Faredelbene.net



psicologia -> Test psicologico: scegli una casa e ti dir chi sei


Test psicologico: scegli una casa e ti dir chi sei




Il test della casa ha una notevole importanza per delineare la personalità poichè in esso l’individuo proietta il proprio stato emotivo.  Per fare il test psicologico elaborato dalla psicoanalista Dottoressa Anna Maria Sepe, dovete individuare in maniera veloce ed istintiva la casa nella foto che maggiormente attira la propria attenzione: tale scelta delinierà la vostra personalità.

 

Casa 1 |Personalità Allegra    Giocosa    Spensierata
 
Amate una vita libera e spontanea e tentate di goderla pienamente, in conformità con il motto: “si vive una volta sola”. Non amate ciò che vi soffoca, vi chiude e vi definisce. Siete molto curiosi e aperti alle novità ; il cambiamento per voi  è  prosperità. Detestate i vincoli e la routine. Niente è peggiore per voi della sensazione di sentirvi imprigionati. Percepite il vostro ambiente come ricco di sorprese, aperture,  novità.
 
Casa 2 |Personalità Libera da restrizioni Non convenzionale
Indipendente
 
Aspirate ad uno stile di vita libero e anticonformista che vi consenta di determinare in autonomia il corso dei vostri progetti e del vostro futuro. Avete un’inclinazione artistica che si riflette nella scelta della vostra professione ideale e nelle attività che svolgete nel tempo libero. La vostra aspirazione alla libertà vi spinge talvolta a fare esattamente l’opposto di ciò che gli altri si aspettano da voi. Il vostro stile di vita è altamente individualistico. Tendete a non imitare ciecamente quello che gli altri considerano “alla moda”; tentate piuttosto di vivere seguendo i vostri ideali e le tue convinzioni, anche a costo di nuotare con vigore controcorrente.
 
Casa 3|Personalità Concreta Armonica Equilibrata
 
Ricercate uno stile naturale ed amate quello che è semplice. Quello che gli altri apprezzano in voi sono la vostra stabilità, il vostro equilibrio, e la possibilità di affidarsi alle vostre solide capacità. Sapete dare a coloro che vi stanno vicini un senso di sicurezza e lo spazio necessario. Siete percepiti come caldi, affidabili ed empatici. Rifiutate tutto che ciò che è vistoso e banale. Tendete ad essere scettici verso i capricci delle tendenze e della moda. Il vostro abbigliamento deve essere pratico e non impegnativamente elegante.
 
Casa 4 |Personalità Romantica Sognatrice Emotiva
 
Siete dotati di una forte sensibilità . Rifiutate di osservare le cose soltanto da un punto di vista sobrio e razionale. Ciò che percepite emotivamente e che vi suggeriscono le sensazioni è quello che alla fine conta per voi. Non sapreste rinunciare ad una vita senza sogni e senza emozioni. Per questo non amate avviare nuove relazioni con persone che non possiedano un certo grado di romanticismo e che consideriate guidate esclusivamente dalla razionalità, che facilmente vi appare come cinismo. Tendete a rifiutare qualsiasi cosa che tenda a porre dei limiti alla ricca varietà dei vostri stati d’animo e delle vostre emozioni.
 
Casa 5|Personalità Riflessiva Sensibile Introspettiva
 
Amate fare molta introspezione su voi stessi ed amate riflettere sul mondo che vi circonda con maggior frequenza e più profondamente della maggior parte delle gente. Detestate la superficialità; preferite piuttosto la compagnia di te voi stessi alla sensazione di perdere tempo in chiacchiere vuote e inutili con gli altri. Nonostante ciò, siete grado di stabilire con i veri amici rapporti solidi e profondi e da queste relazioni sapete trarre tranquillità e armonia interiore. Non ti spaventa l’idea di rimanere soli per lunghi periodi di tempo; raramente vi annoiate in vostra compagnia.
 
Casa 6 |Personalità Professionale Pragmatica Dotata di forte autostima
 
Sapete farvi carico della responsabilità della vostra vita. Piuttosto che affidarvi alla sorte preferite far conto sulle vostre capacità e sul vostro valore. Tendete a risolvere i problemi in modo pratico e semplice. Avete una visione realistica degli aspetti della vostra vita quotidiana e affrontate le questioni principali senza esitazioni e tentennamenti. Sul lavoro facilmente vi vengono offerti incarichi di responsabilità, per la sensazione che riuscite a trasmettere di efficienza e affidabilità. La vostra spiccata forza di volontà è in grado di estendere la vostra autostima anche ai vostri collaboratori. Non siete mai completamente soddisfatti finché non avete portato a compimento le vostre idee.
 
Fonte: passaparola1.altervista.org
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

significato dei colori
significato dei colori
cucina
cucina
astronomia
astronomia
scomode verit
scomode verit
attualit
attualit
bambini
bambini
mamme
mamme
libri e recensioni
libri e recensioni
artisti
artisti
bonus e incentivi
bonus e incentivi
numerologia
numerologia
stile & bon ton
stile & bon ton
autismo
autismo
pedagogia
pedagogia
curiosit
curiosit


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!