Faredelbene.net



salute -> Luce e buio, ecco come risponde il nostro corpo


Luce e buio, ecco come risponde il nostro corpo




Ognuno vive le variazioni di luce e ombra del giorno in modo differente, in base al proprio cronotipo, questo può produrre anche effetti sull'etica delle persone.

Ogni corpo rsponde in modo diverso alle variazioni di luce e di buio nell'arco di una giornata.
Da qui, ci distinguiamo in chi è più produttivo ed energico la mattina e chi invece predilige la sera, alcuni sono mattinieri, altri nottambuli, altri ancora stanno nel mezzo. Il tutto gestito dal proprio orologio biologico.
 
E' proprio quest'orologio interno che determina il cronotipo - la categoria che indica in che momento della giornata siamo maggiormente attivi - è diverso per ciascuno di noi.
Capire qual è il proprio cronotipo è semplice: basta passare un paio di settimane andando a letto quando ci si sente stanchi e svegliarsi senza sveglia.
Ma fino a che punto gli orari che scandiscono una giornata influenzano la nostra vita? Se lo è chiesto Sunita Sah, una scienziata del comportamento presso la Georgetown University e nottambula dichiarata.
Per cinque anni, Sunita Sah ha studiato come le diverse situazioni influenzano il comportamento. "Si sentono sempre queste affermazioni radicali: il mattino è sacro, la sera è il male", ha detto la scienziata Maria Konnikova, la giornalista del New Yorker che l'ha intervistata.
L'idea che svegliarsi presto la mattina costituisca una virtù è diffusa sin dall'antichità. Aristotele scriveva che "svegliarsi prima dell'alba è raccomandabile; e costituisce una sana abitudine".
Benjamin Franklin esprimeva la stessa idea in altri termini: "Andare a letto presto e svegliarsi presto rende un uomo sano, ricco e saggio".
Uno studio pubblicato nel 1998 sul Journal of Personality and Social Psychology suggerisce che le persone diventano più passive con l'avanzare del giorno. Per questo tutti dovrebbero fare le cose più importanti della giornata al mattino, perché non saranno in grado di farle altrettanto bene la sera.
Ma, secondo Sunita Sah, questo non è sempre vero. In base al suo studio, la scienziata ritiene invece che gli orari di una giornata potrebbero anche avere conseguenze sulla sfera morale.
In una serie di esperimenti, lei e i suoi colleghi Brian Gunia e Christopher Barnes, hanno voluto verificare se determinati orari nell'arco di una giornata influenzino la probabilità che una persona imbrogli, scegliendo i partecipanti in base al loro cronotipo mattiniero e nottambulo.
I partecipanti sono stati sottoposti a prove fisiche e intellettuali. In entrambi i casi, hanno avuto la possibilità di imbrogliare.
I risultati mostrano che i mattinieri imbrogliano meno quando sono sottoposti a prove nelle prime ore del giorno. Anche l'opposto è vero: i nottambuli imbrogliano di meno la sera.
Quindi non c'è una categoria eticamente superiore all'altra: semplicemente entrambe si lasciano influenzare dall'ora del giorno che prediligono.
I mattinieri, tuttavia, sono più fortunati dal momento che la nostra società è strutturata in modo da avvantaggiare chi è più produttivo la mattina.
Anzi, ci si aspetta che tutti riescano a ottenere i migliori risultati la mattina presto, ma i nottambuli non possono svegliarsi e iniziare a lavorare quando i loro corpi dicono loro di farlo.
Al momento, Sunita Sah sta applicando i suoi studi a persone che hanno precise responsabilità etiche nella loro carriera, come i consulenti finanziari o i medici. Sostiene che queste persone prenderebbero decisioni con maggiore chiarezza se i loro orari di lavoro fossero allineati ai loro cronotipi.
"Dobbiamo pensare alla qualità del lavoro e dei processi cognitivi", sostiene la scienziata. "È molto meglio soddisfare le persone con orari e strutture modellati in base al loro cronotipo piuttosto che imporre a tutti gli stessi orari".
"Non dovrò fissare esami alle 8 del mattino se non voglio che i miei studenti copino“, ha concluso.
I nottambuli possono mettersi il cuore in pace: non sono né immorali né pigri. Ma fino a quando il mondo non girerà a loro favore, o a meno che non siano così fortunati da lavorare in un posto che permetta orari flessibili, i mattinieri continueranno a essere quelli che pigliano i pesci.
 
Autore: Anna Ditta
 
Fonte: thepostinternazionale.it
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

FIORI DI BACH . ASPEN

ASPEN ( Populus tremula )pioppo

 il pioppo tremolo è un albero le cui foglie è raro non veder vibrare anche sotto l’azione di un vento leggerissimo:Angosce vaghe e inspiegabili. Paure senza reale motivo. Fiore grigio bruno con antere rosse, senza profumo senza una identità,colore delle nuvole  di mondi superiori, imperscrutabili, ama il sole  ,anche se sboccia quando ancora è freddo, il  suo rosso  incarna il bisogno di radicarsi nella materia il radicarsi è un suo difetto infatti le radici sono superficiali ed il distacco si  coglie nei suoi semi sparsi dal vento.E la sensibilità denunciata dalla presenza della peluria sulle foglie Presagi di pericolo incombente , per il futuro. Fantasie, superstizione, fascino verso l' occulto . Paura del buio,  della violenza, della morte. Crisi di panico in questo caso si associa Rock Rose. Sogni angoscianti. Sensibile all'ambiente. Intanto Aspen non elimina queste fantasie  ma ci aiuta a renderle in positivo così che un incubo diventi un sogno e tutte le energie negative si trasformano in positive Quindi è utile per tutte le persone ed i terapeuti odontoiatri compresi che si confrontano continuamente con le energie  negative di chi soffre contaminando le nostre energie sottili, è un protettore da influenze astrali negative per chi crede nell’astrologia quella seria non da banco ed in tal senso è un fiore rivalutato anche nell’ATM in quanto sappiamo che energeticamente l’ATM dopo R27 (reni 27) è il secondo crocevia più importante a livello dei meridiani cinesi, in questo senso è scudo protegge più che sbloccare l’enorme energia o quella residua in situazioni di patologia dell’ATM

Non possiamo non associare ad aspen un rimedio omeopatico praticamente sovrapponibile che è GELSEMIUM (PAURA CON TREMORE).

tratto dal libro FIORI DI BACH IN ODONTOIATRIA   del dott. Ennio Calabria





Categorie

attualit
attualit
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
sesso
sesso
diete
diete
riflessioni
riflessioni
letteratura
letteratura
scomode verit
scomode verit
medicina
medicina
io non ci sto
io non ci sto
stile & bon ton
stile & bon ton
vegan & co.
vegan & co.
numerologia
numerologia
psicosomatica
psicosomatica
astrologia
astrologia
arte
arte


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!