Faredelbene.net



simboli e archetipi -> Divinit antiche -> Selene Dea della Luna


Selene Dea della Luna




Selene - "la Radiosa" - Dea della Luna. Secondo il poeta Esiodo, Selene era figlia di Iperione e Teia, sorella di Helios, il Sole e la Eos dell'alba, altre fonti sostengono che Selene fosse la figlia di Pallade e Euryphaessa

Selene, l'eternamente bella dea della Luna, era solitamente rappresentata come una donna con il simbolo lunare, spesso sottoforma di mezzaluna sulla testa mentre guidava il suo carro trainato da due cavalli bianchi: di notte Selene si librava nel firmamento con il suo carro, attraversando il cielo.



Selene è una delle appartenenti alla triade greca, formata dalla dea della Luna, da Artemis che era la luna crescente, selene che rappresentava la Luna piena e da Ecate che governava sul periodo della luna calante. Nelle figure simboliche antiche Selene rappresenta la madre, Artemide la fanciulla e Ecate l'anziana saggia che governa il tempo, padrona dei morti e di tutto ciò che finisce per tornare a vivere nuovamente. L'aspetto lunare triplice indica la femminilità nella sua interezza, dove la luna piena sta a indicare la pienezza della donna che attende un figlio, con il suo ventre ricolmo di nascita e nuove aspettative, rappresentando il potere riproduttivo della donna.

Gaia, la madre terra, è la madre in cui i semi piantati possono rinascere a nuova vita, nel cui ventre ogni tipo di vita cresce per poi tornare a riprodursi, essa rappresenta la continuazione della specie e della vita stessa.

Dea della Luna

Selene, è la feconda madre, la Dea Stella, la Dea del Cielo, la custode della ruota d'argento delle stelle, veniva onorata durante la Luna Piena mentre i giorni della luna nuova e della luna crescente o calante, furono messi da parte per il suo culto. Ella è anche la maestra dei maghi governando la magia: Selene come la Luna stessa aveva molti templi a Roma, al Palatino e nell'Aventino, esattamente come oggi li ha ereditati la Madonna nella tradizione cristiana. Nelle storie d'amore era famosa Selene per essere invocata così da ottenere il successo nei problemi di cuore, poiché era famosa per avere avuto diverse storie di amore con Zeus, divenendo la madre di tutti gli Dei.

Selene e Endimione

Secondo la mitologia, Selene vide Endimione, un pastore, addormentato in una grotta sul monte Latmus. Mentre guidava il carro attraverso il cielo, fissò il suo sguardo su Endimione innamorandosi perdutamente di lui e iniziando una relazione con lui, dando infine alla luce una cinquantina di figlie, ma Endimione, essendo un mortale, invecchiava rischiando prima o poi di morire.

Selene non sopportando il pensiero di perdere il suo amato in questo modo crudele, chiese a Zeus la concessione che Endimione cadesse in un sonno eterno, per non fare lo stesso errore di sua sorella Eos che aveva chiesto la vita eterna ottenendone qualcosa che non voleva. Fu così che Endimione rimase eternamente giovane grazie a un incantesimo che lo avrebbe costretto a dormire per sempre e mentre lui sognava di tenere la luna tra le sue braccia, Selene gli diede cinquanta figlie.

I simboli legati alle divinità antiche ci vogliono spronare a non chiedere qualcosa che vada al di là delle leggi della natura e al normale scorrere del tempo, come invece anche oggi facciamo grazie a pseudo ritrovati della medicina e della "scienza" che ci illudono di poter ottenere quanto desideriamo ma poi ci danno tutt'altro solo per derubarci del denaro che noi, di nostra volontà, gli elargiamo per ottenere solo un "pugno di mosche".

Giorno della settimana : Lunedi
Festività : 7 febbraio
Profumo : papavero bianco, rosa bianca
Incenso : mirto
Legno : salice
Colore: argento, grigio-bianco
Influenze : agricoltura, domestico, lunga vita, medicina, viaggi, visioni, furto (luna nuova)
Candela : colore bianco

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

scienza
scienza
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
numerologia
numerologia
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
attualit
attualit
vegan & co.
vegan & co.
mamme
mamme
bambini
bambini
pedagogia
pedagogia
riflessioni
riflessioni
arte
arte
beneficenza
beneficenza
filosofia
filosofia
tradizioni
tradizioni
news
news


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!