Faredelbene.net



simboli e archetipi -> simboli animali -> Il significato simbolico del delfino


Il significato simbolico del delfino




Il delfino, un animale con un significato simbolico antico e profondo: da scoprire.

Le radici del simbolo "delfino", sono molto antiche, nascono nella mitologia greca, continuano nella cultura scientifica antica ed arrivano all'immaginario religioso cristiano, fino ai tempi moderni. Sicuramente si può collocare il delfino tra i grandi animali simbolici: l'aquila, il leone, l'unicorno, l'elefante, la fenice, l'orso, il lupo, il cavallo e l'ape. 
 
Le culture orientali, pure rappresentano il delfino come simbolo: compare nella cultura indico-vedica, dove però viene fatta confusione, per questioni lessicali, tra delfino e ricci di mare. 
Il mito inizia nel Mediterraneo, nel mare tra la Grecia e Creta, durante la cultura minoica e greco-arcaica, dalle quali vengono le prime rappresentazioni del delfino. In quel periodo c'era una identificazione tra il pesce ed il delfino, non si era ancora riconosciuto che quest'ultimo fosse un mammifero. Solo Plinio, nelle sue citazioni delle caratteristiche dei delfini, inizia ad intuire la loro essenza di mammiferi. Plinio, inoltre, descrive la loro capacità  di emettere dei suoni simili a quelli della voce umana, riportando anche il fatto che amassero la musica e fossero chiamati simon: i greci ed i latini chiamavano così i delfini a causa del loro profilo camuso (simìs in greco e simus in latino).
 
Le raffigurazioni di questo animale sono complesse da analizzare, in quanto vi è difficoltà  nel poter distinguere la realtà  dalla fantasia: vi è un continuum di rappresentazione della metamorfosi tra umano e divino e tra umano e ferino, attraverso essere metà  uomini e metà  animali, oppure dei che si trasformano in delfini. Le leggende omeriche narrano di Apollo che balzò su una nave di mercanti cretesi, sotto forma di delfino, dirottandola verso Crisa, luogo dove sorse in seguito il tempio di Delfi (Delfoi -> Delfi deriva quindi da delfis -> delfino). Altra leggenda narra di Dioniso catturato da pirati, i quali lo legarono all'albero della nave; da qui si scatenò la vendetta del dio: dopo aver manifestato la sua potenza, trasformò i pirati in delfini, che per farsi perdonare della loro empietà , hanno da quel momento mostrato costante pietà  verso i naufraghi.
 
Questa amicizia verso l'uomo rese naturale il passaggio verso il simbolismo cristiano, dove viene designato a rappresentare il Cristo Salvatore degli uomini nell'oceano della vita. Anche qui il delfino viene identificato come pesce, in greco la parola "pesce" si scrive ????? e si pronuncia Icthys, che sono le iniziali dell'acrostico latino "Iesus Christos Theou Yios Soter" ossia "Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore". A causa di questa raffigurazione di animale che aiuta e che salva, lo si trova spesso raffigurato sui sarcofagi e le tombe paleocristiane. Inoltre il delfino è un animale che vive nell'acqua e quindi ricorda all'uomo che ha ricevuto la salvezza attraverso l'acqua del battesimo.
 
Su questa radice cristiana si innesta l'origine storica della parola, nei credi pagani Ichthys era figlio dell'antica dea Atargatis, conosciuta nelle varie mitologie come Tirgata, Afrodite, Pelagia o Delfine; la parola assume anche il significato di "utero": "delfino", in certe lingue, declina proprio la rappresentazione dell'utero. Quindi, prima che il Cristianesimo adottasse il simbolo del pesce, lo stesso personificava la "Grande Madre" e l'utero. Era disegnato verticale (girato a sinistra di 90°) e rappresentava la vulva della grande madre. Il legame alla fertilità , alla nascita e alla naturale forza delle donne era condiviso anche dai Celti e dalle altre culture pagane nel nord Europa, e comunque di origine indoeuropea. Si ricorda che le prime ipotesi scientifiche sulla natura di mammifero del delfino si devono a Plinio, quindi in un periodo posteriore alle civiltà che diedero origine al nome e che confondevano il delfino ed i pesci in generale. 
 
Nell'epoca moderna è proseguita la fama del delfino come animale "buono" ed "intelligente", tanto che spesso si assegnano le stesse caratteristiche ai cetacei in generale. Ciò probabilmente trascura il vero significato del delfino, impoverendolo. Gli antichi, del resto, guardavano la realtà  con un approccio certo meno scientifico, ma con maggiore capacità  di recepire i simboli ed i significati allegorici.
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

io non ci sto
io non ci sto
astrologia
astrologia
salute
salute
autismo
autismo
psicologia
psicologia
musica
musica
scomode verit
scomode verit
pedagogia
pedagogia
astronomia
astronomia
medicina naturale
medicina naturale
misteri e paranormale
misteri e paranormale
fisica quantistica
fisica quantistica
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
itinerari
itinerari
simboli e archetipi
simboli e archetipi


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!