Faredelbene.net



simboli e archetipi -> Divinit antiche -> Dea Maya Ixchel


Dea Maya Ixchel




Ixchel è una dea Maya questo lo sappiamo per certo anche se i riti e gli attributi precisi che le appartenenvano nella cultura Maya sono molto complicati da comprendere

Non appena una comunità o una civiltà cambiano anche gli Dei e le Dee che le appartengono devono cambiare con gli usi e le credenze della popolazione, per questo le rappresentazioni della dea Ixchel richiesero operazioni di mutamento per far combaciare gli attributi ad ella appartenenti, alle credenze dei Maya. La dea è conosciuta come una della della Luna, un agente di fertilità e purificazione, dea dell'acqua, che si collega bene con il simbolismo del parto essendo l'elemento acqua collegato con l'utero e la nascita di bambini, così coem l'umanità nacque dalle acque degli oceani milioni di anni prima. La dea Ixchel veniva anche vista come guaritrice, sciaman e donna guerriera.

Ruoli Dea Ixchel Maya

Dea dela Luna
Dea dell'acqua
Donna guerriera
Matrona delle Ostetriche
Dea della fertilità
Dea della terra
Dea della Morte collegata al tempo
Matrona della Tessitura
Divinità della Divinazione
Divinità della guarigione

In sostanza gl iattributi di questa Dea sono abbastanza confusi, ma è necessario ricordare che, essendo gli dei e le dee infinite di numero, l'identificazione degli stessi riguarda solo la percezione umana. Man mano che ci si addentra nella profondità degli attributi di questa dea ci si accorge che in definitiva possiedono significati ben marcati, da un certo punto di vista, come ad esempio il significato simbolico dei serpenti associati alla dea, che è rimasto abbastanza costante all'interno della civiltà Maya attraverso le varie generazioni. Anche se la figura della dea Ixchel si spostò dalla figura di madre benevola a quella della Dea del tempo e della morte, il significato ceh stava dietro i simboli che la rappresentavano rimase abbastanza costante nel tempo. Ora diamo un'occhiata ai simboli che vennero usati per riferirsi a questa Dea.

Simboli maya Dea Ixchel

Serpente simbolo Maya :
Non esiste un simbolo maggiormente famoso e usato nella cultura Maya del simbolo del serpente, a parte forse il dio Giaguaro e quello dell'aquila considerati simboli della divinità superiore, ma il serpente possiede profondi collegamenti con la simbologia dei nobili Maya, questo per tre buoni motivi:

1) I serpenti ingoiano la loro preda intera, il che rappresentava una magia per i Maya antichi, cosa che rappresentava il potenziale insito nella metamorfosi. Noi oggi lo vedremo solamente da un punto di vista nutritivo, mentre i Maya lo vedevano come un atto di trasformazione del corpo (il cibo del serpente) che faceva scomparire quest'ultimo per farlo ricomparire sotto altra forma, più elevata.

2) La bocca del serpente è il simbolo del vuoto che si apre, o della grotta (simbolo che fu usato molto anche negli insegnamenti filosofici Greci come da Socrate e Platone), simbolo che indica come il serpente consumasse tutto, dopo che l'oggetto era entrato nel mistero, esso ne veniva alterato nella bocca del serpente. Una sorta di descrizione ante litteram dei buchi neri.

3) I serpenti erano associati alla saggezza del cielo dai Maya, in effetti si vedono molte raffigurazioni di serpenti con le ali piumate nelle antiche costruzioni Meso Americane che raffigurano il loro legame con i serpenti divini. Con queste immagini si collegavano all'elemento acqua perché la pioggia cade dal cielo e i serpenti per questo appartenevano al cielo. 

In questi tre punti si può vedere il significato che questa dea possedeva: trasformazione, iniziazione e comunicazione divina. Tutti questi temi facevano parte della cultura della comunità, rappresentati da particolari figure religiose o politiche. Come dea levatrice o dea dell'acqua, il serpente è un simbolo maya di grande importanza e denota grandi poteri di metamorfosi che erano di pertinenza della dea Ixchel. Il serpente rappresenta la completa alterazione dellamente secondo i Maya, ma anche del corpo e dello spirito, incoraggia l'adepto a fare il primo passo, entrare nella caverna del serpente, consumarsi e mutare grazie al processo digestivo del rettile per tornare al mondo totalmente mutato. 

