Faredelbene.net



meditazione e preghiera -> Relazione fra meditazione e preghiera Thich Nhat Hanh


Relazione fra meditazione e preghiera Thich Nhat Hanh




Nello spirito del Buddhismo, qualunque cosa facciate che sia accompagnata dalla consapevolezza, dalla concentrazione e dalla visione profonda, può essere considerata una preghiera.
Quando bevete distrattamente il vostro tè, la vita non è presente. Non siete veramente vivi perché non siete lì, non siete consapevoli, non siete concentrati. Quel momento non è un momento di pratica. E’ un momento secolare. Ma quando reggete la vostra tazza di tè con consapevolezza e concentrazione e quando bevete il vostro tè in perfetta consapevolezza e concentrazione, è come se realizzaste un rituale sacro; è ciò è già una preghiera.

Quando camminate, se gustate ogni vostro passo; se ogni passo vi nutre e vi trasforma, ogni passo è una preghiera. Quindi, nell’insegnamento, nella pratica, nella tradizione del Buddhismo, non c’è una reale distinzione fra meditazione e preghiera, perché quando siete consapevoli, concentrati, quando generate comprensione, entrate in contatto con la Pura Terra del Buddha, con il corpo del Buddha, con il Sangha. Quando pregate veramente, entrate in contatto allo stesso modo con ciò che vi trasforma e guarisce. Quando c’è consapevolezza, concentrazione e visione profonda, non c’è distinzione fra colui che prega e colui al quale la preghiera è indirizzata. Per questo la comunicazione è profonda, totale; e la trasformazione e la guarigione si verificano.

Quando camminate all’aeroporto, ogni passo che fate può essere una preghiera. Siete veramente vivi; non sprecate il vostro tempo, la vostra vita. Quando sedete in solidità e libertà, quando inspirate ed espirate in consapevolezza, quando toccate le meraviglie della vita, quella è meditazione; ed è anche preghiera. E nella vera preghiera, non c’è più separazione fra colui che prega e colui che preghiamo.

Nel Buddhismo impariamo che ci sono modi molto concreti per generare l’energia della consapevolezza, della concentrazione e della visione profonda. La nostra pratica consiste nel generare queste tre energie. Se queste energie sono presenti, non ci sarà più alcuna separazione fra chi sta pregando e colui al quale stiamo indirizzando le nostre preghiere. Quando praticate la consapevolezza mentre state sedendo, camminando, cucinando, lavando, non sentite di sprecare la vostra vita. State vivendo ogni istante della vostra vita profondamente. La vostra vita diventa una preghiera. Da questo modo di vivere sgorgano molta gioia e pace.

(Thich Nhat Hanh)

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

antroposofia
antroposofia
scuola
scuola
religioni
religioni
mamme
mamme
bonus e incentivi
bonus e incentivi
pedagogia
pedagogia
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
arte
arte
fisica quantistica
fisica quantistica
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
significato dei colori
significato dei colori
numerologia
numerologia
beneficenza
beneficenza
curiosit
curiosit
astrologia
astrologia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!