Faredelbene.net



medicina naturale -> omeopatia -> Omeopatia e sindrome premestruale


Omeopatia e sindrome premestruale




Ridurre i sintomi della sindrome premestruale con i rimedi dell'omeopatia

Irritabilità, crisi di pianto, tensione al seno, aumento di peso... Quale donna non conosce i sintomi della sindrome premestruale, quell’insieme di piccoli disturbi che accompagnano l’attesa del ciclo? In forma più o meno sfumata, la sintomatologia interessa la donna nella sua globalità, manifestandosi sul piano fisico e su quello psicologico con declinazioni e tonalità emotive diverse. Da un punto di vista clinico, le cause della PMS non sono del tutto chiare. Tra le più comunemente accreditate, c’è l’aumento del progesterone: questa spiegazione non basta però a coprire l’intero ventaglio di sintomi. Secondo altre ipotesi, la sindrome sarebbe imputabile a un più basso livello di serotonina: tale carenza sarebbe responsabile delle oscillazioni emotive, che in autunno con la sensibile riduzione delle ore di luce, possono presentarsi più intense che mai. La soluzione del problema è in ogni caso strettamente omeopatica: ogni donna corrisponde a una tipologia precisa, che determina l’approccio a questa fase del mese così difficile. Vediamone cinque tipologie “tipiche” e il rimedio omeopatico a loro congeniale.

Facile al pianto, ti consoli coi dolci? Sei il "tipo pulsatilla"

Lacrime e coccole? La dolce Pulsatilla ne sa qualcosa! Quella premestruale è una sindrome a tutti gli effetti e il ciclo mestruale non aiuta, anzi è il colpo di grazia. Molti giorni del mese della tenera Pulsatilla sono infastiditi dall’attesa del ciclo. La ritenzione idrica fa il peso sulla bilancia tanto da segnare due chili in più. Le gambe si congestionano, i capillari disegnano la loro tela sulla superficie delle gambe, mani e piedi diventano freddi, la circolazione è al limite. Anche l’umore si aggrava sempre di più e dopo l’ovulazione ogni giorno è un crescendo: Pulsatilla diventa sempre più permalosa e la lacrima è sempre dietro l’angolo. Il pianto può arrivare anche per motivi semplici, la commozione è facile e immediata. Cosa fa bene a Pulsatilla in attesa del ciclo? Le coccole innanzi tutto. Perché quei giorni di attesa per lei sono davvero difficili da spiegare, sono giorni strani da sempre, da quando era bambina….

Stanca e nervosa, scatti per nulla? Sepia è il tuo rimedio

Intrattabile. Questo forse è il miglior aggettivo per descrivere la donna Sepia nella sindrome premestruale e nel ciclo. In verità l’umore di Sepia non brilla mai, c’è sempre qualcosa per cui crucciarsi... I giorni passano e la stanchezza sale, fino a diventare una vera debolezza in prossimità del ciclo. Il ventre pesa, l’utero si gonfia fino a divenire un carico ingombrante. La depressione diventa sempre più forte e un’aura scura pervade tutto. Dunque meglio girare al largo, assecondare dove possibile e magari darle una mano!

Chiusa in te stessa preda della cefalea? Per te c'è Natrum Muriaticum

L'attesa del ciclo? Un vero disastro! Ma non aspettatevi una confidenza simile da una donna Natrum, non ve la farà. E non solo questa, ma nessuna confidenza. Sapete di quelle piccole chiacchiere fra donne, quelle che aiutano nei giorni no? Non fanno per lei. Fin da piccina, è un po’ introversa e chiusa. L’attesa del ciclo è meglio che passi in fretta, è una nuvola nera da cui ci si ripara stando in casa, con un libro e la borsa dell’acqua calda sulla pancia. Lasciate in pace una povera Natrum in sindrome premestruale, vi cercherà da sé quando sarà passata.

Se detesti il ciclo, ti serve lux vomica

Avere il ciclo è una vera seccatura una Nux Vomica doc. Il dolore mestruale si fa sentire, i giorni che anticipano il ciclo sono noiossimi e tutto pare andare a rilento. E la donna Nux Vomica non ha tempo per permettersi la frenata mestruale. Con tutto quello che Nux Vomica ha da fare in un mese, come è possibile incastrarci anche la paturnia mestruale? Davvero non c’è tempo. Nux vomica soffre il dolore del ciclo e durante la sua attesa ha forti problemi di tensione al ventre: l’utero cresce e l’intestino si blocca. L’energia tende a svilirsi e di questo Nux Vomica soffre essendo abituata a ritmi sostenuti. L’alimentazione purtroppo non la avvantaggia: nei giorni critici mangia cibo grasso e troppo dolce. Ha una dieta disordinata e priva di cura del tipo “apro il frigorifero e prendo a caso”. Altro che coccole. Nux Vomica dimentica il ciclo o quanto meno lo vorrebbe dimenticare. E se fosse un disamore per il femminile? Un appunto su cui trovare il tempo per meditare.

Se preferisci il ciclo alla sua attesa, “sei” Lachenis

Sto decisamente meglio col ciclo!. Quale donna preferisce la mestruazione alla sua attesa? La donna Lachesis! Molte donne sperimentano la sindrome premestruale come un momento di affanno in cui il corpo rallenta. Il  corpo si gonfia a palloncino, la circolazione rallenta e il carico venoso diventa faticoso: caviglia gonfia, cellulite e ritenzione sono più nemiche che mai. Lachesis è la donna gravata dall’attesa del ciclo e liberata dal flusso mestruale. Nei momenti buoni è coinvolgente, solare e chiacchierona: difficile resisterle quando la sua energia è piena e straripante. Purtroppo alla fase buona si oppone presto l’ombra di quella calante: l’umore si incupisce, i pensieri negativi affollano la mente, sospetti e gelosie minano la giornata. La variabilità d’umore è rapidissima tanto da condizionare l’arco delle 24 ore. La mestruazione è davvero vissuta come liberatoria: quando il sangue fluisce l’energia si rigenera, si ritempra e torna a vivificarsi.

Quando hai trovato il tuo rimedio, vai in farmacia e acquistalo in granuli. La dose media è di cinque granuli, tre volte al giorno, per tutta la settimana che precede l’arrivo della mestruazione. In ogni caso, buona norma consultare prima un medico omeopata.

Fonte Riza

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

filosofia
filosofia
vegan & co.
vegan & co.
psicologia
psicologia
scomode verit
scomode verit
psicosomatica
psicosomatica
musica
musica
artisti
artisti
astrologia
astrologia
miti e leggende
miti e leggende
bonus e incentivi
bonus e incentivi
misteri e paranormale
misteri e paranormale
autismo
autismo
mamme
mamme
curiosit
curiosit
bambini
bambini


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!