Faredelbene.net



spiritualit ed esoterismo -> consapevolezza -> Vista Interiore


Vista Interiore




Vedere con gli occhi dello Spirito, questo consente di andare oltre ciò che si chiama Illusione.

Quando guardiamo con gli occhi non vediamo veramente, ma costruiamo una realtà percettiva che dipende dalla nostra esperienza, dai nostri condizionamenti, da ciò che che la famiglia e la società ci ha sempre detto che dobbiamo vedere; da ciò che per loro è giusto vedere. Ciò che crediamo essere reale è una costruzione del nostro cervello, che trasforma gli stimoli dell’organo occhio in immagini. Ma da dove vengono queste immagini? Tutta finzione! Un bellissimo Paese dei Balocchi che nasconde dell’altro. Quando guardiamo qualcosa non la stiamo vedendo, è tutta fantasia, viviamo in un ologramma e crediamo di essere liberi, di conoscere la Verità. Invece siamo prigionieri di noi stessi, come se avessimo perennemente addosso degli occhiali, con cui distorciamo la realtà.

I nostri occhi ci ingannano. Se la mente con i suoi pensieri fa di tutto per confonderci, gli occhi lo fanno ancora di più.

La vista è diventato il senso più importante per l’uomo moderno, forse l’unico che usiamo; il tatto, l’udito, il gusto e l’olfatto non sono più così sensibili. Praticamente ci stiamo affidando ad uno strumento che non è funzionale, o perlomeno, non è l’unico su cui possiamo contare. Come se scendessimo di notte da una strada tortuosa con una bici affidandoci solo al fanale che illumina i metri davanti a noi. Ma è necessario usare anche lo sterzo, i freni, e avere delle buone gomme per arrivare in basso senza esserci spaccati qualche osso.

L’Uomo che si sta evolvendo dovrà fare una scelta importante. Dovrà scegliere se continuare a vedere intorno a Sé illusioni oppure fare un salto nella Realtà. Ma come farlo se sono gli stessi occhi ad ingannarci?

In un film di Tornatore, Nuovo Cinema Paradiso, questo era spiegato molto bene: -“Da quando ho perso la vista, ci vedo di più”- quello che diceva il vecchio Alfredo al suo piccolo amico Totò, dopo essere stato ferito in un incendio.

Chiudete gli occhi e diventate ciechi a quello che è esterno a Voi, perché non esiste nulla là fuori. Guardatevi dentro finalmente.

Sentirete qual’è il suono che governa il Mondo, l’odore dei fiori che parlano di Voi, e percepirete sulla pelle il Vento che vi racconta di storie lontane, che voi avevate dimenticato. Gusterete il sapore della Vita, che è dolce come Miele.

Osservate l’Universo che avete dentro, studiatelo, contate le Stelle e le Galassie, analizzate la loro forma, viaggiate da Pianeta in Pianeta. Adesso è arrivato il tempo di spegnere la Luce fuori, chiudere questo palcoscenico su cui abbiamo vissuto per tanto tempo, questo teatrino che ora sta cadendo; ma non capite che non c’è nessuno a guardarvi fermi nel traffico, affannarvi per il lavoro, arrabbiarvi con il vicino o fare le code per l’ultimo iPhone? Nessun pubblico a seguire queste scene.

Lo spettacolo è finito come dicevo nel mio ultimo post 1000 MASCHERE. Adesso torniamo in camerino, accendiamo le lampadine attorno allo specchio e togliamo il trucco. Ci guardiamo come mai avevamo fatto prima. Stiamo per saltare nella Vita. E’ ormai l’Alba, fuori dal teatro ci aspetta un nuovo giorno. Veramente nuovo, perché un Sole così non l’abbiamo mai vissuto. E prima di uscire alla Luce, ci diamo uno sguardo pulito, limpido, per avere idea di chi siamo, per vedere il volto che si nascondeva dietro a così tante maschere.

Quest’Illusione finirà solo se vi fiderete di Voi stessi e di quello che vedrete dentro.

Cominciate questo Viaggio, solo sappiate non si torna più indietro. Quando il palcoscenico chiude, la Vita inizia.

Fonte http://lagiostradelsole.com/

 

Referral ID: 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

misteri e paranormale
misteri e paranormale
vegan & co.
vegan & co.
medicina naturale
medicina naturale
letteratura
letteratura
popoli e culture
popoli e culture
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
riflessioni
riflessioni
autismo
autismo
animali
animali
arte
arte
scienza
scienza
casa
casa
bambini
bambini
fisica quantistica
fisica quantistica
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!