Faredelbene.net



psicosomatica -> Psicosomatica dell'insonnia


Psicosomatica dell'insonnia




L’insonnia è un problema molto comune e rappresenta un sintomo, un’espressione di una vasta gamma di disturbi, psichici e fisici; in quest’ottica si comprende quanto sia importante risalire all’origine del disagio per ottenere una sua risoluzione

Le cause più comuni sono determinati disturbi fisici (ad esempio la sindrome dell’apnea notturna, problemi respiratori, crampi alle gambe, difficoltà digestive), fattori ambientali (luce, rumori), scarsa igiene del sonno legata ad abitudini di vita poco sane, uso scorretto di farmaci (ansiolitici o barbiturici). Inoltre l’insonnia è spesso sintomo di una malattia psichiatrica: i soggetti che soffrono di ansia o depressione hanno difficoltà ad addormentarsi o si svegliano precocemente al mattino, così come avviene nel caso di patologie come la demenza, la schizofrenia, l’ipertiroidismo, la sindrome d’astinenza da eroina, farmaci ipnotici, antidepressivi e tranquillanti.
Le ore di sonno necessarie ad ogni individuo variano da persona a persona, anche se in linea generale non si può scendere sotto le due o tre ore per notte.
Il disturbo può manifestarsi con modalità diverse: l’insonnia è definita occasionale quando è costituita da episodi isolati che durano pochi giorni, di solito associati ad eventi stressanti (preoccupazioni, eccessi di lavoro, viaggi, ricoveri ospedalieri); transitoria (o a breve termine) quando dura al massimo tre settimane e si manifesta in seguito a malattie, stress familiari, lutti; cronica (o a lungo termine) quando si protrae per più di un mese e necessita di un trattamento terapeutico poiché spesso costituisce il sintomo di un disagio sottostante più profondo o di una malattia.
Un’altra modalità di classificazione dell’insonnia è l’osservazione della fase del sonno in cui essa si verifica: si parla di insonnia iniziale quando si ha difficoltà ad addormentarsi, con un notevole ritardo nell’addormentamento; centrale quando interrompe il sonno con continui risvegli generando una sensazione negativa di mancato riposo; terminale quando il soggetto si sveglia troppo precocemente e non riesce più a riaddormentarsi.
Quando si analizza un sintomo così vasto come l’insonnia da un punto di vista psicosomatico, bisogna sempre considerarlo come se fosse una spia di qualcosa che non sta funzionando nel modo giusto, di un disagio che chiede di essere accolto e ascoltato. Questo allarme sintomatico vuole in realtà “aprirci gli occhi” su tutto ciò che nella vita è in contrasto con il nostro benessere. Per questo motivo, “tappare” il sintomo con sonniferi e tranquillanti non aiuta a comprendere il messaggio nascosto nel sintomo e a svelarne il suo significato profondo.
Nonostante la diversità delle cause, le personalità che soffrono d’insonnia hanno molti tratti in comune, sia psichici che comportamentali. Nella loro quotidianità non esprimono a sufficienza la propria natura e sono sempre in preda ad un’iperattività, fisica e mentale. Importanti chiavi del sintomo sono la tendenza all’ipercontrollo emotivo, al pensiero ossessivo e all’ansia, spesso ben mascherata.
Chi soffre d’insonnia non si permette di lasciar andare gli eventi vissuti nella giornata, di perdere momentaneamente il controllo sulla realtà: addormentarsi equivale ad “assentarsi” da ciò che sta accadendo. Non a caso molti insonni tendono ad andare a dormire accompagnati da elementi che rappresentano un aggancio con il mondo circostante, come ad esempio una luce accesa, la radio, la televisione.
Molte persone temono inconsciamente la notte perché, lontani dalla fuga dell’azione, i pensieri vengono a galla e con essi i problemi irrisolti e le paure più profonde. Dormire si trasforma, così, in un momento che genera ansia e non permette di staccare la mente e abbandonarsi al riposo. Alla base di questa difficoltà c’è un modo di vivere che ha rimosso e schiacciato l’emergere di molti aspetti dell’anima e della propria dimensione interiore.
 

Il simbolismo del sintomo si chiarisce meglio con la lettura delle tre diverse tipologie d’insonnia: la difficoltà dell’addormentamento si verifica quando il soggetto non vuole mettere da parte il vissuto del giorno e interrompere la sua attività mentale. In realtà il ruolo del sonno è quello di rigenerare l’organismo nella sua interezza, ma l’insonne blocca costantemente questo processo di rinnovamento. Nei risvegli notturni frequenti, i contenuti profondi cercano di emergere alla coscienza. Con il risveglio la persona reprime e rimanda l’incontro con importanti temi della propria vita, del sentire e del vissuto quotidiano. I contenuti che questo tipo di soggetto insonne rifugge sono costituiti da ansie, conflitti irrisolti, decisioni da prendere, bisogno di cambiamenti, fantasie creative o legate alla rabbia non elaborata.
Il risveglio mattutino precoce simboleggia, invece, l’ansia di affrontare un nuovo giorno con tutti i suoi impegni, le situazioni stressanti, le preoccupazioni. In questo caso, il meccanismo dell’insonnia è invertito: non è l’inconscio che prorompe nella coscienza, ma è la coscienza che interrompe il sonno. Il soggetto tenta di tornare sveglio e vigile per riprendere il controllo sulla realtà e sul vissuto quotidiano il prima possibile.
Le personalità che soffrono d’insonnia hanno spesso caratteristiche tipiche ricorrenti e molte di esse sono predisposte a questo tipo di disturbo. L’iperattivo è colui che è perennemente in movimento durante il giorno e, se non si riempie d’impegni, ha la sensazione di buttare via il tempo. In realtà è una persona insoddisfatta della sua vita che vorrebbe rivoluzionare, ma non sa come fare. Le giornate sono vissute in balia di un’iperattività fisica e mentale dove non trova spazio l’espressione della propria natura e la passività è fortemente temuta.
Il dipendente è colui che non riesce a staccarsi dalle cose, dalle persone, dagli eventi. Solitamente tende a mantenere legami quotidiani con la famiglia d’origine, anche dopo aver raggiunto la propria indipendenza. Questa modalità psichica non permette al soggetto di “staccarsi”, né dal mondo esterno né dai tanti pensieri inutili che affollano la sua mente, favorendo l’insorgere dell’insonnia. Il razionale è terrorizzato dal nuovo, per questo sceglie di restare legato al passato. La sua razionalità è ossessiva e nasconde un forte stato ansioso. L’insonnia rappresenta la sua paura di perdere il controllo; aggressività e passionalità sono tenute rigidamente a bada e subiscono la censura del controllo mentale. Spesso questi soggetti manifestano delle problematiche in ambito sessuale perché anch’esso, come il sonno, rappresenta il momento in cui “ci si lascia andare”.
Nel rabbioso l’insonnia si manifesta con bruschi risvegli notturni, nonostante i rapidi tempi di addormentamento. Svegliarsi improvvisamente durante la notte rappresenta la difficoltà ad abbandonare il carico di ansie, rabbie e rancori che il soggetto non è riuscito a smaltire ed elaborare. 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

itinerari
itinerari
Vini e dintorni
Vini e dintorni
scomode verit
scomode verit
simboli e archetipi
simboli e archetipi
numerologia
numerologia
mamme
mamme
salute
salute
amore e dintorni
amore e dintorni
popoli e culture
popoli e culture
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
riflessioni
riflessioni
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
medicina
medicina
letteratura
letteratura


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!