cd proposta). Tale proposta (redatta sull’allegato  modello-tipo ),  accompagnata da una relazione del consiglio di classe, deve essere approvata alla unanimità dai docenti componenti e dal dirigente scolastico. Essi  motiveranno la loro proposta considerati i due requisiti sopra richiamati, prendendo  in considerazione e spiegando fatti a conoscenza dei docenti che nel corso dei cinque anni di frequenza hanno avuto modo di considerare l’impegno e le competenze dell’alunno (cd merito scolastico) e l’indigenza della famiglia che impedisce  l’iscrizione e/o la frequenza di una facoltà universitaria.

5) La proposta di ciascuna scuola non dovrà necessariamente basarsi sul voto riportato nell’esame finale così come sulla media riportata ottenendo la promozione in ognuno dei cinque anni di frequenza. Né la scuola dovrà accertare l’indigenza familiare attraverso documentazione scritta. Può infatti ben darsi che un alunno molto meritevole non ottenga in sede di esame finale il voto massimo per decisione discutibile della commissione di esame. Allo stesso modo nessuna certificazione del reddito (dichiarazione dei redditi, modello ISEE…)  potrà  sostituire la conoscenza diretta dei docenti che in cinque anni hanno osservato e registrato le “difficoltà” economiche di uno studente per come si sono manifestate di fatto e concretamente. E’ evidente cioè che l’utilizzo di un costoso cellulare contrasta con l’indigenza familiare manifestata attraverso la dichiarazione dei redditi o con lo stato di disoccupazione, così come l’impossibilità di partecipare ad un viaggio d’istruzione sia indicativo di un effettivo stato d’indigenza.

6) Ogni scuola che parteciperà alla iniziativa sotto la guida del proprio dirigente elaborerà liberamente propri criteri di scelta per formulare la proposta , che dovrà essere unanime e onesta, essenziale essendo la motivazione redatta dal consiglio di classe senza l’astensione o il voto contrario  dei docenti che ne fanno parte.

7) Ricevuta dalle scuole partecipanti la rosa dei nominativi degli alunni prescelti, il dott. Calabria effettuerà, a suo insindacabile giudizio, la designazione di un unico beneficiario sulla base di propri criteri, avvalendosi di eventuali colloqui con i designati, dell’ausilio di apposita commissione oppure decidendo di effettuare pubblico sorteggio.


……………………………………………………………………………………………………
intestazione scuola

PROPOSTA e RELAZIONE

Il consiglio della classe…………..sez……..ALLA UNANIMITA’ segnala l’alunno/a
…………………………………………………………………………………………………….

recapito e n° tel……………………………………………………………………………………………………………………………..
per essere inserito nella rosa della Borsa di studio “LINO CALABRIA” a.s. 2013/14.
I requisiti che l’allievo/a possiede sono i seguenti : 1) Capace e meritevole per impegno e risultati scolastici nei cinque anni ; 2) Condizioni familiari economiche disagiate che rendono impossibile la sua frequenza universitaria.
           

  Si allega a parte una RELAZIONE contenente la MOTIVAZIONE della PROPOSTA. In essa vanno illustrati i fatti, le circostanze,gli elementi a conoscenza dei docenti che validano i requisiti dell’alunno/a e lo/a rendono meritevole di beneficiare della Borsa di studio.

Quest'anno sono prese in considerazione segnalazioni di situazioni delicate da parte delle parrocchie del comprensorio lametino


 

 

Autore: 1356 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

attualit
attualit
vegan & co.
vegan & co.
astronomia
astronomia
mamme
mamme
simboli e archetipi
simboli e archetipi
miti e leggende
miti e leggende
riflessioni
riflessioni
news
news
bonus e incentivi
bonus e incentivi
pedagogia
pedagogia
musica
musica
scuola
scuola
significato dei colori
significato dei colori
casa
casa
tradizioni
tradizioni


Un uomo riempie di denaro le buche delle lettere in Inghilterra
Data: 2014-06-27

Omosessualit
Data: 2014-11-07

Ebola, medico e infermiera curati con Zmapp dimessi dallospedale
Data: 2014-08-22

Mal di gola e intestino: c una relazione?
Data: 2015-03-04

Il coraggio insito in noi
Data: 2014-08-23

Segnalato un caso di Chikungunya in provincia di Modena
Data: 2014-08-18

Le ferite emotive dell'infanzia che influenzano la nostra vita da adulti
Data: 2015-06-09

Bonus Beb 2014: ecco per le mamme 300 euro al mese
Data: 2014-09-06

Cellulite? Contrastala... di corsa
Data: 2014-07-23

Un giovane rischia di affogare ma i cani bagnino lo salvano
Data: 2014-08-09





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!