Faredelbene.net



psicologia -> Gli opposti non si attraggono


Gli opposti non si attraggono




Gli opposti non si attraggono, il vantaggio di essere simili

Molto spesso è stato riscontrato, nei detti popolari, un fondamento scientifico. Non pare esser così per il detto “gli opposti si attraggono”, la maggior parte degli studi di psicologia sociale suggeriscono infatti che sono i simili ad attrarsi, e non gli opposti.

Tendiamo a valutare positivamente le persone simili a noi, sia per quanto riguarda la somiglianza fisica, sia per quanto riguarda la somiglianza nei termini della personalità, degli hobby e così via. Questa naturale tendenza avviene per mantenere alta l’autostima oltre perché siamo più in grado di comprendere le persone a noi simili.

Per mantenere alta l’autostima abbiamo infatti diverse strategie,
1. valutare positivamente noi stessi
Questa strategia è molto esplicita, e tende proprio per questo ad essere poco utilizzata, proprio perché è molto esplicita.  Per non apparire vanitosi pochi scelgono questa alternativa.
2. valutare positivamente i nostri simili
Questa strategia è più implicita, non valutiamo direttamente bene noi stessi, ma tramite i nostri simili o le persone a noi vicine, in implicito valutiamo positivamente noi stessi, ad esempio vantare continuamente un amico può essere un modo per valutare positivamente noi stessi.

3. svalutare chi è diverso da noi
Questa modalità è molto sottile, ciò che si dice esplicitamente infatti non fa direttamente riferimento a se stessi, dunque almeno esplicitamente non fa riferimento all’autostima, lo fa indirettamente, svalutando gli altri, di riflesso e implicitamente valuto positivamente me stesso.
Anche in contesti in cui le preferenze personali non dovrebbero interferire con le valutazioni, come ad esempio nella selezione del personale, è stato dimostrato che l’effetto somiglianza è forte.
I selezionatori, specialmente quelli inesperti, tendono a selezionare più probabilmente persone simili a sé.

Lo stesso vale per l’identificazione di gruppo, la ricerca sull’identità sociale, e sui gruppi minimali dimostrano come la semplice appartenenza a un gruppo porta alla valutazione positiva del proprio gruppo (ingroup) e alla svalutazione degli altri gruppi (outgroup).

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

fisica quantistica
fisica quantistica
lingua italiana
lingua italiana
miti e leggende
miti e leggende
io non ci sto
io non ci sto
beneficenza
beneficenza
autismo
autismo
storia
storia
misteri e paranormale
misteri e paranormale
numerologia
numerologia
astrologia
astrologia
simboli e archetipi
simboli e archetipi
musica
musica
filosofia
filosofia
amore e dintorni
amore e dintorni
animali
animali


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!