Faredelbene.net



miti e leggende -> -> Euriale


Euriale




Sorella di Medusa e Steno

STORIA:

Euriale, "colei che vola lontano", nacque nelle epoche mitologiche, sorella di Steno e Medusa. Capace di pietrificare con lo sguardo, dotata di grandi ali ed un corpo mostruoso e immortale, per secoli seminò il panico tra la gente, uccidendo, trasformando e divorando centinaia di persone. Un giorno, la sorella sovrana, Medusa, venne però uccisa dall'eroico Perseo, ed Euriale fuggì via insieme a Steno, facendo perdere le sue tracce e giungendo fino in Cina. Qui, la creatura sprofondò in un profondo sonno per centinaia di anni.

Secoli dopo, il cosmo oscuro dei Titani, da poco liberatisi dai sigilli che li imprigionavano, si diffuse sul mondo, risvegliando e riportando in vita varie creature malefiche, tra cui Euriale. Nascostasi nelle profondità di una caverna, la Gorgone iniziò ad attaccare gli umani che si avvicinavano, pietrificandoli e poi divorandoli. Ben presto la cosa attirò una crescente attenzione e numerose truppe di polizia vennero inviate, invano, contro di lei. Nessuno però riuscì a distinguere le forme di Euriale, che venne creduta essere una specie di drago. Alla fine, il governo cinese chiese l'aiuto del Grande Tempio di Atena e dei potenti cavalieri fedeli alla Dea, così due di loro, Noesis del Triangolo ed il suo allievo Retsu della Lince, vennero inviati per uccidere il mostro.

uando i due giunsero fuori la sua caverna, Euriale li attaccò all'improvviso, riuscendo a pietrificare parzialmente Noesis, che si espose per proteggere Retsu. Prima di morire però, il cavaliere sigillò parte dei poteri del mostro con il suo colpo segreto Tritos Sphraghisma, impedendole di lanciare più volte di seguito il colpo pietrificante ed indebolendo le sue forze. In queste condizioni, Euriale non riuscì ad uccidere Retsu, che scappò via. In attesa di nuove prede, la Gorgone rientrò così nella caverna.

Tre giorni più tardi, Retsu tornò di nuovo, stavolta in compagnia di un altro ragazzo. Euriale li attaccò subito entrambi, lanciando i propri serpenti come lame e cercando di pietrificarli, ma gli effetti del sigillo di Noesis e le capacità di Retsu glielo impedirono. Alla fine, forte anche del cosmo di Noesis, Retsu riuscì ad ucciderla con il proprio colpo segreto ed il corpo di Euriale andò in pezzi.

Poteri:

Euriale è una delle tre Gorgoni, sorelle mitologiche con serpi al posto di capelli, capaci di trasformare un essere vivente in pietra con lo sguardo. A differenza della sorella Medusa, Euriale è immortale, anche se può essere distrutta da un cosmo adeguatamente potente. Il suo potere principale è la capacità di pietrificare chiunque guardi, ed una volta che ciò è avvenuto il processo non può essere invertito, se non dalla Gorgone stessa o alla sua morte (vedi Note). Euriale è anche dotata di affilati artigli, che può usare in combattimento, e di enormi ali che le permettono di volare. I serpenti che ha sulla testa possono essere lanciati come armi a comando, quasi come se fossero delle lance o aculei di pietra. Euriale sembra incapace di parlare, ed agisce in modo più simile ad un animale che un essere umano, suggerendo limitate capacità intellettive.

Autore:



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

miti e leggende
miti e leggende
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
io non ci sto
io non ci sto
lavori creativi
lavori creativi
diete
diete
stile & bon ton
stile & bon ton
astronomia
astronomia
cucina
cucina
arte
arte
coppia
coppia
autismo
autismo
storia
storia
amore e dintorni
amore e dintorni
scuola
scuola
curiosit
curiosit


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!