Faredelbene.net



simboli e archetipi -> simboli celti -> Odino


Odino




Odino Padre degli Dei

Odin (/ oʊdɨn /; dal norreno Óðinn) è una delle principali divinità nella mitologia norrena, la grande Padre degli Dei e il sovrano di Asgard, il mondo dei caduti o luogo dei caduti in battaglia con coraggio. Omologo nome con l'antico inglese "Woden", l'Antico sassone "Wodan" e l'antico alto tedesco "Wotan", il nome è disceso dal proto-germanico "* Wodanaz" o "* Wōđanaz". "Odino" è correlato con la moderna forma inglese del nome, anche se, in alcuni casi, vecchie forme possono essere utilizzate o preferite da altri. Il suo nome è legato alla Odr, che significa "rabbia", "eccitazione,"oltre la mente", o "poesia". Il suo ruolo, come quello di molti degli dei nordici, è complesso: Odino è un membro principale del Æsir (il principale gruppo del pantheon norreno) ed è associato con la guerra, la battaglia, la vittoria e la morte, ma anche la saggezza, lo sciamanesimo, la magia, la poesia, la profezia, e la caccia. Odino ha molti figli, il più famoso dei quali è il dio del tuono Thor: il Mercoledì è il giorno riconosciuto sacro di Woden come la maggior parte dei giorni della settimana sono chiamati con i nomi delle antiche divinità germaniche.

Origini di Odino

Il culto di Odino si può datare alla religione proto-paganesima germanica; lo storico romano Tacito si riferisce a odino quando parla di Mercurio, perché a quel tempo Mercurio come Odino erano considerati psicopompi ovvero "guide delle anime". Anche Odino, così come Mercurio anche se con temini differenti, è strettamente connesso con un cavallo di nome Sleipnir, una lancia chiamata Gungnir e il potere di trasformazione in altre forme animali. Una teoria alternativa riguardo l'origine di Odino o almeno alcune delle sue caratteristiche principali, potrebbe essere sorta poco prima del sesto secolo che lo potrebbe indicare come un dio che cavalca un cavallo da incubo (Echwaz) poi trasformato in Sleipnir o cavallo dalle otto zampe. nodo di wotan odino simbolo

Qualche notizia inerente Odino si può trovare in alcuni scritti leggendari norreni di epoca tarda, doveviene descritto Odino nelle saghe riportate, nelle quali si narra di come Odino fosse uno degli Dei scacciato da Asgard, anche se il racconto è altamente improbabile poiché egli è sempre stato noto come il Padre degli Dei (una raffigurazione simile a Zeus) tuttavia, questa storia potrebbe anche indicare che Odino rappresenta un culto precedente nella religione proto-germanica dei cacciatori-raccoglitori, la sua associazione con l'essere un vagabondo e avere doti sciamaniche potrebbe anche indicare l'appartenenza ai culti sedentari.

Gli studiosi che hanno legato Odin con il modello di "Dio della Morte" includono EA Ebbinghaus, Jan de Vries e Thor Templin nel culto. Il contesto delle nuove élite emergenti in questo periodo si allinea con il racconto di Snorri dei Vanir indigeni che sono stati poi sostituiti dagli Aesir, intrusi nel continente. Parallelismi tra Odino e Lugus celtico vengono spesso sottolineati: entrambi sono dèi intellettuali, maghi eccelsi e grandi poeti. Entrambi hanno dei corvi che li accompagnano e una lancia come loro attributi.

Giulio Cesare (nel "De Bello Gallico", 6.17.1) cita Mercurio come il dio principale della religione celtica. Un contesto di probabile diffusione di elementi del rituale celtico nella cultura germanica è quello dei Catti, che vivevano al confine tra i celto-germanici in Assia nel corso dei secoli alla fine della prima Era Volgare.

Adamo di Brema


Scritto intorno al 1080, una delle fonti scritte più antiche delle pratiche religiose scandinave precristiane è Adamo di Brema Gesta Hammaburgensis Ecclesiae Pontificum. Adam affermò di avere accesso agli scritti di prima mano sulle pratiche pagane in Svezia. La sua descrizione del Tempio di Uppsala fornisce alcuni dettagli sul dio.

"In hoc templo, quod totum ex auro paratum est, Statuas Trium deorum
veneratur populus, ita ut eorum potentissimus Thor in medio solium
habeat triclinio; hinc et inde locum possident Wodan et Fricco.
Quorum significationes eiusmodi sunt: ​​'Thor', inquiunt, 'praesidet in
Aere, qui tonitrus et Fulmina, Ventos ymbresque, Serena et Fruges
gubernat. Alter Wodan, id est furor, Bella Gerit, hominique ministrat
virtutem contra inimicos. Tertius est Fricco, Pacem voluptatemque
largiens mortalibus '. Cuius etiam simulacro fingunt cum ingenti
Priapo. "

Gesta Hammaburgensis 26, Waitz Edizione

Nomi di Odino

Odino è stato indicato avere più di 200 nomi che alludono ai suoi vari ruoli. Tra gli altri, era conosciuto come Yggr (terrore), Sigfodr (padre di Vittoria) e Alfodr (Padre del Tutto) nelle tradizioni scaldica e dell'Edda di Heiti e Kennings. Alcuni epiteti stabiliscono Odino come un dio padre: Alföðr "Padre di tutto", Aldaföðr "degli uomini (o di età); padre" Herjaföðr "padre degli eserciti" (in questo ha attributi simili al dio degli ebrei), Sigföðr "della vittoria"; Valföðr "padre degli uccisi". Si vedano i molti collegamenti con i nomi divini legati alla divinità ebraica e monoteistica delle varie religioni antichi dell'unico Dio.

Neopaganesimo Germanico

Odino, insieme con gli altri Dei germanici e Dee, è riconosciuto dai neopagani germanici, la sua forma norrena è particolarmente riconosciuta nel Ásatrú, la "fede nel Æsir", una religione riconosciuta ufficialmente in Islanda, Danimarca, Norvegia, Svezia e Spagna.

 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

mamme
mamme
storia
storia
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
coppia
coppia
medicina naturale
medicina naturale
lingua italiana
lingua italiana
simboli e archetipi
simboli e archetipi
significato sogni
significato sogni
riflessioni
riflessioni
arte
arte
significato dei colori
significato dei colori
beneficenza
beneficenza
numerologia
numerologia
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
religioni
religioni


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!