Faredelbene.net



meditazione e preghiera -> Mantra Angelico per la Guarigione


Mantra Angelico per la Guarigione




Il mantra di base, utile in ogni finalità, può essere questo:
"Signore, mostrami la via"
Ognuno può creare un proprio mantra a seconda delle proprie necessità.
Ne indico alcuni che possono aiutare nelle situazioni di vita più frequenti.
Per ascoltare la voce degli Angeli
Messaggero di Luce,
so che sei qui vicino,
per favore dischiudi le mie orecchie
e fa che la tua voce giunga a me!

Di aiuto:

la preghiera con la richiesta specifica
dire il mantra almeno tre volte al giorno
meditazione sul pensiero "so e sento nel mio cuore che mi verrà concesso, per il mio sommo bene, di ascoltare la voce dei miei Angeli Superiori. Questo sarà uno degli aspetti più belli della mia crescita spirituale".
atteggiamento: convincersi nel proprio animo che si riuscirà a sentire la voce degli Angeli
atmosfera: davanti al proprio piccolo altare scampanellare con dolcezza e accendere un incenso
aromi: poche gocce sul corpo dell'olio aromatico di angelica, cipresso, rosa.
cristalli: quarzo puro, ametista, alessandrine o moldavite.

Per la protezione propria o altrui
Angelo Custode,
proteggimi (o il nome della persona) con la tua potenza
mentre sono sveglio e quando dormo
di giorno e di notte.

Di aiuto:

preghiera: quando invocate la protezione angelica, dovete pronunciare a voce alta il vostro nome o quello della persona che intendete raccomandare
mantra: fate uso del mantra prima delle preghiere
meditazione: visualizzate raggi di luce bianca, discendenti dai regni angelici, avvilupparsi attorno a tutto ciò che volete proteggere
atteggiamento: assumete un atteggiamento di ringraziamento e gratitudine in attesa della protezione richiesta
atmosfera: per innalzare ancor più l'atmosfera bruciate incenso
materiali: per sollecitare la protezione degli Angeli ricorrete al rimedio di Bach Walnut, in aromaterapia ottimi angelica, cassia
cristalli: indossate cristalli di fluorite o moldavite, oppure qualche simbolo religioso.

Per la guarigione
Angelo della Guarigione,
ho bisogno del tuo aiuto,
con il volere di Dio
questo messaggio avrà effetto.

Aiuti per ottenere la guarigione di corpo, mente ed anima:
preghiera: pregate con intensità per ottenere la guarigione necessaria.
mantra: ricorrete a questo mantra almeno tre volte al giorno.
meditazione: cercate di disegnare o dipingere, nel modo più accurato possibile, la persona per la quale vi state attivando a fini curativi. Immaginatela immersa in un bagno di luce brillante. Vedetela nei minimi particolari, in tutta la sua complessità di individuo. Provate a vederla circondata da angeli che l'assistono e la toccano per risanarla.
atteggiamento: convincetevi nel profondo del vostro cuore, della mente e dell'anima che la vostra preghiera è potente e che certamente troverà ascolto nei cieli di Dio.
atmosfera: create un clima distensivo di terapia e guarigione tutto attorno alla persona bisognosa. Nel caso in cui la malattia la costringesse a letto, predisponete un piccolo altare sul comodino da notte.
materiali: realizzate con le vostre mani un sacchettino, un cuscinetto da imbottire di erbe: pino, eucalipto, bergamotto; olive e sweet chestnut fra i rimedi di Bach. Fate ardere una candela verde per la guarigione e come rimedio omeopatico fate uso dell'Ignatius.
cristalli: meditate con un cristallo di quarzo puro, tormalina o giada.

