Faredelbene.net



simboli e archetipi -> simboli animali -> Il significato simbolico della balena


Il significato simbolico della balena




La balena e il suo significato legato alla profondità delle acque in cui vive

Per comprendere il significato del totem balena dobbiamo pensare al suo regno fatto di acque infinite e profonde, di limiti di terra che si infrangono nelle vastità degli oceani che tutto possono inghiottire. L'acqua detiene significati legati alle emozioni, al subconscio. Come esseri umani, noi tutti sperimentiamo una gamma di emozioni, alcune sono in superficie e le possiamo sperimentare facilmente perché sono evidenti alla nostra coscienza, possiamo osservare queste emozioni da una posizione elevata in modo chiaro, sono familiari e abbiamo a che fare con loro ogni giorno. Altre emozioni, però, scorrono molto profonde dentro di noi, esse rappresentano i leviatani e le bestie mostruose degli incubi o delle paure che ci attanagliano quando solchiamo i mari. Da questo punto di vista, si può facilmente comprendere la profondità e l'ampiezza dell'acqua con l'essenza delle emozioni: dato che il suo habitat è il regno dell'acqua, il significato totem della balena è intriso di emozioni profonde, al fatto che possiamo renderci conto di ciò che non conosciamo di noi stessi che giace nel profondo di noi e della nostra psiche.
 
Chi è interessato dal totem avrà una profonda e marcata sensibilità, la grandezza delle emozioni di chi possiede questo totem può essere schiacciante, infatti chi ha la balena come totem è super ricettivo verso i sentimenti di chi lo circonda e questo può manifestarsi tramite una pressione interiore che può essere esauriente.
 
Il totem balena può aiutare a capire meglio gli altri, oltre che sé stessi ma anche a gestire meglio, se si impara a governare, le emozioni che si ricevono dall'esterno di sé o le emozioni che possono causare forti disagi, perché le balene sono maestri in:
 
    Navigazione: Muoversi attraverso le profondità emotive.
  Comunicazione: Effettivamente esprimono esperienze emotive tramite il loro linguaggio musicale.
    Conservazione: Usando l'energia emotiva come carburante e senza farsi consumare dalle inondazioni emotive.
 
 
Dai nativi americani all'Islam, la balena possiede un posto di rilievo nelle antiche conoscenze: prendete il profeta Giona, è un brano classico della Bibbia. Sul significato più profondo di Giona che per tre giorni e tre notti resta nel ventre del mega Ketos ("grande pesce"in greco), dag gadul (" pesce grosso "in ebraico), tutti termini che descrivono l'enorme pesce-balena che mangiò Giona nel racconto biblico.
 
Immaginate la costrizone emotiva che provò Giona (simbolicamente parlando poiché non è possibile né che una balena mangi un uomo né che un essere vivente viva per tre giorni nella pancia di un animale né che la cosa accada con un grosso pesce; a dirla tutta esisteva già ai tempi in cui dovrebbe essere stata scritta la leggenda, la parola balena nella lingua in cui venne scritta quindi si ha la conferma che la storia sia solamente una storia simbolica): Giona doveva andare a parlare della potenza di Dio a Ninive, sotto richiesta dello stesso Dio, ma la città era particolarmente inospitale ed era altamente improbabile che la gente avesse voglia di sentire ciò che Giona avesse da dire. Sapendo questo egli si nascose dalla sua anima universale (Dio) nel simbolo del pesce che inghitte tutto, un simbolo di ritiro spirituale (il pesce) per fare il punto della situazione e per trovare la forza di fare ciò che doveva. Tutti siamo stati nelle scarpe di Giona magari per un compito difficile affidatoci che ritenevamo spaventoso o veramente pesante da affrontare.
 
Quando ci allontaniamo da queste responsabilità (sapendo quello che dovremmo fare, ma rifiutandolo) si agita in noi un enorme sconvolgimento emotivo, come Giona veniamo inghittiti dalla balena in un pantano emotivo. Questi tipi di simboli come l'assimilazione, la digestione e l'elaborazione emozionale sono le chiavi del totem della balena che ci aiuta ad attraversare i mari delle emozioni per riuscire a elaborarli trovandone la soluzione migliore per noi stessi.
 
Le persone che sono attratte dal totem della balena si sentono spesso dedicate a una causa più grande e anche se possono lottare con le proprie emozioni personali, tendono a evocare naturalmente emozioni curative verso gli altri per portare guarigione in traumi emotivi. La balena ci chiede di abbracciare l'ignoto, ed è proprio per questo che è così collegata alle profondità emotive degli oceani.
 
In molte tribù di nativi americani, la balena è il simbolo del principio, la creazione di tutta la vita sulla Terra come la conosciamo, così come anche innumerevoli culture in tutto il mondo hanno associato gli stessi temi della creazione della terra al simbolo della balena, o la nascita e la rinascita. Altre peculliarità da sommare a quelli della balena totem sono:
 
    Profonda Consapevolezza.
    Coscienza Cosmica.
    Rinascita emozionale e Comprensione.
    Nutrimento e devozione alla Comunità.
    Apprezzamento per la bellezza, (in particolare canto e danza).
    L'importanza dell'equilibrio (emotivo e non).
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

bambini
bambini
medicina
medicina
amore e dintorni
amore e dintorni
psicologia
psicologia
lingua italiana
lingua italiana
simboli e archetipi
simboli e archetipi
libri e recensioni
libri e recensioni
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
artisti
artisti
significato dei colori
significato dei colori
letteratura
letteratura
news
news
cucina
cucina
astronomia
astronomia
io non ci sto
io non ci sto


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!