La Luna Simbolo Maya :
Molti studiosi rimangono ancora oggi, ai margini delle associazioni simboliche della dea Ixchel e la luna: alcuni identificano la sua figura in certe rovine, spesso rappresentata in associazione di un coniglio (anche nella tradizione celtica il coniglio era associato a divinità lunari) che spesso indica la luna nella simbologia Maya. Anche se la luna possiede significati particolari nelle tradizioni Maya come la nascita, la rigenerazione, essa rappresenta anche termini come le ombre, il tempo e il mistero. Come tutte le divinità associate a questo planetoide, la luna era associata a lavori magici sotto il manto di stelle cosa che può portare un riferimento del senso di colpa umano in rapporto all'esistenza dell'ego primitivo che richiede di accontentare anche gli istinti primordiali. 

L'acqua simbolo Maya :
Ixchel è spesso vista raffigurata con un secchio o una brocca, presumibilmente per tenere l'acqua, nella sua raffigurazione più giovane Ixchel si dice porti la pioggia per guarire la terra e benedirla per esaltarla, assicurando abbondanti raccolti per la comunità. Le navi sono il simbolo del grembo materno per questo il fatto di usarle anche per questa dea Maya la porterebbe ad essere riconosciuta come madre donatrice di vita, nonna saggia e levatrice, le tre figure che rappresentano i tre stati dell'essere generativo ricettivo femminile per concordanza razionale, ma che può generare confusione a chi non è abituato a pensare alla maniera iniziatica. L'acqua che la dea rappresenta darebbe ulteriormente a Ixchel potere riguardo al fato di portare vita, e fertilità. L'acqua è simbolo di purificazione e guarigione che porta alla dea anche l'attributo di guaritrice. 

Croce di ossa simbolo Maya:
Le ossa incrociate in una "x" sono un simbolo Maya di presagio, un simbolo di invocazione di morte per via della croce che concentra ciò che viene chiamato, nel suo centro. Le ossa incrociate sono il simbolo di una contrapposizione tra Dio e uomo, vita e morte, buio e luce, eccetera, poiché in questo caso non vi è un incontro tra due polarità differenti ma un mezzo per affrontarsi. Le ossa incrociate venivano spesso lasciate agli incroci come mezzo per evitare pericoli di vario genere, anche a livello energetico, una maniera di contrapporre un ostacolo a entità negative così come per indicare la presenza di oggetti da non toccare perché percolosi. Ad esempio se nella comunità qualcuno era morto di malattia, le ossa potevano essere messe a sinistra dell'incrocio come per scomunicare la malattia mortale che aveva preso il familiare. Ossa incrociate sono state rinvenute sui dipinti nei vestiti della dea in alcune delle sue rappresentazioni, questo implica che possa essersi trasformata in dea della guerra divoratrice di cadaveri durante l'evoluzione della civiltà Maya. Veniva, a quel punto, raffigurata con una lancia e uno scudo, cosa che le dava anche il potere di giudizio estremo nelle battaglie tribali. 

Arcobaleno Simbolo Maya :
Maya erano un gruppo prevalentemente agricolo per questo la pioggia era vista come un avvenimento fondamentale per la comunità, le credenze e la coscienza, per questo un simbolo che fa spesso parte della pioggia, l'arcobaleno, divenne a sua volta un simbolo della dea Ixchel. Gli arcobaleni erano simboli importanti per i Maya e vennero anche usati come mezzi oracolari. C'erano anche speciali membri della comunità in grado di interpretare il significato profondo degli arcobaleni, che chiamavano in aiuto la dea per assolvere al loro compito. 

 

 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

riflessioni
riflessioni
psicosomatica
psicosomatica
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
fisica quantistica
fisica quantistica
lavori creativi
lavori creativi
salute
salute
arte
arte
artisti
artisti
mamme
mamme
vegan & co.
vegan & co.
medicina naturale
medicina naturale
beneficenza
beneficenza
significato dei colori
significato dei colori
musica
musica
coppia
coppia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!