Faredelbene.net



salute -> Allarme Sofficini. Ecco come l'industria alimentare ammala i bambini


Allarme Sofficini. Ecco come l'industria alimentare ammala i bambini




Chi consuma Sofficini non può non saperlo!

Chi consuma Sofficini deve sapere che questo prodotto contiene ben 28 ingredienti e che circa l’80% del peso di ogni singolo sofficino è tutto tranne mozzarella e prosciutto cotto. La domanda da porsi è perché vendono così tanto allora? Come si chiede la nutrizionista Chiara Cevoli, che scrive su Facebook: “I ‪Sofficini‬: altro esempio di come l’industria alimentare ammala i bambini. 28 ‪ingredienti‬ (più o meno, è un’impresa contarli!), più dell’80% del peso del prodotto non è ne ‪mozzarella‬ ne ‎prosciutto cotto‬. Qual è la loro forza? Perché vendono tanto? La ‪Findus‬ ha inventato il simpatico pupazzetto Carletto‬ per attirare i bambini e per i genitori mette a disposizione la comodità di una ‪‎cena‬ praticamente già pronta, che i figli mangeranno senza fare storie. Secondo voi è giusto così?”
 
Gli ingredienti dei Sofficini con prosciutto cotto e mozzarella
 
Dal sito di Findus: “Latte scremato reidratato, farina di grano tenero, prosciutto cotto affumicato 10,7% (ingredienti: coscia di suino, acqua, sale, destrosio, sciroppo di glucosio, aromatizzanti di affumicatura, stabilizzanti: trifosfati; antiossidanti: ascorbato di sodio; aromi, conservanti: nitrito di sodio) mozzarella 8% (ingredienti: latte, sale, fermenti lattici, caglio), olio di semi di girasole, uova, formaggio (ingredienti: latte, fermenti lattici, sale, conservanti: lisozima da uovo, caglio), amido di frumento, sale, succo di limone da concentrato, lievito di birra, paprica, pepe nero, noce moscata, estratto di malto d’orzo.”
 
Fonte: altervista.org
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Sognare il mare

L'origine della vita sulla Terra è rappresentata dal mare; in esso infatti si sono formati i primi esseri viventi apparsi nel nostro pianeta. Nei nostri sogni, il mare rappresenta l’inconscio, gli aspetti primordiali della nostra specie, i nostri istinti e i ricordi più profondi.

E’ un elemento da analizzare con attenzione, perché si riferisce strettamente alla nostra dimensione più intima.

Quindi, cosa significa sognare il mare? Sognare il mare può esprimere il bisogno di guardarsi dentro per esplorare gli aspetti più intimi ed istintivi di se stessi, per risalire verso il proprio inconscio. Ciò è specialmente vero se si sogna di cominciare un viaggio in mare salendo su una nave, o di immergersi in mare e nuotare tra le onde.

Sognare di raggiungere la riva del mare e di uscirne può significare che la situazione che si sta affrontando ci ha portato ai confini di ciò che è a noi noto; si è quindi consapevoli che bisogna pensare a nuove soluzioni e possibilità.

Il mare come origine della vita è anche connesso strettamente con la creazione e la nascita; il mare è come un grande grembo materno da cui tutti proveniamo. Il mare è quindi legato alla forza generatrice, al genere femminile, alla figura materna. Sognare di immergersi in mare potrebbe quindi indicare che si desidera ritornare nell’utero materno per rinascere ad una nuova vita, per rigenerarsi.

Se si è di sesso maschile, sognare il mare può significare la ricerca del proprio lato femminile.

Occorre fare attenzione alle condizioni del mare nei sogni, perché indicano il proprio stato d’animo:

Mare in tempesta: si è in preda alla rabbia, oppure ci si sente totalmente sovrastati da una situazione su cui non si ha alcun controllo.
Mare calmo: serenità interiore, appagamento.
 

Numeri del lotto:

mare calmo 5, agitato 10, ondoso 23, cadere in mare 43, fare il bagno in mare 44.

Fonte http://significatosogni.altervista.org/





Categorie

scienza
scienza
antroposofia
antroposofia
religioni
religioni
libri e recensioni
libri e recensioni
artisti
artisti
bambini
bambini
salute
salute
astronomia
astronomia
news
news
casa
casa
autismo
autismo
riflessioni
riflessioni
donna
donna
cucina
cucina
tradizioni
tradizioni


Leggi Anche..

Zaini scuola troppo pesanti, le conseguenze sul corpo dei bambini.
Data: 2014-09-12

Frasi da non dire MAI al vostro bambino
Data: 2014-12-02

Mio figlio ha 6 anni e si innamorato di un ragazzo
Data: 2016-01-06

Cani e bambini: rapporto delicato
Data: 2014-08-19

Una spiegazione a 10 incubi e sogni frequenti fra i bambini
Data: 2014-10-19

Zucca: le propriet e i benefici della regina d'autunno
Data: 2014-07-23

Migliaia di bambini ricoverati per allarme virus respiratorio
Data: 2014-09-09

Rimedi naturali per curare il mal di gola nei bambini
Data: 2014-09-29

Calcoli alla colecisti e dieta
Data: 2014-10-19

Anoressia, cosa c' da sapere
Data: 2014-09-24





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!