Faredelbene.net



riflessioni -> Tratto da "Insegnamenti senza tempo", testo pubblicato su Forest Sangha Newsletter, del Ven. Ajahn Chah


Tratto da "Insegnamenti senza tempo", testo pubblicato su Forest Sangha Newsletter, del Ven. Ajahn Chah




"Una volta, mentre stavo con un Ajahn, dovetti cucirmi un abito.
Allora non c’erano macchine da cucire, si doveva cucire a mano ed era un’esperienza molto difficile. La stoffa era molto spessa e l’ago non era acuminato, mi continuavo a ferire da solo con l’ago, le mani diventavano molto doloranti e il sangue continuava a gocciolare sulla stoffa. Siccome il compito era molto difficile, ero ansioso di portarlo a termine. Ero così assorto nel lavoro che non mi accorsi nemmeno che sedevo sotto il sole cocente e grondavo sudore. L’Ajahn mi raggiunse e mi chiese perché sedessi al sole e non al fresco, all’ombra. Gli dissi che ero molto ansioso di finire il lavoro. Mi chiese: « Dove hai fretta di andare? » « Voglio finire questo lavoro, così posso fare la meditazione seduta e quella camminata », gli risposi. Egli domandò: « Quando finirà mai il nostro lavoro? » « Oh! » Questo mi fece tornare consapevole. « Il nostro lavoro nel mondo non finisce mai », mi spiegò. « Dovresti usare occasioni di questo genere come esercizi di consapevolezza, e dopo che hai lavorato abbastanza, fermati e basta. Metti il lavoro da parte e continua con la tua pratica di meditazione seduta e camminata. »
Iniziai a comprendere il suo insegnamento. Prima, quando cucivo,
anche la mia mente cuciva e, perfino quando mettevo da parte il cucito, la mia mente continuava a cucire. Quando compresi l’insegnamento dell’Ajahn, fui davvero in grado di accantonare il cucito. Quando cucivo, la mia mente cuciva, ma quando smettevo di cucire, anche la mia mente smetteva di cucire. Quando mi fermavo, anche la mia mente si fermava. Conoscete il bene e il male quando viaggiate o quando vivete in un posto. Non troverete la pace su una collina o in una caverna; potete viaggiare
fino al luogo in cui il Buddha raggiunse l’Illuminazione senza essere per nulla più vicini all’Illuminazione. Ciò che importa è essere consapevoli di voi stessi, ovunque siate e qualsiasi cosa stiate facendo. Viriya, lo sforzo, non riguarda quel che fate esteriormente, ma solo costante consapevolezza e contenimento interiore."

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

donna
donna
astrologia
astrologia
psicosomatica
psicosomatica
significato sogni
significato sogni
sesso
sesso
musica
musica
simboli e archetipi
simboli e archetipi
coppia
coppia
bambini
bambini
diete
diete
medicina
medicina
cucina
cucina
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
artisti
artisti
autismo
autismo


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!