Faredelbene.net



psicologia -> -> Insonnia


Insonnia




Il Termine Insonnia deriva dal latino insomnia e letteralmente significa mancanza di sogni. Nel Linguaggio comune Esso indica un'insufficiente continuità del Sonno.

 

Insonnia
Nella DEFINIZIONE di insonnia, quindi, all'aspetto di Insufficiente Durata e continuità del Sonno, obiettivamente controllabile in laboratorio, DEVE Essere associato Quello di insoddisfacente Qualità del Sonno, legato alla valutazione del servizio Soggettiva di ciascuno Sulle Proprietà riposanti del proprio Sonno.
InsonniaL'insonnia non e Una Malattia, MA e delle Nazioni Unite sintomo di svariate avere visionato patologiche psichiche o Fisiche, oppure di Alterati equilibri situazionali o Ambientali (Sudhansu Chokroverty., 2000). Essa Vienne frequentemente percepita dal Paziente Come Un Disturbo Primario, a causa del Suo Notevole Impatto esistenziale ea causa della Difficoltà di riconoscimento della vera patologia primaria Che ESSA sottende. I Parametri polisonnografici evidenziano Che NEGLI insonni il tempo di addormentamento E in generale aumentato indipendentemente dall'età, MENTRE Il Numero dei risvegli non sembra Essere particolarmente influenzato dall'insonnia. Tale osservAzione indurre ad Interpretare la Difficoltà ad iniziare il Sonno venire il disturbo dell'insonnia Primario dal Momento Che Esso E In Primo Piano SIA all'inizio del Sonno Sia in Occasione dei risvegli Durante la notte (Bergonzi P. et Al., 1992; Ferri R., 1996). Il tempo Totale di veglia degli insonni sembra influenzato dall'età, analogamente a Quello dei Normali.
L'insonnia TROVA la SUA Massima Espressione Durante le prime minerali della notte, indipendentemente dall'età. NEGLI insonni has been osservata Una rappresentazione generale degli Stadi del Sonno simile a Quella dei Normali Dormitori, ma Una maggior variabilità della percentuale di sonno REM da una notte all'altra. Risulta diminuita la percentuale di Sonno trascorsa Nello stadio 4, cioè dello Stadio Più Profondo e riposante del Sonno, Che Insieme alla Diminuzione del sonno REM, determinano delle Nazioni Unite Incremento degli Stadi Meno Profondi di Sonno, cioè lo stadio 1 e, ancor di Più lo stadio 2. Si puo quindi concludere Che in generale Gli insonni Cronici Hanno maggior Difficoltà ad addormentarsi, Hanno Più intrasonno veglia e veglia Totale Durante la notte, Hanno Una Notevole variabilità della Qualità e dell'efficienza del Sonno da una notte all'atra, possono Avere Più risvegli e delle Nazioni Unite Sonno Profondo Meno (Ferri R, Alicata F., 1995;. G. Coccagna, 2000). Dal punto di vista della Misura obiettiva dei Parametri Poligrafici del Sonno Si Può quindi concludere Che Nella popolazione generale esistono Coloro Che Dormono bene e non Hanno Problemi di Sonno, i cosiddetti "buoni Dormitori", e Coloro Che Dormono Meno bene o francamente maschile, i cosiddetti "Cattivi Dormitori", i Quali Hanno delle Nazioni Unite Sonno con le Caratteristiche sopra riferite, Che vengono generalmente attribuite Agli insonni Cronici. Questi Ultimi Sono per lo Più Cattivi Dormitori. Gli insonni Cronici Non Sono quindi Una popolazione omogenea per Quanto riguarda i Parametri Obiettivi del Sonno e, se alcuni di Essi effettivamente Dormono maschio, Altri non trovano Nel Laboratorio del Sonno obiettive spiegazioni al proprio Disturbo (G. Coccagna, 2000;. Sudhansu Chokroverty. , 2000). Accanto alla eterogenicità delle visionato Responsabili dell'insonnia, esiste ha ONU Notevole polimorfismo nell'espressione clinica di Disturbo racconto. In visionato Certe, l'insonnia Presenta infatti Caratteristiche peculiari Che la differenziano dall'insonnia che sì Realizza in visionato diverse, Anche se non raramente esiste ha Una breve sovrapposizione dei Suoi Aspetti clinici (Mancia M., 1996;. C. Barbui, 1998) . POSSIAMO suddividere le insonnie in:
Insonnia psicofisiologica;
Insonnia Associata un psichiatrici Disturbi;
Insonnia Associata all'uso di farmaci, Droghe ed alcol;
Insonnia Associata una Disturbi respiratori INDOTTI dal sonno;
Insonnia Associata al mioclono notturno e alla sindrome delle Gambe senza Riposo ;
Insonnia Associata un Malattie, un intossicazioni ea visionato Ambientali sfavorevoli;
Insonnia un esordio nell'infanzia;
Insonnia Associata a quadri polisonnografici inusuali;
pseudoinsonnia: i brevi Dormitori;
Insonnia Soggettiva senza corrispondenti reperti polisonnografici.
In Casi di Molti l'insonnia evolve parallelamente alla CONDIZIONE Che la ha innescata e puo Essere transitoria, ricorrente o di lunga Durata (G. Coccagna., 2000). In non Pochi Casi SI Presenta Come Un Disturbo cronico senza apparenti Connessioni con le visionato Che ne Hanno determinato l'esordio o addirittura senza Che sia possibile identificare evidenti Elementi causali. Una Volta Che SI E STABILITA, l'insonnia Cambia Il Modo di vivere dei Pazienti e Determina, SIA a Loro Che NEGLI Altri, Reazioni Che possono contribuire al mantenimento del Disturbo. Venite per OGNI affezione Cronica, also per l'insonnia E quindi Scorretto prendere in considerazione Unicamente La malattia e attribuire Tutta la sintomatologia Ai Fattori Che l'anno innescata. QUANDO un'insonnia Diventa Cronica, E in gioco Una Complessa Interazione di Fattori Che Vanno al di là di Quelli originariamente Responsabili del Disturbo (Lungaresi E., 2005;. G. Coccagna, 2000; Sudhansu Chokroverty., 2000).


 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

storia
storia
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
coppia
coppia
amore e dintorni
amore e dintorni
diete
diete
scomode verit
scomode verit
numerologia
numerologia
io non ci sto
io non ci sto
riflessioni
riflessioni
artisti
artisti
donna
donna
tradizioni
tradizioni
libri e recensioni
libri e recensioni
pedagogia
pedagogia
news
news


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!