Faredelbene.net



psicologia -> sigmund freud -> Sigmund Freud


Sigmund Freud




Sigmund Freud è nato a Freiberg, oggi Pribor, in Moravia (Cecoslovacchia) il 6 maggio 1856 ed è morto a Londra il 23 settembre 1939. 

Nel 1860 il padre Jacob, commerciante ebreo, in seguito a una crisi economica, si trasferì a Vienna, città in cui Freud visse fino al 1938, quando l'annessione dell'Austria alla Germania hitleriana lo costrinse a emigrare a Londra. Nel 1881 si laureò in medicina all'Università di Vienna (dove aveva ascoltato anche le lezioni di filosofia di Brentano) e continuò la sua attività di studio e di ricerca con E. W. von Brücke, e quindi con T. H. Meynert (fisiologia, ipnosi, neuropatologia).

Nel 1885 conseguì la libera docenza e ottenne una borsa di studio che gli permise di seguire i corsi di J. M. Charcot presso la Salpêtrière a Parigi. Nel 1886, dopo il matrimonio con Martha Bernays, Freud aprì un gabinetto privato per la cura delle malattie nervose. Lavorando in base all'ipotesi dell'eziologia sessuale dell'isteria, formula nel 1893 la teoria della seduzione infantile che abbandonerà quattro anni dopo.

Appartengono a questo periodo la collaborazione con Josef Breuer il cui risultato sono gli Studi sull'isteria del 1895 e l'autoanalisi testimoniata dal carteggio con Wilhelm Fliess. Nel decennio successivo, con L'interpretazione dei sogni (1900), la Psicopatologia della vita quotidiana (1901) e i Tre saggi sulla teoria sessuale, (1905), Freud perviene a una prima teoria dell'inconscio, incentrata sulle nozioni di sogno, atto mancato e sintomo nevrotico. Una posizione centrale nello psichismo inconscio, sia rispetto alla formazione delle convinzioni morali, sia nella genesi delle nevrosi è occupata dal complesso di Edipo, cioè dal rapporto col padre che verrà indagato da Freud a livello antropologico in Totem e tabù (1913), nel mito del parricidio originario.

Negli anni '10 Freud, accanto alla riflessione sulle sue scoperte (Metapsicologia,1915), inizia un'intensa attività di conferenziere consegnata nelle lezioni di Introduzione alla psicoanalisi, 1915-17 e 1932). Sono gli anni della vittoria sulle «resistenze alla psicoanalisi». Con Al di là del principio di piacere (1920) eL'Io e l'Es (1922) inizia una nuova fase di ricerche, che mettono in gioco il concetto di pulsione di morte e mostrano l'io come funzione emergente da un crogiuolo di pulsioni, il cui carattere pre-personale Freud esprime con il pronome neutro es. Psicologia di massa e analisi dell'io, (1921),L'avvenire di un'illusione (1927), Il disagio della civiltà (1929), L'uomo Mosè la religione monoteistica (1934-38) sono le opere più rappresentative dell'ultimo periodo - ma vanno ricordati anche scritti tecnici come Inibizione, sintomo e angoscia (1926), Analisi terminabile e analisi interminabile (1937) e Costruzioni nell'analisi (1937).

Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Brani antologici

  1. Afasia e apparato del linguaggio
  2. Associazione libera e rimozione
  3. Un caso di lapsus
  4. Caratteri ricorrenti dei simboli nel linguaggio
  5. Contenuto manifesto e latente e l'interpretazione del sogno
  6. Il narcisismo
  7. I capisaldi della psicoanalisi
  8. Preconscio e linguaggio
  9. Il narcisismo femminile
  10. Inconscio e isteria
  11. Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci
  12. Le ragioni profonde della guerra
  13. Il piacere e la conquista del piacere

Fonte: http://www.emsf.rai.it/biografie/

Referral ID: 1133



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Amore e pensiero

Vuoto è l'amore senza il pensiero, vuoto il pensiero senza l'amore.
Grande è colui che è nell'amore, poiché l'amore è l'opera in atto del Grande Creatore, l'attimo presente del nascere e decadere del mondo.
Potente è colui che ama.
Chi tuttavia si allontana dall'amore, si sente potente.
Nel tuo pensiero riconosci la nullità della tua esistenza momentanea, come un minuscolo punto tra l'infinità del passato e quella dell'avvenire.
Piccolo è colui che pensa, ma si sente grande quando si allontana dal pensare.
Se però parliamo dell'apparenza, succede il contrario.
Per chi è nell'amore la forma è un impedimento da poco.
Il suo orizzonte però finisce con la forma che gli è stata data.
Per chi è nel pensiero la forma è insormontabile e assume delle dimensioni spropositate.
Chi è nell'amore è un recipiente colmo e traboccante che attende soltanto di dare.
Chi è nel pensiero è profondo e cavo e attende di essere colmato.
Amore e prepensiero si trovano in un unico e medesimo luogo.
L'amore non può esistere senza il prepensiero, il prepensiero non può esistere senza l'amore.
L'uomo è sempre troppo presente nell'uno o nell'altro.
Animali e piante paiono avere a sufficienza da ogni parte, solo l'uomo oscilla tra il troppo e il troppo poco.
Oscilla colui che è incerto su quanto debba dare qui o là...
L'essere umano è poco dotato per la divinità, e perciò oscilla tra il troppo e il troppo poco.
Lo spirito di questo tempo (la Società) ci ha condannato alla fretta.
Se servi lo spirito di questo tempo (la Società) non avrai né futuro né passato.
Nel profondo portiamo il futuro e il passato (inconscio collettivo).

Tratto e adattato dal "Libro Rosso" di C.G.Jung
 





Categorie

tecnologia
tecnologia
psicosomatica
psicosomatica
autismo
autismo
filosofia
filosofia
letteratura
letteratura
Vini e dintorni
Vini e dintorni
attualit
attualit
lavori creativi
lavori creativi
misteri e paranormale
misteri e paranormale
tradizioni
tradizioni
medicina
medicina
animali
animali
simboli e archetipi
simboli e archetipi
storia
storia
bambini
bambini


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!