Faredelbene.net



medicina naturale -> medicina tradizionale cinese -> Il viso e la salute degli organi


Il viso e la salute degli organi




Il viso riflette la salute degli organi

Lo specchio è spesso l’incubo di molti, eppure imparare a fare amicizia con la propria immagine riflessa può essere un ottimo modo per leggere dei messaggi sulla propria salute.
Il volto è infatti in grado di fornire dei segnali non verbali sul benessere; lo stato della pelle, ad esempio, rivela molto di quello che succede all’interno dell’organismo, sia fisicamente che emotivamente.
I terapeuti che praticano la Medicina Tradizionale Cinese hanno usato l’analisi del viso come strumento diagnostico per secoli, mettendo in correlazione specifiche aree del viso con gli organi e gli stati emotivi.

Perciò, quando si presenta un brufolo ricorrente nello stesso punto del mento oppure si ha la fronte sempre arrossata, la pelle potrebbe voler cercare di comunicare l’esistenza di un problema di salute più profondo.
Nel 1800 Wilhelm Schuessler, omeopata tedesco, introdusse per primo questa nuova scienza, basata sulla diagnosi del viso utile a valutare lo stato di salute di un individuo. Egli era convinto che determinate espressioni facciali potessero rivelare informazioni molto profonde. Da allora, la medicina naturale ha sviluppato specifiche linee guida per eseguire la diagnosi facciale, in maniera da poter trarre conclusioni sulla condizione fisica dei pazienti in maniera molto rapida.Oggi i testi medici contengono comunque specifiche descrizioni dei sintomi facciali legati a determinate condizioni.

Le guance sono legate allo stomaco e ad alcuni aspetti del sistema respiratorio: così, una leggera eruzione cutanea potrebbe indicare che il corpo richiede ossigeno ed è necessario lavorare per approfondire il respiro.

La bocca si correla allo stomaco e all’intestino: eventuali macchie o decolorazioni potrebbero segnalare una lenta attività intestinale, gonfiore o scarso appetito.

Delle gengive sanguinanti indicano acidità di stomaco, mentre le labbra secche sono il segno evidente di disidratazione.

I reni e la vescica compaiono sul mento. Qualsiasi tipo di squilibrio ormonale solitamente si presenta qui. Se una persona adulta presenta una congestione intorno al mento, c’è una buona probabilità che i reni siano sotto pressione e costretti agli straordinari.

La fronte è correlata a diversi organi, compresi cuore, intestino tenue e vescica. I segnali di congestione segnalano sempre una cattiva disintossicazione, mentre un colorito rosso potrebbe indicare che il sistema digerente necessita di aiuto. Il fegato si trova sopra le sopracciglia. L’abuso di alcol e l’accumulo di tossine si presentano sempre in questa zona.

Scopriamo in dettaglio a quali organi corrisponde ogni zona del viso.



Parte superiore della Fronte
APPARATO DIGERENTE e VESCICA
Bere molta acqua per idratarsi e mantenere sotto controllo la dieta, eliminando zuccheri raffinati e cibi grassi. Quando si ha voglia di cibi grassi fritti, mangiare avocado oppure aggiungere un cucchiaio di olio di cocco al piatto. Assicurarsi inoltre di consumare molta frutta fresca e verdura biologiche. Alcuni tra i migliori alimenti e bevande ricchi di antiossidanti sono tè verde, acqua calda e limone e frutti di bosco freschi. Se non si consuma abitualmente una dieta ricca di alimenti naturalmente fermentati, come il kimchi, crauti, kombucha o kefir, può essere utile considerare l’idea di ricorrere all’integrazione quotidiana di probiotici in capsule.

Parte inferiore della Fronte
CUORE
Il cuore è un organo importante, che pompa sangue attraverso tutto il corpo. Il suo è un lavoro duro, che può diventare persino provante se si segue una cattiva alimentazione, se si osserva una vita sedentaria o si è vittima di vari stress fisici e mentali. Quando appaiono dei brufoli in questa area, è bene iniziare a fare regolarmente esercizi di cardio-fitness. Inoltre, può essere di giovamento mangiare melograno e olio di cocco.