Potenti tecniche angeliche di guarigione
Chiunque intenda offrirsi come strumento, come tramite di guarigione, lo può fare con facilità. Il segreto della guarigione sta nella preghiera, che sia recitata per voi, per un altro essere umano o un animale. Se siete mossi dal desiderio di aiutare qualcuno a guarire, mettete in pratica i suggerimenti che seguono.
1. Chiudete gli occhi. Visualizzate voi stessi e la persona che intendente aiutare a guarire all'interno di un uovo di energia protettiva. Si tratta di una figura circondata esternamente da una luce bianca. Sappiate con certezza che non può accadere nulla di negativo e che in questa capsula di protezione potranno penetrare solo energie superiori e energia positiva. Cercate di immaginare mentalmente la persona malata nel modo più preciso possibile. In lei cercate di scorgere soltanto salute e perfezione.
2. Incominciate recitando la vostra preghiera preferita, che sarebbe bene scandire a voce alta. Subito dopo, sempre a voce alta, esprimete la vostra richiesta di guarigione.
3. Alla fine affermate con la massima convinzione possibile: "Questo accadrà!". Chiedete solo l'approvazione divina, affinché la vostra speranza possa concretarsi nella realtà.
4. Immaginatevi nei panni di una "batteria di Dio", così che l'energia risanatrice possa, transitando da voi, raggiungere la persona malata con benefici effetti. Collegatevi idealmente con l'ammalato tramite un filo invisibile di luce bianca. Cercate di vederlo in modo chiaro, perché si tratta di una protezione aggiuntiva anche per voi. Questa "struttura" sottile terrà lontana ogni energia o influsso negativi, impedendo di raggiungervi.
5. Bloccate il corso del pensiero. Cercate di non pensare più a nulla. Mettetevi in "ascolto" di questo vuoto mentale, ascoltate la voce che vi parla da dentro. Fate spazio alla guida interiore, in grado di suggerire il da farsi. E molto facile che, almeno all'inizio, non vi accorgiate di nulla.
Non dovete scoraggiarvi perché basterà solo un poco di pazienza per incominciare ad avvertire le prime impressioni. Vi sembrerà, per esempio, di trovarvi vicino al malato e di imporgli una mano sul capo e un altra sulla schiena. Oppure, la vostra guida spirituale vi consiglierà di prendergli i polsi, di accarezzargli l'aura o il campo elettrico, passandogli sopra dolcemente le mani. Potreste anche non provare né ricevere alcuna sensazione di natura tattile. Provate con la visualizzazione creativa a "strappare" letteralmente dal corpo della persona ciò che è sgradito ospite. Se, per esempio, il male sta in una gamba o in braccio, cercate di immaginarlo come una striscia scura da asportare e sostituire con una fascia di luce energetica e risanatrice. Eseguite proprio questa operazione con la massima attenzione e capacità di visualizzazione.
6. Vi renderete conto da soli che ad un certo momento la seduta di guarigione si è conclusa. Valuterete se questo unico intervento possa bastare oppure se ne siano necessari altri. Date retta alla vostra sensibilità, alle vostre sensazioni, senza badare a quanto possano essere sottili e appena percepibili. Accettate di buon grado quel che ricevete come ritorno e date retta all'ispirazione, al pensiero.
7. Esprimete la vostra gratitudine agli Angeli della guarigione per tutto ciò che di buono e positivo può essersi verificato, anche quando avete l'impressione che la situazione non abbia subito alcun mutamento. Ogni volta chiudete la seduta con un bel "grazie" indirizzato al Creatore ed ai suoi angeli.
8. Rendetevi pienamente conto nel fondo del vostro cuore che voi siete solamente un tramite, un collegamento, un conduttore. Ogni guarigione, tutto promana da Dio... il Dio che sta anche dentro di noi.
Naturalmente ci sono mantra e aiuti specifici per svariate situazioni, come la benedizione della casa, la crescita personale, per ricevere forza, per vincere la paura, per riconoscere il proprio scopo nella vita, per la crescita spirituale, per l'amore, per concepire un figlio, per alleggerire stress e preoccupazioni, per la prosperità e molti altri.

Potrete trovare tutti questi mantra e gli aiuti relativi per l'invocazione nel libro "La voce degli Angeli" di Joyce Keller.

Fonte http://nonsoloangeli1.blogspot.it/

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

popoli e culture
popoli e culture
arte
arte
significato dei colori
significato dei colori
filosofia
filosofia
tradizioni
tradizioni
psicosomatica
psicosomatica
lavori creativi
lavori creativi
diete
diete
Vini e dintorni
Vini e dintorni
numerologia
numerologia
medicina naturale
medicina naturale
cucina
cucina
astronomia
astronomia
fisica quantistica
fisica quantistica
curiosit
curiosit


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!