Faredelbene.net



significato sogni -> Cadere nei sogni, il significato


Cadere nei sogni, il significato




Sognare di cadere, scivolare, precipitare sono azioni che quando compaiono nei sogni, provocano molto spavento e che riflettono ansie e paure del sognatore rispetto a qualcosa che nella sua vita si è molto innalzata, e che teme di perdere.

L’uomo vive e prospera con i piedi attaccati a terra, cadere è qualcosa che lo spaventa molto, perchè contiene una quota di sorpresa, di imprevidibilità… ha di solito effetti sgradevoli che possono andare dalle semplici ammaccature, a ferite più gravi, alla morte.

Il precipitare, rispetto a cadere o scivolare, contiene una connotazione di pericolo ancora maggiore, qualcosa che non si può arrestare, che è inevitabile ed irreversibile…..

Il senso negativo della caduta si rifà al mito della caduta degli angeli ribelli e della caduta di stato di Adamo ed Eva nel paradiso terrestre, in seguito a quello famoso di Icaro che, volando troppo vicino al sole, perse le ali di cera, e precipitò.Tutte allegorie di una aspirazione umana a volere di più, conoscere, ottenere, “salire”, non accontentarsi, per rovinare poi verso il basso a confrontarsi più realisticamente con il proprio orgoglio e la propria presunzione.

Cadere, scivolare, precipitare sono azioni che quando compaiono nei sogni, provocano molto spavento e che riflettono ansie e paure del sognatore rispetto a qualcosa che nella sua vita si è molto innalzata, e che teme di perdere. Può essere lo stato sociale, una posizione di prestigio ottenuta, un obiettivo a lungo perseguito e raggiunto. I sogni in questo caso lo mettono di fronte a tutta la paura che probabilmente di giorno tiene sotto controllo, rispetto alla “rovina” economica, al “disonore”, al fallimento, ad una grossa delusione, ad un cambiamento repentino.

Ma sogni di questo tipo possono confrontare il sognatore anche con l’opinione che ha di se’ stesso, con la sua presunzione o il suo sentirsi superiore, con il perseguire obiettivi sproporzionati alle sue forze e capacità. Come dice Jung: ” …coloro che mancano di realismo o che hanno un’opinione di se’ troppo alta, o che fanno dei progetti grandiosi senza alcun rapporto con le loro reali capacità, sognano di volare o di cadere” ( C.G.Jung - L’uomo e i suoi simboli- Longanesi Mi)

Sarà importante quindi, nel momento in cui i sogni di cadere o precipitare divengano frequenti, imparare a farsi domande:

*Rispetto a chi, o rispetto a che cosa, sono salito troppo in alto?
*C’è qualche aspetto della mia vita che non sto affrontando con “i piedi per terra”?
*In che cosa devo essere più realista?
*Sto esagerando o amplificando qualche aspetto della mia vita?
*Cosa temo di perdere?

Sogni di cadute vertiginose nel vuoto, possono testimoniare anche ansie molto forti per la profondità occulta ed inconscia, timore per ciò che non si conosce, per l’ombra che può inghiottire, per i processi mentali incontrollati, paura della pazzia. Sono sogni che possono arrivare in momenti di grande stanchezza e stress mentale.

Anche l’eventuale senso di vertigine che può associarsi alla caduta nei sogni, va attentamente rilevato, perché può indicare problemi fisici da collegarsi a disturbi digestivi o lesioni dell‘orecchio interno. Utile, quando le sensazioni in sogno sono molto forti, fare un controllo medico.

Fonte http://guide.supereva.it/

 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Il limone amico della bellezza

Si può ricorrere al limone per risolvere tanti problemi, a cominciare dallo smalto dei denti, per finire alla salute della pelle. Del resto i limoni sono sempre reperibili sui banchi dei fruttivendoli o dei supermercati, è uno di qui frutti che sono disponibili tutto l’anno, contrariamente a quanto avviene per altri frutti che risentono fortemente dell’andamento stagionale. Ma vediamo quali sono gli altri modi di utilizzare il limone.
Cominciando dai denti, oltre al fatto di lenire il dolore e le infiammazioni gengivali, il limone aiuta a sbiancare i denti.  Senza dover ricorrere quindi a prodotti specifici, il limone che certamente è molto più economico, oltre che efficace, consente di raggiungere gli stessi risultati. Basta mescolare un cucchiaino di bicarbonato con il succo di un limone e poi applicare la miscela ottenuta sui denti utilizzando un batuffolo di cotone. L’importante è che dopo l’applicazione si proceda ad un risciacquo e ad un normale  lavaggio dei denti in quanto l’acido citrico del limone potrebbe danneggiare lo smalto.
Rende la pelle più luminosa. I limoni, come del resto tutti gli agrumi, sono ricchi di vitamina C e acido citrico, eccellenti per la salute della pelle. È possibile realizzare in casa una semplice ed efficace maschera di bellezza mescolando  un cucchiaino del succo di un limone, un cucchiaino di ceci verdi in polvere e qualche goccia di acqua di rosa fino ad ottenere un composto denso e cremoso. Applicare sul viso per una decina di  minuti, come una qualsiasi maschera di bellezza, risciacquare e la pelle risulterà essere morbida e luminosa.
Esfoliante per le labbra. Per avere labbra morbide e perfette, basta applicare la sera, prima di coricarsi, un po’ di succo di limone sulle labbra, sempre che non vi siano piccoli tagli o screpolature, altrimenti il bruciore potrebbe dare fastidio. Lasciare assorbire e, al mattino successivo, dopo un normale risciacquo, si avranno delle labbra morbide, praticamente perfette, pronte ad accogliere il normale trucco di tutti i giorni.
Rinforza le unghie. Se si hanno unghie delicate, che si fessurano facilmente, è possibile rinforzarle immergendole in una miscela di olio di oliva e succo di limone. Il risultato sarà sorprendente, senza poi contare che questa operazione aiuterà ad eliminare macchie ed aloni gialli causati da fumo e smalto.
Oltre a rendere più radiosa la pelle, aiuta a che ad eliminare le macchie dovute all’età o all’esposizione al sole. Basta aggiungere qualche goccia di limone nella solita crema idratante, viso o corpo a seconda della zona in qui andrà utilizzata, e applicarla massaggiando delicatamente, avendo cura di ripetere l’operazione con costanza così da eliminare le antiestetiche macchie.
Per la salute dei capelli. Il succo dei limoni aiuta a combattere la forfora e rende i capelli più forti, in sostanza aiuta a migliorarne la salute. Non solo, perché è possibile anche fare un trattamento idratante per renderei i capelli più morbidi e setosi, utilizzando dell’olio di oliva cui aggiungere un succo di limone. Provare per credere.
Addio alle occhiaie. Per coprirle e  sgonfiare le borse sotto gli occhi basta frizionare sul contorno occhi un dischetto di cotone imbevuto di succo di limone, ma se le occhiaie sono marcate, è possibile applicare sugli occhi, ovviamente chiusi,  due fetta di limone, lasciandole in posa per una ventina di minuti. I risultati saranno sorprendenti.

Fonte tuttasalute.it





Categorie

artisti
artisti
arte
arte
beneficenza
beneficenza
autismo
autismo
significato dei colori
significato dei colori
bonus e incentivi
bonus e incentivi
riflessioni
riflessioni
mamme
mamme
fisica quantistica
fisica quantistica
lavori creativi
lavori creativi
vegan & co.
vegan & co.
storia
storia
filosofia
filosofia
sesso
sesso
Vini e dintorni
Vini e dintorni


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!