Faredelbene.net



spiritualit ed esoterismo -> La legge del sentiero - Sri Aurobindo -Meditazione


La legge del sentiero - Sri Aurobindo -Meditazione




Innanzitutto sii sicuro del richiamo e della risposta della tua anima. Perché se il richiamo non è quello vero, se non è il tocco dei poteri di Dio o la voce dei suoi messaggeri, ma la lusinga del tuo ego, la conclusione del tuo tentativo sarà un misero fiasco spirituale o anche un grande disastro.
E se non è il fervore dell’anima, ma solo l’assenso o l’interesse della mente che risponde ai richiami divini, o se è soltanto il desiderio della vita inferiore che si aggrappa a qualche attrazione secondaria dei frutti del potere o dei piaceri dello Yoga, o se è soltanto un’emozione passeggera che si alza come una fiamma instabile mossa dall’intensità della Voce, o dalla sua dolcezza e grandezza, anche allora il difficile sentiero dello Yoga può essere per te poco sicuro.
Gli strumenti esteriori dell’uomo mortale non hanno la forza di condurlo attraverso i severi ardori di questo viaggio spirituale e di questa titanica battaglia interiore, di affrontarne le prove terribili e inflessibili, o dargli la forza di affrontarne e superarne i pericoli sottili e formidabili. Solo la ferma e augusta volontà del suo spirito e il fuoco inestinguibile dell’ardore invincibile della sua anima sono all’altezza di questa difficile trasformazione e di questa impresa altamente improbabile.

Non illuderti che la via sia facile: la via è lunga, ardua, pericolosa, difficile. Ad ogni passo un’imboscata, ad ogni svolta un precipizio. Migliaia di nemici visibili o invisibili si muoveranno contro di te, terribili nella loro sottigliezza contro la tua ignoranza, formidabili nella loro forza contro la tua debolezza. Quando, con molto dolore, li avrai distrutti, altre migliaia sorgeranno a prenderne il posto. L’Inferno vomiterà le proprie orde per opporsi a te, accerchiarti, ferirti e minacciarti; il Cielo ti verrà incontro con i suoi esami spietati e i suoi freddi, luminosi dinieghi. Ti troverai solo nella tua angoscia, con i demoni furiosi sul tuo cammino, con gli Dei indifferenti sopra di te. Antichi, potentissimi, crudeli, mai sconfitti, vicini e innumerevoli sono i Poteri oscuri e terribili che traggono profitto dal regno della Notte e dell’Ignoranza, che non vogliono il cambiamento e sono ostili.

Distanti, lenti ad arrivare, remoti, rari e brevi nello loro visite sono gli Esseri Luminosi che sono disponibili, o ai quali è consentito, venire in soccorso. Ogni passo in avanti è una battaglia. Ci sono discese a precipizio, ascese interminabili e vette sempre più alte da conquistare. Ogni altopiano conquistato non è che un momento del percorso e rivela dietro sé altezze interminabili. Ogni vittoria che credi essere l’ultimo trionfale combattimento si rivela non essere che il preludio di cento battaglie feroci e rischiose. Ma tu dici che la mano di Dio sarà con te e la Madre Divina ti sarà vicina col sorriso grazioso di soccorso? E non sai dunque che la grazia di Dio è più difficile da avere o conservare del nettare degli Immortali o i tesori inestimabili del Kuvera? Domanda ai suoi prescelti e loro ti diranno quanto spesso l’Eterno ha coperto loro il suo volto, quante volte si è ritirato da loro dietro il proprio velo misterioso e loro si sono trovati soli nella morsa dell’Inferno, abbandonati nell’orrore dell’oscurità, nudi ed indifesi nell’angoscia della battaglia. E se anche si percepisce dietro il velo la sua presenza, è come il sole d’inverno dietro le nubi, che non salva dalla pioggia, dalla neve, dalla rovinosa tempesta, dal freddo pungente, dal grigiore di un’atmosfera carica di tristezza e da una grigia, opprimente stanchezza.

Senza dubbio l’aiuto è presente anche quando sembra sia stato ritirato, ma rimane comunque l’apparenza di una notte totale, senza sole a venire e senza stella della speranza che attraversi l’oscurità. Bello è il volto della Madre Divina, ma anche lei può essere dura e terribile. No, credevi forse che l’immortalità fosse un giocattolo da dare con leggerezza a un bambino, che la vita divina fosse un premio da avere senza sforzo o una corona per chi è debole? Combatti rettamente, e avrai. Abbi fede, e la tua fede sarà alla fine giustificata. Ma la terribile Legge del Sentiero è là, e nessuno la può abrogare.

Sri Auribondo

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

La Donna e il futuro della Terra

Sarà uno speciale dono del destino nascere donna nel sesto periodo di civiltà.
E’ presentendo questo futuro che Novalis scrive: “il carbone e il diamante sono un’unica materia, eppure quanto diversi! Non sarà forse lo stesso per maschio e femmina? Noi siamo argilla e le donne sono occhi del mondo e zafiri, fatte anch’esse di argilla”.
Steiner disse ai medici che il primo compito della parte maschile dell’umanità è di “aver cura di mantenere nelle migliori condizioni di salute il mondo femminile, attraverso il quale penetra nel nostro processo terrestre l’influsso cosmico, extraterrestre”.
Infatti, secondo la sua natura “l’essere femminile tende sempre di più a inserirsi nei processi extraterrestri. Tende sempre di più…ad essere accolto dal cielo”. (OO 312).
Ciò significa che il futuro dell’umanità dipende dal fatto se l’attuale struttura sociale, che continuerà ad essere creata e determinata dalla parte maschile, sarà in grado di preservare dalla degenerazione l’essere femminile, contro il quale si dirigono nella civiltà moderna le più forti forze distruttive che cercano di impedire l’avvio del sesto periodo di civiltà nell’evoluzione della Terra. Ecco perché è una delle premesse decisive per la sua formazione che la parte maschile dell’umanità sia capace di salvaguardare l’essere animico – spirituale e fisico della donna.
L’aumentato interesse per il tema del rapporto fisico tra i sessi nel nostro tempo è la più forte espressione delle potenze che nella nostra epoca lottano contro i futuri misteri della santa Sofia. Interessi di questo genere sono promossi e diffusi coscientemente dalle cerchie occulte in occidente, che si sono poste la meta di impedire l’evoluzione della sesta epoca di civiltà.

Steiner afferma anche: “Al compimento dei tempi i figli degli uomini ritrovano le figlie di Dio e salgono verso di loro”. Ma ciò può accadere “quando la saggezza umana sia stata sacrificata alla saggezza divina, allora ritroveremo le figlie degli dei, la saggezza spirituale (Sofia). Allora i figli degli uomini si eleveranno verso le figlie degli dei. E con ciò incomincerà l’altra metà dell’evoluzione terrena”.

Sergej Prokofieff

(Eterna individualità-biografia karmica di Novalis) 





Categorie

io non ci sto
io non ci sto
amore e dintorni
amore e dintorni
scienza
scienza
vegan & co.
vegan & co.
news
news
donna
donna
simboli e archetipi
simboli e archetipi
tecnologia
tecnologia
fisica quantistica
fisica quantistica
psicologia
psicologia
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
curiosit
curiosit
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
numerologia
numerologia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!