Faredelbene.net



medicina -> Peter Breggin: Farmaci psichiatrici - bombe mortali a orologeria


Peter Breggin: Farmaci psichiatrici - bombe mortali a orologeria




Gli psicofarmaci sono più pericolosi di quanto non si possa immaginare. Se non te ne sono ancora stati prescritti, sei tra i pochi fortunati. Se tu o una persona cara state assumendo farmaci psichiatrici, c'è speranza, ma è necessario capire i pericoli e come ridurre al minimo il rischio.

 

Gli Psicofarmaci non curano

 
"Tutte le classi di psicofarmaci provocano gravi e pericolose reazioni da sospensione e, per sicurezza, è prudente ritenere che qualsiasi farmaco psichiatrico possa causare astinenza. A tutt'oggi, non ci sono prove sostanziali e convincenti sull'utilità a lungo termine di qualsiasi farmaco psichiatrico. Trattamenti farmacologici psichiatrici per mesi o anni, non hanno basi scientifiche, e il rapporto rischio - beneficio è enormemente sbilanciato verso il rischio."
Molti studi, basati su scansioni del cervello umano o indagini autoptiche su animali, hanno dimostrato come
 

i farmaci antipsicotici (sia vecchi sia nuovi) causino il restringimento (atrofia) del cervello. 

 
I nuovi " atipici ", in particolare, causano una sindrome metabolica ben documentata: eccesso di zucchero nel sangue, diabete, aumento del colesterolo, obesità e ipertensione. 
Producono anche pericolose aritmie cardiache e morte improvvisa inspiegabile e riducono in modo significativo la longevità. 
Inoltre, causano tutti i problemi dei vecchi farmaci, come Thorazine and Haldol, compresa la discinesia tardiva, un disturbo del movimento doloroso, in gran parte permanente e talvolta invalidante causato da danni cerebrali e interruzioni biochimiche.
 
 
Nonostante i loro enormi rischi, i nuovi farmaci antipsicotici sono frequentemente utilizzati "off-label" (per indicazioni non autorizzate, non comprese nella scheda tecnica) per trattare ansia e depressione, insonnia e comportamento nei bambini. 
Due vecchi farmaci antipsicotici, Reglan e Compazine, sono utilizzati per problemi gastrointestinali, e anche a basse dosi o per brevi periodi, anche questi possono causare problemi, tra cui la discinesia tardiva.
 
Molti medici li prescrivono come cura per l'insonnia, senza fornire un'adeguata informazione sui rischi ai loro pazienti, inconsapevolmente esposti a tutti i pericoli dei farmaci antipsicotici.
 
Le Benzodiazepine, comunemente prescritte come ansiolitici e sonniferi, peggiorano la memoria e altre capacità mentali. 
Gli studi dimostrano che spesso portano ad atrofia e demenza in seguito a uso prolungato. Dopo l'astinenza,
 

gli individui esposti a questi farmaci sperimentano anche molteplici problemi persistenti tra cui disfunzioni della memoria e cognitive, instabilità emotiva, ansia, insonnia e disagi muscolari e neurologici. 

 
Per questo, molte persone non possono smettere di prenderli e ne diventano dipendenti in maniera cronica. Questo può accadere anche dopo solo sei settimane di esposizione .
 
Altre classi di sonniferi pongono problemi simili alle benzodiazepine, tra cui la memoria e altri problemi mentali, dipendenza e astinenza difficile. Possono causare molti stati mentali e comportamenti anomali, compreso un pericoloso sonnambulismo.
 

Tutti gli psicofarmaci - di qualsiasi classe - possono causare danni al cervello e disfunzione mentale duratura se utilizzati per mesi o anni.

 
Anche se i dati di ricerca non coprono tutti i possibili farmaci appartenenti a tutte le singole classi, è prudente e più sicuro presumere che i rischi di danni cerebrali e disfunzione mentale permanente, e quello di astinenze pericolose, si applichino a tutti i singoli farmaci psichiatrici. Tutto questo in assenza di prove sostanziali e convincenti sulla loro utilità e beneficio a lungo termine.
 
La soluzione più sicura è quella di evitare di iniziare ad assumere psicofarmaci. 
E' ora di ritornare ad approcci psicologici, educativi e sociali.
 
American Free Press, 6 gennaio, 2014 
di Peter Breggin , Psichiatra
 
Peter R. Breggin, psichiatra con studio privato ad Ithaca - New York, è stato chiamato "La Coscienza della psichiatria" per i suoi decenni di sforzi che hanno avuto successo nel riformare il campo della salute mentale. 
Il suo lavoro scientifico e didattico ha fornito le basi per la critica moderna di psicofarmaci ed ECT (terapia elettroconvulsivante, elettroshock), spianando la strada alla diffusione di terapie di cura più efficaci. E' autore di decine di articoli scientifici e di più di venti libri.
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

itinerari
itinerari
numerologia
numerologia
mamme
mamme
beneficenza
beneficenza
animali
animali
pedagogia
pedagogia
misteri e paranormale
misteri e paranormale
donna
donna
psicologia
psicologia
salute
salute
arte
arte
casa
casa
riflessioni
riflessioni
bambini
bambini
miti e leggende
miti e leggende


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!