Faredelbene.net



significato sogni -> Serpente nei sogni


Serpente nei sogni




Se hai sognato un serpente ti trovi di fronte a differenti possibilità di interpretazione, a seconda del fatto che tu sia uomo oppure donna e in relazione ad altri elementi della scena onirica.
Infatti esso rappresenta ,data la sua forma e le sue caratteristiche, il membro virile e più in generale tutto ciò che è legato alla mascolinità; può incarnare le forze di un male incontrollabile perché subdolo, viscido e velenoso (in questo caso inerisce al concetto di nemico e di forza tentatrice - come nel serpente tentatore che ammaliò Eva nel paradiso terrestre), di qualcosa di insidioso e ostile (il serpente striscia, si insinua): forse il tuo inconscio ti segnala un dubbio o una tua mancanza di fiducia rispetto a qualche situazione che stai vivendo oppure temi l’incombere di pesanti critiche immotivate.

Se hai sognato di ucciderlo è possibile che vi sia in te un desiderio di sconfiggere e trionfare su persone, invidiose oppure minacciose che vogliono nuocerti, mentre esserne morsi implica un timore di essere calunniati.
Inoltre, se nel sogno il serpente cambia la pelle, un altro possibile significato che può esservi ricondotto è quello di metamorfosi: ti potresti trovare in un periodo di transizione che ti richiede un rinnovamento fisico o psicologico.
Se nel sogno il serpente non ti fa paura, questo potrebbe esprimere anche un momento di particolare vitalità per te, in quanto per le interpretazioni più attuali il serpente ha come significato principale la libido, ossia la forza vitale che comprende tanto la sessualità quanto l’energia psichica.

Se hai sognato un groviglio di serpenti ciò potrebbe indicare che tu sei in un momento di confusione psichica. 

Fonte psicologia.tesionline.it

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Sognare di cadere o precipitare

Cadere o precipitare nel sogno si presta ad una duplice interpretazione.

In negativo, sognare di precipitare corrisponde all'idea del "terreno che viene a mancare sotto i nostri piedi", rappresentando quindi lo sgretolamento delle nostre certezze, il timore che tutto ciò che siamo e che possediamo possa crollare e sfracellarsi al suolo.

In positivo, questo sogno ricorrente ci sprona ad essere sempre disposti a sacrificare tutto ciò che siamo e che abbiamo: nel momento in cui accettiamo di perderci nel vuoto ci si presenta l'opportunità per rinascere, per ricostruirci una nuova vita senza il fardello del nostro passato e senza bisogno di qualsivoglia "appiglio".

Nei sogni è spesso presente una dinamica "alto vs. basso". Nei sogni in cui ci muoviamo verso l'alto (es: su una scala o su un'ascensore) l'idea è quella di un'evoluzione spirituale, la necessità di aspirare a vette più elevate (vedi l'Arcano XX del Giudizio), ma anche l'essere troppo distaccati, "con la testa per aria".

Il sogno di cadere e di precipitare implica invece una dinamica verso il basso, dove si trovano idealmente le nostre componenti psichiche più "grezze", più animalesche e primitive. Andare verso il basso allora segnala la necessità di riappropriarci di queste forze più selvagge e apparentemente disgustose (in basso vivono insetti e serpenti!), di "sporcarci le mani", di riprendere contatto con la terra.

L'Arcano XVI, la "Maison Dieu", illustra egregiamente il tema onirico della caduta, del precipitare, del rovinare a terra. In termini psichici, la "Casa-Dio" corrisponde alla nostra maschera, al nostro involucro corporeo, all'esteriorità. Dalla Torre fuoriescono due personaggi, poichè la distruzione della Torre corrisponde all'accettazione che in noi coesistono due elementi: maschile e femminile, coscienza e inconscio.

Questo Arcano, abbinato al sogno ricorrente di cadere, ci insegna che è necessario sgretolare sempre le nostre maschere, accettare di distruggere tutte le torri che ci ingabbiano per liberare la nostra vera essenza, la totalità del nostro Sé, frutto dell'interrelazione tra coscienza e inconscio.

Questa liberazione avviene sempre "scavando verso il basso". E' in basso che possiamo trovare la nostra "pietra filosofale", come suggerito dal detto ermetico "Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem".

Massimiliano Colosimo

Fonte onirotarologia.it





Categorie

scuola
scuola
medicina naturale
medicina naturale
astrologia
astrologia
lavori creativi
lavori creativi
amore e dintorni
amore e dintorni
Vini e dintorni
Vini e dintorni
bambini
bambini
news
news
simboli e archetipi
simboli e archetipi
scomode verit
scomode verit
sesso
sesso
miti e leggende
miti e leggende
tecnologia
tecnologia
coppia
coppia
io non ci sto
io non ci sto


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!