Faredelbene.net



religioni -> Il primo santuario dedicato a Wojtyla in Calabria


Il primo santuario dedicato a Wojtyla in Calabria




Nel Lametino in occasione della canonizzazione di Giovanni Paolo II una nuova chiesa verrà dedicata al pontefice polacco. Da Cracovia è arrivata una reliquia, mentre papa Francesco ha inviato la sua benedizione.
Con la canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II, la prossima domenica 27 aprile, nascerà nel Lametino un santuario unico al Centro Sud a lui dedicato.
Un particolare amore verso questo gigante della fede viene da sempre tributato dai fedeli della parrocchia Santa Maria Immacolata di Accaria, che, con il loro parroco, hanno dato vita ad una forte devozione nei confronti dell’amato Pontefice. Quando sette anni fa si diede inizio ai lavori di costruzione della nuova chiesa a Cardolo, i fedeli e alcuni responsabili del Movimento Apostolico della comunità parrocchiale, prima ancora che Karol Wojtyla venisse beatificato, hanno manifestato al cardinale arcivescovo metropolita di Cracovia, Stanislaw Dziwisz (che è stato segretario particolare di Giovanni Paolo II), il desiderio di intitolare la chiesa proprio al pontefice polacco, non appena si fossero creati i requisiti canonici. Il porporato ha fatto giungere dalla Polonia un preziosissimo frammento della fascia papale indossata da Giovanni Paolo II nel suo ministero apostolico e quando Giovanni Paolo II verrà dichiarato santo, la chiesa di Cardolo gli si potrà essere intitolata.

Il vescovo della diocesi lametina, Luigi Antonio Cantafora ha accolto la richiesta del parroco don Antonio Fiozzo e dei fedeli della comunità parrocchiale ed ha ritenuto che l’edificio di culto possa avere le potenzialità pastorali per essere considerato centro di spiritualità e far conoscere sempre più il messaggio magisteriale di Giovanni Paolo II. A tale scopo, il vescovo, consegnerà ai fedeli della comunità di Accaria una reliquia di “categoria superiore” rispetto a quella già custodita, intrisa di “sangue” del santo Giovanni Paolo II.

Per la preparazione all’evento giovedì 25 aprile alle 18, nella Chiesa di Cardolo, vi sarà la concelebrazione eucaristica, presieduta da Cantafora. Verranno officiata la funzione di dedicazione del nuovo altare e di intitolazione della Chiesa e benedetti gli elementi liturgici realizzati dall’artista Maurizio Carnevale e sarà letto il telegramma con la benedizione apostolica di Papa Francesco. Venerdì 26 aprile alle 18, nella chiesa di Accaria si celebrerà una veglia di preghiera nell’attesa della celebrazione di canonizzazione e infine il 27 aprile nella nuova chiesa-santuario San Giovanni Paolo II di Cardolo, alle 18, vi sarà la celebrazione di ringraziamento per la canonizzazione, officiata dal Vescovo emerito della diocesi lametina monsignor Vincenzo Rimedio.

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Il significato dell'acqua nei sogni, di Paolo Crepet

Alcuni dei valori che può assumere l'acqua nei sogni sono libertà e tormento.

Essere travolti, sprofondare, nuotare. Tante sono le sfaccettature che può assumere l’acqua nei nostri sogni. Abbiamo chiesto allo psichiatra Paolo Crepet di provare quali significati e valori può assumere l’acqua nei nostri sogni. Oltre a essere uno psichiatra per vocazione, come ama definirsi, Crepet è anche scrittore e pensa che la psichiatria sia un modo per rimuovere gli ostacoli alla felicità. Oggi gestisce anche l’antica residenza Corte della Maestà, che sorge nella suggestiva valle di Civita di Bagnoregio.

Sognare l’acqua è sempre riconducibile al concetto di liquido amniotico, di maternità? Oppure ha anche altri significati?

“Sognare acqua sicuramente si ricollega all’idea ancestrale della maternità. Quindi alla nascita. Anche e forse soprattutto in termini di regressione. La nascita infatti collegata al sognare acqua non indica sempre e solo novità. Ma indica anche paura. Necessità di regredire ad uno stadio in cui l’umanità è coccolata. Quello della gestazione appunto. L’acqua è quindi nel sogno un ricordo piacevole in cui il subconscio si rifugia quando la vita nella realtà non è così piacevole. L’inconscio cioè costruisce una sorta di macchina del tempo che permette al sognatore di tornare a tempi migliori”.

Cosa significa sognare acque agitate?

“Sognare acque impetuose è più frequente che sognare acque tranquille. Perché ognuno è più tribolato che sereno. Quando una persona è molto serena infatti non sogna affatto. O meglio: non ricorda i propri sogni. Il ricordo del sogno infatti indica inquietudine legata ad eventi, persone, fatti o sensazioni. L’acqua è anche un elemento di imprevedibilità. Di non controllo. Un qualcosa che può essere immanente. Sognare acque agitate è spesso sintomo di angoscia profonda”.

Cosa significa sognare di nuotare?

“Nuotare in un ambiente sconfinato indica libertà. Molte donne sognano spesso acque tranquille che poi improvvisamente si agitano portando via il loro bambino. In questo caso l’acqua è solo un mezzo, uno strumento poco controllabile”.

Dunque l’acqua esprime mancanza di controllo, libertà, angoscia e timore?

“Sì. Queste parole non sono in contraddizione tra loro. Noi siamo angosciati di essere liberi. La libertà spesso non fa stare tranquilli. E comporta l’assunzione di responsabilità”.

Che altri significati può assumere il sogno dell’acqua?

“Si può ad esempio sognare l’acqua di un ruscello. In questo caso l’acqua diventa la grande metafora della trasparenza. Simbolo di purezza e onestà”.

Cosa vuol dire sognare di annegare?

“Spesso capita di sognare di annegare come se l’acqua sovrastasse la persona e questa perdesse l’aria. Questo è un sogno molto ricorrente e indica un problema personale collegato alla bassa stima di sé. Essere sovrastati dall’acqua significa avere la convinzione di non farcela. Perché una persona teme che le sue capacità, il suo talento la sua forza siano insufficienti rispetto a ciò che richiede la vita. Questo tipo di sogni però si evolve nella vita. A vent’anni si sogna in un modo, a cinquanta in un altro… Ci sono persone però che anche a settanta anni sognano di annegare, perché il problema della stima di sé non è mai stato risolto. Nell’adolescenza il problema della bassa stima di sé è giustificabile. Col passare del tempo la vita però determina un rafforzamento dell’io e una maggiore capacità di gestire la vita medesima”.

Cosa significa sognare di bere acqua?

“Sognare di bere acqua non è un sogno così frequente. Bere è ovvio nel sogno comporta l’idea della sete. Avere sete indica aver bisogno di qualcosa che manca. Il sogno di bere acqua indica che l’individuo ha una necessità. Il fatto che questo sogno non sia ricorrente è un segno dei tempi, nel senso che l’uomo moderno non ha più così tanta fame. Sia dal punto di vista materiale che spirituale. Per i nostri nonni sognare di bere era una figura retorica più ricorrente”.

Fonte sanpellegrino-corporate.it

Leggi anche Il mare nei sogni





Categorie

animali
animali
significato dei colori
significato dei colori
riflessioni
riflessioni
tradizioni
tradizioni
astronomia
astronomia
io non ci sto
io non ci sto
arte
arte
amore e dintorni
amore e dintorni
medicina naturale
medicina naturale
libri e recensioni
libri e recensioni
astrologia
astrologia
donna
donna
salute
salute
autismo
autismo
tecnologia
tecnologia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!