Faredelbene.net



spiritualit ed esoterismo -> consapevolezza -> Che cosa sono le Forme-pensiero


Che cosa sono le Forme-pensiero




Che sia la mente a creare è ormai assodato dalla scienza, dalla filosofia e anche dalla religione. Il Creatore, ogni creatore, crea proiettando il progetto della propria creazione fino a concretizzarlo in una forma materiale.

La forma materiale, tuttavia, non è che l’ultima e più densa manifestazione in cui la creazione appare. Prima di diventare materiale e concreta una forma è costruita sui piani della mente dove un’idea, una nuova idea, si sviluppa e riveste di concetti sempre più consolidati fino a divenire un progetto strutturato, che prende il nome di: “Forma-pensiero”.

Una Forma-pensiero può influenzare in modo negativo o positivo. Può servire a controllare o far evolvere l’intera umanità.
Per questo motivo è di estrema importanza saper formulare e sostenere Forme-pensiero costruttive in senso evolutivo, atte a manifestare il Piano Divino unificando l’Umanità e valorizzandone il patrimonio creativo.
Costruire Forme-pensiero capaci di resistere nel tempo e di influenzare o cambiare la mentalità degli individui è l’Arte magica per eccellenza.

Siamo abituati a credere che le “cose” abbiano una loro caratteristica intrinseca, ma non è così nella realtà.

Il Proposito Divino origina, nelle dimensioni spirituali, i 22 Archetipi o prototipi di tutte le possibili forme di manifestazione materiale. Ogni idea recepita mediante l'intuizione, che è il modo più corretto di captare gli Archetipi Divini, viene precipitata nella mente dell'individuo per costruire una Forma-pensiero adeguata e coerente. Le forme, dunque, siano esse mentali come i pensieri, emotive come le emozioni e i sentimenti, o materiali come le azioni e le cose, sono il riflesso o manifestazione nel piano Fisico denso di un Archetipo che è stato formulato nella mente da un'Anima incarnata, ossia, da un individuo pensante.

Questa “magia” avviene per tutte le forme del mondo manifesto. Se le Forme-pensiero archetipiche non fossero costantemente mantenute in essere dall’attenzione del Pensatore Divino e sostenute dai pensatori mediante il patrimonio culturale e lei credenze che condizionano, in modo positivo o negativo, il Genere umano, nulla sarebbe manifestato. In questo senso, noi siamo i co-creatori del nostro habitat.

Gli elementi della “Tavola periodica” esistono in quanto condensazioni delle Forme-pensiero che li sottendono. Per creare un nuovo elemento, rispondente a determinate qualità e caratteristiche, occorrerebbe pensare nuove aggregazioni atomico-molecolari  e saper attrarre adeguata energia, forza e sostanza per mantenerle vive e potenti.

La Fisica quantistica ci dice che l’osservatore influenza l’osservato mediante l’aspettativa sull’osservazione. Essa conferma, in modo scientifico, quello che la Saggezza Antica ha, da sempre, sostenuto con l’assioma: “L’energia segue il pensiero”.

Un pensiero strutturato, ossia, una Forma-pensiero, attrae a sé energia pensante, forza magnetica emotiva e sostanza eterica vitale, fino a  concretizzarsi in una forma del piano fisico denso, visibile e fruibile dai nostri sensi.

Perché sia tale, tuttavia, occorre che la Forma-pensiero venga rafforzata e mantenuta in vita dall’apporto energetico di un vasto numero di individui che aderiscono, per attrazione magnetica, a quella forma, mediante credenza, convinzione, suggestione, desiderio, ideologia, fede ed altre forme di attaccamento emotivo-mentali.

E' la credenza comune a mantenere in una certa forma, qualità, caratteristica o efficacia una "cosa", sia essa fisica, emotiva o mentale.

Se pensiamo in termini di salute, un farmaco o una cura, saranno efficaci in base al consenso o alla credibilità che saranno stati costruiti su di essi. Spostandoci sul piano della comunicazione di massa, un messaggio mediatico avrà efficacia in base alla penetrazione nel corpo emotivo e mentale delle persone. Così sarà per un pensiero filosofico, una teoria scientifica, una ideologia politica o fede religiosa.
L’adesione collettiva ad un sistema di riferimento comune, creerà il Codice, la Legge, il Linguaggio, la modalità di Scambio socio-economico di una Nazione o dell’intero Pianeta.

Se venisse cambiata la mentalità comune, anche le qualità delle forme connesse, cambierebbero.

La mentalità comune è, a sua volta, costruita e alimentata attraverso la ripetizione costante di Forme-pensiero emanate da chi ora ha la forza di imporle, detenendo il controllo dei mezzi di comunicazione e dei centri di potere economico-finanziario. In questo modo il cerchio si chiude in un corto-circuito condizionante l’intero Genere umano, verso una massificazione materialistica delirante. Una vera "agonia" del consumo e della mercificazione.

E’ la classica situazione del cane che si morde la coda.
Come uscirne?

Noi proponiamo di sostituire le vecchie Forme-pensiero che condizionano negativamente l'attuale civiltà, formulando nella mente e sostenendo nel proprio cuore le nuove Forme-pensiero che plasmeranno l'era Aquariana, in modo che diventino patrimonio comune e penetrino le masse fino a farle giungere al punto critico oltre il quale, il cambiamento diverrà repentino e inarrestabile.

La qualità intrinseca dell’energia di Aquarius è la libera espressione della creatività nella partecipazione al bene collettivo attraverso la coscienza di gruppo.

Chiediamo, quindi, a tutti gli individui che non subiscono i condizionamenti delle vecchie forme e sanno focalizzare le proprie menti, mossi da intenti impersonali, di unirsi nel formulare e sostenere le Forme-pensiero che verranno proposte da noi, o da altre organizzazioni consimili, in modo da creare una rete di connessioni consapevoli, per il Risveglio delle coscienze e l’armonizzazione delle attività umane.

Con questo intento cerchiamo la condivisione degli altri movimenti e delle associazioni orientate alla grande opera di rinnovamento epocale.

Fonte fraternity.it/

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

vegan & co.
vegan & co.
scuola
scuola
storia
storia
autismo
autismo
pedagogia
pedagogia
medicina naturale
medicina naturale
miti e leggende
miti e leggende
news
news
bambini
bambini
cucina
cucina
bonus e incentivi
bonus e incentivi
musica
musica
artisti
artisti
sesso
sesso
casa
casa


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!