Faredelbene.net



religioni -> chiesa cattolica -> Anno della Fede: domenica 24, il Papa consegna l'Esortazione


Anno della Fede: domenica 24, il Papa consegna l'Esortazione




Una grande dimostrazione di vitalit e dinamismo dei credenti. E stato questo lAnno della Fede secondo mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione che, ieri mattina, ha presentato in Sala Stampa Vaticana gli eventi conclusivi di questi dodici mesi, voluti da Benedetto XVI. Domenica prossima, Papa Francesco consegner l'Esortazione apostolica "Evangelii gaudium". 8 milioni e mezzo i pellegrini che si sono recati presso la Tomba di Pietro durante lAnno della Fede, vissuto spiega mons. Rino Fisichella con grande intensit dal popolo di Dio in ogni parte del mondo: Spesso, abituati come siamo a evidenziare i fattori di crisi, dimentichiamo di guardare anche ai tanti segni positivi e di speranza che sono realmente presenti nella Chiesa. Tanti i segni che hanno scandito questi dodici mesi. Tra tutti, mons. Fischella ricorda le numerose testimonianze delle minoranze cristiane in contesti di sofferenza e povert e lora di Adorazione eucaristica contemporanea in tutto il mondo: In quel momento Cristo stato veramente il cuore del mondo. Io questo non lo potr mai dimenticare. Concluderanno lAnno della Fede, voluto da Benedetto XVI e proseguito in sintonia spirituale e pastorale da Papa Francesco, tre eventi: il prossimo 21 novembre, la Giornata pro orantibus con la visita del Santo Padre al Monastero delle Monache Camaldolesi allAventino: Il Papa si fermer in preghiera con le monache, che in questi anni hanno aperto il loro monastero alla condivisione della lectio divina e della mensa dei poveri. Un esempio quindi di come dalla preghiera sfoci il servizio ai poveri, ai deboli, a quanti sono nelle periferie. Sabato 23 novembre sar la volta della Giornata dei catecumeni con testimonianze dei neofiti che in Paesi come Italia e Francia - ha detto mons Fisichella - hanno unet media tra i 20 e i 40 anni. Il Papa incontrer 500 adulti che si preparano a ricevere il Battesimo, provenienti da 47 Paesi del mondo: Dalla Russia, dalla Moldavia, dalla Bosnia Erzegovina, dallEgitto, dal Marocco, dallAlgeria, dalla Cina, dalla Mongolia, da Cuba sperimenteremo, anche in questa circostanza, luniversalit della Chiesa. Infine domenica prossima, 24 novembre, festa di Cristo Re, la Messa conclusiva dellAnno della Fede, in Piazza San Pietro. Momenti salienti saranno lesposizione per la prima volta dellurna contenente frammenti delle reliquie dellApostolo Pietro e la consegna da parte di Papa Francesco dellEsortazione Apostolica Evangelii gaudium, che sar presentata ufficialmente alla stampa marted 26 novembre: Nel programma originario doveva essere consegnata la Lettera Enciclica di Papa Benedetto XVI. Poi sappiamo cosa avvenuto a febbraio, ci che avvenuto a marzo, e la decisione anche da parte del Santo Padre, Papa Francesco, di pubblicare la sua Enciclica sulla fede Lumen Fidei nel corso dellanno. Quindi con lEsortazione apostolica, lAnno della Fede si conclude ma limpegno continua con levangelizzazione. A ricevere dalla mani del Papa lEsortazione saranno rappresentanti di ogni evento che ha scandito questo Anno della Fede, provenienti dai 5 continenti. Presenti anche artisti nella persona di Etsuro Sotoo, scultore giapponese che ha collaborato alla Sagrada Familia e la pittrice polacca Anna Gulak, perch la bellezza - ha spiegato mons. Fisichella - forma privilegiata di evangelizzazione. Ci saranno poi i giornalisti per attestare il grande impegno e promozione che svolgono quanti si dedicano a questo servizio. Infine un terzo momento della celebrazione sar il gesto di carit a favore della popolazione filippina colpita dal tifone Haiyan: Verr compiuta una raccolta in denaro, come un segno di partecipazione concreta e solidale con quanti condividono la stessa fede e versano in situazioni di estremo bisogno. Ai giornalisti che gli chiedevano se laumento delle confessioni registrato negli ultimi tempi sia da attribuire a Papa Francesco piuttosto che allAnno della Fede, mons. Fisichella ha risposto: Molte persone hanno esplicitamente detto: 'Sono tornato a confessarmi perch ho sentito la parola di Papa Francesco'. Il Signore si pu servire anche di un Anno della Fede tutti noi siamo solamente mediatori. Chi agisce la Grazia di Dio. Togliere il primato alla Grazia di Dio significherebbe per noi equivocare tutto.Referral ID: 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

bonus e incentivi
bonus e incentivi
numerologia
numerologia
significato sogni
significato sogni
itinerari
itinerari
riflessioni
riflessioni
significato dei colori
significato dei colori
scomode verit
scomode verit
storia
storia
autismo
autismo
casa
casa
animali
animali
scienza
scienza
coppia
coppia
io non ci sto
io non ci sto
antroposofia
antroposofia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!