Faredelbene.net



sesso -> Sesso anale: il piacevole tab


Sesso anale: il piacevole tab




Ecco i consigli giusti per renderlo, in assoluto, l'esperienza sessuale più eccitante e piacevole che si possa provare.

Per quanto rappresenti ancora oggi un argomento tabù, il sesso anale è una delle esperienze sessuali maggiormente praticata una volta conosciuta. Presa piena coscienza del proprio corpo e imparando a gestirlo nel migliore dei modi, i vari tabù su questa pratica sessuale saranno spariti. E' prerogativa comune nella coppia pensare agli inconvenienti dell'atto sessuale, ma basta veramente poco per superarli, l'ironia e l'umorismo ad esempio aiutano molto e certo smorzano gli attimi d'imbarazzo che in alcuni casi possono verificarsi! 

Non sempre e soprattutto non subito si raggiungerà il piacere al primo tentativo, l'ano è un muscolo abituato ad espellere, ma con un pò di fiducia nel proprio partner e con la giusta complicità, si troverà non solo il ritmo di penetrazione, ma anche la posizione giusta e più piacevole per raggiungere l'orgasmo.

Bisogna tenere a mente pochi punti, una sorta di promemoria, giusto per non arrivare impreparati!

L’ano serve ad uno scopo ben preciso e cioè espellere i rifiuti corporei. Per evitare incidenti imbarazzanti, è meglio giocare d'anticipo, magari servendosi anche di clisteri o di altri rimedi per sbarazzarsi delle sostanze di scarto prima di fare sesso.
Il tessuto intorno all'ano è particolarmente delicato e può strapparsi con facilità se non viene maneggiato con cura, perciò è bene avere delle mani ben curate, prima di stimolare manualmente questa parte del corpo. 
 
Rilassati, il tuo lato B è bellissimo
 
Via l’imbarazzo! Non serve in camera da letto, ancor di più quando si vuole fare sesso anale, giacchè ci si deve arrendere all’idea che qualcuno guarderà, toccherà e penetrerà il proprio sedere. Nonostante l'ano non goda di chissà quale alta stima e ammirazione, per un uomo è estremamente attraente e durante il sesso lo sarà anche di più di tutto il resto. Perciò, prima ci rilassiamo e prima godremo di tanto piacere evitando il fastidio del dolore, contraendo i muscoli infatti non si fa altro che peggiorare la situazione.
 
Eccitarsi!
 
Come?! Basta pensare che per l'uomo, soprattutto, non c'è cosa più attraente che infilare qualcosa in una parte del corpo non predisposta all’accesso, perciò rilassati e inizia a giocare!
Bisogna superare l'imbarazzo, anche perchè altrimenti non si proveranno mai i piaceri di questa pratica sessuale, entrare in complicità con il proprio partner è fondamentale tanto quanto avere consapevolezza del proprio corpo e di ciò che ci procura piacere.
L'ano è pieno di terminazioni nervose e, stimolandolo con mani e lingua, fa sentire particolarmente eccitati.
 
Lubrificare per facilitare la penetrazione
 
Se la vagina si lubrifica naturalmente,  per il fondoschiena la questione è diversa. Nel sesso anale la lubrificazione è fondamentale e bisogna quindi utilizzare un olio specifico per rendere l’esperienza meno dolosa. No alla saliva! Non fornisce abbastanza umidità e si asciuga in fretta. Un lubrificante a base d'acqua da applicare generosamente è quanto di meglio si possa usare per il piacere del nostro partner.
 
Non avere fretta!
 
Tutto ciò di cui non ha bisogno il sesso anale è la fretta. La penetrazione deve essere lenta e delicata, richiederà vari tentativi e cambi di posizione, perciò è sempre meglio iniziare a stimolare l'ano sin dall'inizio dell'atto sessuale, così da arrivare più rilassati e predisposti. 
 
La posizione giusta
 
Ciò che conta è trovare la posizione giusta, perchè una volta raggiunto il traguardo, il resto è solo piacere! Dalla classica posizione "alla pecorina" in poi fa tutto parte del vostro piacere, a voi la scelta! Ecco perché sono fondamentali la complicità e l'intesa con il proprio partner, per guidare e farsi guidare. Ritmo e intensità di penetrazione verranno da sè.
 
Il piacere dei muscoli
 
Il segreto del piacere nel sesso anale?! I muscoli dell'ano. Consapevolezza del proprio corpo significa anche questo. Se sappiamo gestire i muscoli della vagina, con questa pratica sessuale, vi sorprenderete nel conoscere e imparare ad usare le potenzialità di una parte del vostro corpo fondamentalmente sottovalutata!
 
Ancora una cosa...
 
Se l'orgasmo è sinonimo di piacere, l'orgasmo multiplo rappresenta il paradiso in terra! Raggiungerlo con il sesso anale è facile, basta non dimenticarsi di tutto il resto del corpo, è l'insieme che, stimolato nel migliore dei modi, rende il tutto ancora più piacevole. Stimolare il clitoride mentre ci dedichiamo alla penetrazione anale aumenta il piacere femminile, non ce ne scordiamo!
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Il numero 22 e il suo significato numerologico

Il numero 22 ha molti riferimenti alla tradizione biblica. Infatti possiamo ritrovare il numero 22 nelle lettere dell'alfabeto ebraico. Ventidue sarebbero, secondo la tradizione ebraica, i libri del Vecchio Testamento; come 22 sono gli elementi che l'onnipotente creò durante i 6 giorni della creazione. Al momento della creazione, Dio in effetti si limitò solo significato simbologia numero 22 ventidue a nominare tutte le cose create e che immediatamente, tramite l'invocazione del loro nome preciso, si manifestarono e vennero così create dal nulla. questo perché il nome contiene in sé l'essenza stessa della cosa creata. In virtù del fatto che Dio è l'artefice di tutto il creato, i 22 nomi si riferiscono dunque a “tutto ciò che esiste”. Così proprio nel numero 22 è racchiuso il segreto della creazione dell'universo da parte di Dio. L'individuo 22 si configura come un dominatore, ed emerge tra tutti quelli che gli stanno intorno distinguendosi in modo definito e singolare, come allo stesso modo Dio è separato e distinto dalla stessa creazione.
L'interpretazione cabalistica del numero 22 e il suo significato nascosto indica che tale numero è associato sia agli scontrosi e iracondi che alle persone serie e rispettose ma nello stesso tempo rigide. Nelle circostanze e negli ambienti in cui si riscontra il numero ventidue, la sensazione è quella di un crescente nervosismo e un aumento della tensione in generale. Inoltre il 22 è legato a soggetti che spesso richiamano al dovere e alle persone maleducate.

Leggi anche Il numero 11 e il suo significato in numerologia

Fonte mitiemisteri.it/





Categorie

cucina
cucina
medicina naturale
medicina naturale
artisti
artisti
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
letteratura
letteratura
tradizioni
tradizioni
salute
salute
bambini
bambini
antroposofia
antroposofia
riflessioni
riflessioni
animali
animali
donna
donna
astronomia
astronomia
significato dei colori
significato dei colori
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!