Faredelbene.net



volontariato -> PER LE MAMME:INFORMAZIONI UTILI SUI DENTI DA LATTE


PER LE MAMME:INFORMAZIONI UTILI SUI DENTI DA LATTE




Care mamme, quante informazione utili avete sui denti da latte?

 

I primi denti  a comparire sono i denti da latte, destinati poi a cadere. L’essere umano ha due dentature, quella da latte o decidua e quella permanente. I denti da latte vengono chiamati cosi per il loro colore molto bianco, questi sono 20, (di numero inferiore rispetto alla dentatura permanente che è di 32 ).

E' molto importante conservare i denti da latte del vostro bambino. In pratica, il dentino perso viene congelato e conservato a basso costo per oltre vent’anni. In attesa che la ricerca sulle cellule staminali dica come e quando poterlo riutilizzare per creare nuovi tessuti e nuovi denti. Limitando sempre più l’uso di materiali sintetici. La metodica comporta l’utilizzo di un laser che permette di effettuare sul dente alcuni fori affinché sia possibile rimuovere, in modo preciso e selettivo, porzioni di smalto dentale senza il rischio di asportare, lacerare o surriscaldare la polpa dentale. Le cellule staminali estratte da un dente presentano una capacità replicativa nelle colture cellulari simile a quella delle cellule fresche, non crioconservate

I genitori, dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di conservare quei denti. Recenti studi scientifici hanno scoperto che conservare denti da latte può comportare importanti benefici per la salute, altri studi sui neonati nel loro primo anno di vita hanno confermato un legame fra una serie di disturbi ed il fastidioso singhiozzo dopo pasto.

I denti da latte contengono cellule staminali all’interno della polpa dentale. Le cellule staminali possono rigenerare in neuroni, ossa e cartilagine, e alcune cellule cardiache riparando il tessuto cardiaco danneggiato.

Le staminali adulte sono cellule che costantemente contribuiscono a riparare e rigenerare i nostri tessuti; una cellula staminale è infatti capace di differenziarsi e creare nuove cellule specializzate in grado di rimpiazzare le cellule morte. Le staminali adulte sono presenti in tutti i tessuti, ma quelle più studiate, perché più facilmente isolabili e conservabili, sono quelle presenti nel sangue cordonale, aspirato alla nascita dal “cordone ombelicale”, e nel “midollo osseo”, contenuto all’interno di tutte le ossa umane.

In breve, queste cellule staminali possono aiutare a curare una miriade di malattie che possono colpire i bambini. Le malattie come il morbo di Hodgkin, leucemia e mieloma multiplo, una volta essere trattati solo con il trapianto dolorose midollo osseo (e procedure invasive simili), grazie ai staminali del bambino come quelle che si trovano nei denti.

Molti genitori negli ultimi decenni hanno raccolto le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale, da dopo la nascita del loro bambino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spunta il primo dentino?

 

Per i primi denti dei bambini è meglio usare i rimedi naturali, ideali per la salute di denti e gengive.

Come affrontare il dolore dei primi denti dei bambini senza farmaci

Avere denti sani e ben allineati è importante per tanti motivi, sia funzionali che estetici. Una dentatura sana permette di sminuzzare efficacemente il cibo e di digerirlo con facilità. Inoltre evita negli anni dolori articolari dovuti a mal occlusioni e cioè a una non perfetta corrispondenza tra le arcate dentarie inferiori e superiori. Questo spiega perché dobbiamo controllare la crescita e lo sviluppo dei denti fin dalla più tenera età. I primi denti che fanno capolino nella bocca di un bambino sono gli incisivi centrali, prima gli inferiori e poi i superiori, che erompono tra i 6 e i 10 mesi d'età. Tra gli 11 e i 12 mesi fanno la loro comparsa gli incisivi laterali, prima superiori e poi gli inferiori. A 18 mesi spuntano i primi molari, a 20 mesi i canini e a 24 mesi i secondi molari. Sono i denti da latte (o decidui) che verranno successivamente sostituiti con i denti permanenti, più grandi e definitivi. L'eruzione dei denti si accompagna in genere a gengive gonfie e infiammate e a salivazione abbondante; spesso si osservano in concomitanza altri piccoli disturbi come irritabilità, insonnia, diarrea, inappetenza, febbre e abbassamento delle difese immunitarie, che possono a loro volta favorire anche bronchiti e otiti. In questi casi i rimedi naturali ci danno una mano.

I rimedi naturali per i primi denti dei bambini;

- L'omeopatia consiglia di somministrare Chamomilla 3 DH, 20 gocce secondo necessità, o Chamomilla 15 CH, 3 granuli 4-5 volte al giorno, quando si manifestano forti dolori, le gengive sono molto arrossate e infiammate, l'umore è irritabile e le feci sono giallo-verdi in presenza di muco.

 

- Quando il bambino ha la febbre alta, il viso arrossato, suda copiosamente e ha le gengive lucide e arrossate, si può utilizzare Atropa belladonna 9 CH, 3 granuli anche ogni 2-3 ore, fino a miglioramento.

 

- Un po' di sollievo alle gengive doloranti si procura col miele rosato, che ha proprietà astringenti ed emollienti. Si tratta di miele depurato con aggiunta di estratto di rosa. Importante: è bene non prepararlo in casa, ma acquistarlo in farmacia: in alcuni mieli di tipo artigianale potrebbe essere presente una tossina, innocua per gli adulti ma pericolosa per i bambini fino a un anno di età. Il miele rosato può essere applicato più volte durante il giorno

Autore: 1356 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

beneficenza
beneficenza
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
curiosit
curiosit
psicologia
psicologia
itinerari
itinerari
autismo
autismo
io non ci sto
io non ci sto
popoli e culture
popoli e culture
donna
donna
astrologia
astrologia
lingua italiana
lingua italiana
simboli e archetipi
simboli e archetipi
filosofia
filosofia
tecnologia
tecnologia
bonus e incentivi
bonus e incentivi


Affittano utero, poi si tengono il figlio "buono" e scartano il gemello down
Data: 2014-08-02

Tisana salvia e rosmarino, ricetta del buonumore
Data: 2014-09-10

Un uomo riempie di denaro le buche delle lettere in Inghilterra
Data: 2014-06-27

Mangiare formaggio aiuta a dimagrire.
Data: 2015-04-23

Ebola, medico e infermiera curati con Zmapp dimessi dallospedale
Data: 2014-08-22

Jihadisti decapitano reporter americano
Data: 2014-08-20

Il coraggio insito in noi
Data: 2014-08-23

Omosessualit
Data: 2014-11-07

"Super Pazienti",non si ammalano di AIDS
Data: 2014-07-17

Frutta secca per tutti
Data: 2014-07-22





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!