Faredelbene.net



riflessioni -> BENE-DIRE MALE-DIRE


BENE-DIRE MALE-DIRE




Se sorvegliate i vostri pensieri i vostri pensieri sorveglieranno voi.

Se in una qualsiasi area della vostra vita vi state focalizzando su delle negatività quali per esempio il pettegolezzo, il giudizio, la derisione altrui, allora vi esponete al rischio che un’entità vi si attacchi. Non potete giungere ad uno stato di completa memoria se dipendete ancora dall’oscurità. Quando giudicate qualcuno, indulgete all’oscurità. Quando parlate alle spalle di qualcuno, sguazzate nell’oscurità. Quando nel cuore coltivate invidia e rancore verso qualcuno, affondate nell’oscurità. Gelosia, avidità, cupidigia, tutti questi vizi sono i cancelli verso le dimensioni dell’oscurità.

Pettegolezzi, critiche, giudizi, rifiuti e derisioni sono a tutti gli effetti magia nera! E la cosa vale non solo quando proiettate queste cose su altri; perché quando lo fate verso voi stessi, è ancor peggio. Il pettegolezzo è la magia più nera che esista, perché le parole hanno un potere enorme. Le parole sono potere, perché danno corpo a delle vibrazioni, vibrazioni che potreste anche non percepire, o nemmeno comprendere. Però gli effetti delle vibrazioni di queste parole li sentite. Quando qualcuno a cui tenete profondamente vi dice “ti amo”, il vostro corpo risponde in maniera positiva. Se la stessa persona vi dice qualcosa di negativo, il vostro corpo subisce uno shock, si ritrae e prova dolore, emozionale e spesso anche fisico. E’ la vibrazione di quelle parole, unitamente alla comprensione del significato dei termini, a ferirvi. Ora, questo è quanto accade, quando avviene faccia a faccia. Quando però vi sedete tra voi al solo scopo di sparlare della vita di qualcun altro, semplicemente perché non vi piace particolarmente il suo stile di vita, o il modo in cui sceglie di pensarla, o perché siete gelosi di quella persona, invidiosi, o non la capite, allora state giocando col fuoco.

Quell’energia crea una forma, la vibrazione di quell’energia è come un richiamo per le entità – “ehilà sono qui, venite a prendermi!, ho un po’ di “cibo” per voi! un’intera ciotola di energia negativa davvero squisita!”. E’ qualcosa di cui tutti dovrebbero davvero divenire consapevoli. E le cose vanno ancora oltre. Quante volte, entrando nel vostro grande magazzino, trovate in giro ovunque delle riviste che schiamazzano “ULTIMO PETTEGOLEZZO SU…!” ? Che energia starà mai emanando? Cosa vi sta invitando a fare? Vi sta invitando a farvi coinvolgere nel dramma della vita di qualcun altro, qualcuno che neanche conoscete! Vi sta distraendo dallo scopo della vostra vita, vi distoglie da ciò che è importante per voi. E’ molto più facile puntare e fissare l’attenzione sulle faccende di altri, dimostrare quanto siano cattivi, quanto siano insicuri, quanto siano poco integri e siano venuti meno a certe cose alle quali voi credete siano venuti meno, cose che voi credete manchino di integrità. Eppure, voi non conoscete l’essenza totale della vita di quell’individuo.

Se state parlando di qualcuno che sta avviando un affare, e lo giudicate dicendo “oh mio dio, credevo fosse così spirituale”, cosa conoscete in realtà della sua vita, e delle circostanze che l’hanno portata a quel comportamento? Non sapete nulla! Vi state concentrando sulla superficie e quando fate questo aprite le botole del piano astrale invitando letteralmente le energie negative ad entrare e ad unirsi al vostro pettegolezzo.

L’altra cosa che state facendo – e ora che conoscete la Legge dell’Attrazione, vi dovrebbe esser facile capirlo – le parole che state pronunciando le state evocando per voi stessi! Perciò, quel che accade è che altre persone sparleranno di voi, vi punteranno il dito contro, vi respingeranno e vi accuseranno di non essere integri, ecc, ecc! Perché credete avvenga? Perché l’avete evocato, vi siete concentrati su quello e avete fatto della magia. Avete creato la vostra stessa magia nera. Ciò apre le porte alle entità, perché si attacchino e si nutrano dell’energia che avete creato in quell’ambiente. La persona o le persone che state giudicando, criticando o di cui sparlate, si trovano quindi sotto attacco psichico da parte vostra e voi ne sarete ritenuti responsabili. Siete mai stati oggetto di critica, accuse, giudizio o pettegolezzo da parte di qualcuno? E cosa provavate?

