Faredelbene.net



sesso -> I termini del sadomaso, dal fisting allo spanking


I termini del sadomaso, dal fisting allo spanking




Direttamente dalla trilogia di romanzi di E.L. James, un pratico glossario dell'universo bondage con tutti i termini tecnici del "settore". Per diventare dei veri emuli di Anastasia e Mr Grey

 

È inutile negarlo. "50 sfumature di grigio" ha cambiato l'immaginario erotico di molte persone, non solo stimolando le fantasie di milioni di lettrici in tutto il mondo, ma sdoganando termini come bondage e sadomaso, portati dal buio delle camere da letto alle chiacchiere da bar. È inoltre statisticamente provato che, dall'uscita dei libri di E.L. James, negli Usa è aumentato il numero di incidenti domestici legati a patiche sessuali estreme. Il film, però, al di là dell'immenso successo al botteghino, ha tradito in parte le aspettative del pubblico, evitando (com'era prevedibile) di mostrare buona parte delle scene più hot contenute nell'originale letterario. Per chi è rimasto deluso, è dunque il caso di ripassarsi il dizionario della terminologia bondage, con tutti i termini tratti dalla trilogia di romanzi. Per essere una che voleva solo scrivere una versione sexy di "Twilight", E.L. James è parecchio esperta in materia.

Butt Plug: sex toys per la stimolazione anale.
Caning: in italiano è la bastonatura, consistente nella fustigazione con il "cane" (il bastone di legno ben noto ai tempi in cui si praticavano le punizioni corporali nelle scuole)
Contract: è il contratto che sottoscrivono Anastasia e Mr Grey, contenente le regole del loro rapporto.
Collared: colui che porta il collare. Quest'ultimo sancisce la lealtà tra schiavo e padrone, come una fede nuziale.
Dom: il dominatore.
Fun with Food: cospargersi di cibo (dal gelato al miele) durante il rapporto.
Fisting: introdurre l'intero pugno nelle parti intime.
Flogger: il frustino.
Hard Limit: il limite massimo entro il quale spingersi in un rapporto bondage.
Nipple Clamps: mollette (tipo morsetti) per capezzoli.
Safe Word: parola d'ordine che decreta la fine dei giochi.
Spanking: la ben nota sculacciata, a mani nude oppure con l'uso di spanker (palette di legno, plastica, cuoio o latex).
Sub: il sottomesso.
Supsension: il Sub è pericolosamente legato e sospeso con corde e manette.
Vanilla: il sesso tradizionale come lo definiscono i praticanti di bondage. Il termine è usato in senso ironico, ma può anche riferirsi all'alternanza di pratiche sadomaso e tecniche "normali" all'interno di un un'unica sessione erotica.
Wartenberg Pinwheel: la ruota dentata di Wartenberg è uno strumento usato nel settore medico, nell'ambito dei disordini neurologici. Dagli appassionati del genere, viene convertito in sex toy.

fanpage.it

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

popoli e culture
popoli e culture
pedagogia
pedagogia
stile & bon ton
stile & bon ton
news
news
arte
arte
beneficenza
beneficenza
riflessioni
riflessioni
curiosit
curiosit
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
bonus e incentivi
bonus e incentivi
amore e dintorni
amore e dintorni
Vini e dintorni
Vini e dintorni
musica
musica
artisti
artisti
itinerari
itinerari


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!