Son sicuro che se andate indietro col pensiero, potete ricordare di avere avuto la sensazione che tutta l’energia vi fosse stata prosciugata dal corpo, come se vi foste indeboliti – e shock, incredulità, tristezza, afflizione, rabbia, colpa, vergogna , erano le emozioni che provavate. Ed esattamente queste sono le emozioni che vengono evocate negli altri quando voi fate la stessa cosa. Quindi, è sufficiente un batter d’occhio perché delle entità vi si attacchino e hanno accesso a voi in maniera molto più estesa di quanto vi rendiate conto. E’ di vitale importanza che capiate le sottigliezze insite nell’attirarle dentro al vostro spazio. Se dunque andate da chi incontrate a parlare del supposto torto che quella persona vi ha fatto, a quel punto state spettegolando! State creando della fanghiglia psichica che attirerà a voi un’entità, che si nutrirà di quell’energia. Ricordate, lasciarvi trascinare in conversazioni sulla vita di altri significa venire indotti ad ignorare la vostra stessa vita. Venite distolti dal senso stesso dell’esistenza che è la gioia di Essere e Vivere.

Quindi, la negatività vi fa letteralmente impazzire. Ignorando il vostro sé, vi conducete da soli alla pazzia; avere paura dei momenti di silenzio col vostro sé, vi porta ad impazzire; avere paura del creare, vi porta ad impazzire. Il momento della paura, vi porta alla pazzia.
E così, un’entità entra. Cosa fa? Vi attacca attraverso il chakra più vulnerabile, solitamente il plesso solare o il chakra sacrale. Dopo un certo periodo di tempo, vi sentite svogliati, depressi, arrabbiati, tutto vi irrita, tutti quelli che vedete vi irritano e i problemi di chiunque vi irritano, e più siete irritati, frustrati ed arrabbiati, più divenite un pasto prelibato! Perciò quell’entità si accerterà che la vostra attenzione rimanga concentrata su una sempre maggiore negatività, perché è di questo che si nutre. Per quanto essa desideri la luce, ha bisogno di ciò che la mantiene viva – la vostra paura che abbassa il vostro livello vibratorio e quindi il vostro campo di energia.

Qualsiasi cosa contenga rabbia, attira energie negative. Questo non accade quando capita di avere una o qualche brutta giornata, ma quando la cosa va avanti e si protrae, che esiste la grande possibilità che abbiate una o più entità attaccate. Talvolta le entità si attaccano tramite uno spazio abitato. Possono trovarsi in alcuni luoghi in cui entrate fisicamente. Può trattarsi di una casa in cui traslocate, il terreno su cui vivete, un posto che visitate; persino una zona che state attraversando in auto e che percepite essere estremamente pesante e buia che le contiene. Il mondo ne è pieno poiché sono state create dalle paure focalizzate degli uomini che le alimentano continuamente e le riproducono. Se scegliete quindi di insistere a fissarvi su cose negative si aggrapperanno per certo a voi e se non cambiate atteggiamento lavorando su voi stessi gli permetterete di consolidarsi e influenzare la vostra esistenza e quella di chi vi sta vicono.

Più vi mantenete luminosi e leggeri, più difficile sarà che vi aggrediscano. Perché? Perché le vibrazioni della luce sono così veloci ed elevate che le entità non sono in grado di attaccarcisi, dato che la loro frequenza è molto più densa di quella della luce, e così non hanno alcun modo per “agganciarsi”. La ragione principale per cui non dovreste focalizzarvi su queste energie è che non dovete sprecare la vostra preziosa energia e il vostro prezioso tempo per focalizzarvi sui drammi della vita altrui quando c’è già così tanto nella vostra stessa vita che richiede la vostra attenzione. E non necessariamente deve trattarsi di problemi da risolvere; quell’energia potete invece usarla in modo creativo. E’ energia che potete usare per nutrire la vostra vita, per venire ispirati, per farvi venire in mente nuove creazioni, nuove idee, per investire quell’energia nella vostra esistenza, nei vostri sogni, nei vostri intenti o in qualsiasi cosa scegliete di fare. Ritraete quell’energia dentro di VOI e indirizzatela verso il flusso dei vostri scopi e del vostro piano. Stabilite quindi i vostri obiettivi e abbiate piena fiducia in ciò che siete, in ciò che fate e negli altri. Siate ottimisti, costanti, determinati e responsabili pensando in grande. Così cresce la certezza di raggiungere i traguardi superando qualsiasi ostacolo di ogni forma e natura. Non paragonatevi a nessuno piuttosto, amatevi e valorizzatevi ogni giorno innamorandovi di voi stessi e del vostro modo di percepire e riscoprire la vita. Siate grati, consapevoli e felici di essere Unici poiché lo siete e lo manifesterete nella misura in cui sceglierete di vivere nella pienezza della vostra unicità!

Vigila sui tuoi pensieri perché diventeranno le tue parole.
Vigila sulle tue parole perché diventeranno le tue azioni.
Vigila sulle tue azioni perché diventeranno le tue abitudini.
Vigila sulle tue abitudini perché diventeranno il tuo carattere.
Vigila sul tuo carattere perché influenzerà il tuo destino!
Swami Sivananda

Fonte Umani in divenire

 

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
fisica quantistica
fisica quantistica
miti e leggende
miti e leggende
scomode verit
scomode verit
mamme
mamme
musica
musica
lingua italiana
lingua italiana
autismo
autismo
religioni
religioni
casa
casa
coppia
coppia
psicologia
psicologia
scienza
scienza
medicina naturale
medicina naturale
vegan & co.
vegan & co.


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!