Orecchie
RENI
Quando non ci prendiamo cura dei nostri reni, possono comparire degli enormi brufoli dolorosi sulle orecchie, molto restii a scomparire. I problemi renali sono spesso causati dal fatto che beviamo poco e assumiamo troppo sodio. Alcune cattive abitudini che influenzano i reni sono:
Trattenere l’urina di frequente
Bere troppo caffè o alcool
Carenza di minerali, come il magnesio
Assumere eccesso di proteine animali
Carenza di riposo notturno
Assunzione di zucchero raffinato
Spesso bisogna anche fare attenzione ai prodotti confezionati etichettati come sani, poiché spesso hanno un’eccessiva quantità di sodio. E’ bene anche evitare il fast food in generale, oltre che bere più acqua e mangiare più prezzemolo, che è un ottimo disintossicante.

Occhi, Zona Orbitale e Area tra le Sopracciglia
FEGATO
Pelle grassa, arrossamenti, desquamazioni e brufoli tra le sopracciglia possono indicare che il fegato è oberato di lavoro e ha un disperato bisogno di pulizia. Ridurre quindi i cibi grassi, l’alcool e i prodotti lattiero-caseari. Sarà utile anche evitare di mangiare troppo tardi la sera. Se viene voglia di uno spuntino, prendere un cucchiaio di mele grezzo. Questo permetterà al fegato di riposare mentre si sta dormendo. Inoltre, sarà un’ottima idea quella di mangiare, durante il giorno, una quantità maggiore di aglio, pompelmo, tè verde, carote, verdure a foglia verde, limone e lime.

Guance (parte alta)
POLMONI E VIE RESPIRATORIE
Dei polmoni sotto stress sono soliti causare un fiorire di brufoli sulla parte superiore delle guance, a volte fino addirittura a rompere i capillari. La causa, oltre che il fumo, potrebbe essere tra queste:
asma
allergie
infezioni
aria inquinata
La cosa migliore da fare è quella di evitare di fumare, sia di prima che di seconda mano. Per migliorare la salute dei polmoni si possono trovare qui degli ottimi consigli.

Guance (parte bassa)
DENTI e GENGIVE
Problemi gengivali e ai denti possono contribuire a causare l’acne nella zona inferiore delle guance. Occorre assicurarsi di non mangiare zucchero raffinato o bevande gassate. Sarà bene mangiare frutta fresca e verdure ricche di fibre per rafforzare sia i denti che le gengive masticando cibi genuini.

Mento (zona laterale)
ORMONI e GENITALI
Questo riguarda specialmente le donne. L’acne che compare sui lati del mento indicano uno squilibrio ormonale. Questo può essere dovuto alle mestruazioni, alla pillola contraccettiva o ad una dieta ricca di soia. A volte, anche lo stress emotivo o fisico può causare squilibri ormonali. Farà molto bene dormire abbondantemente, prendere l’abitudine di meditare o fare yoga così da mantenere la mente concentrata e libera da stress. Sarà bene anche assumere Omega-3. Alcune erbe che possono contribuire a bilanciare gli ormoni includono:
liquirizia
basilico
tè verde
rodhiola

Mento (zona centrale)
INTESTINO TENUE e STOMACO
Questa manifestazione è in genere causata da una cattiva alimentazione e da allergie alimentari. E’ probabile che non si riescano a digerire alcune sostanze nutritive, invece, qualora si segua una dieta adeguata. Dicono sempre che noi siamo ciò che mangiamo; ma è semmai vero che siamo ciò che riusciamo a digerire. Se l’intestino ha carenza di probiotici e completamente scompensato, non importa quanto sani siano gli alimenti che si consumano: le sostanze nutritive non verranno assorbite in alcun modo. Inoltre, anche stress e carenza di sonno, così come la disidratazione, possono devastare stomaco e intestino. Sarà quindi utile dormire bene la notte, bere molta acqua e affrontare lo stress apportando qualche modifica allo stile di vita. Praticare yoga e meditazione sono ottimi modo per combattere l’acne sul mento.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

io non ci sto
io non ci sto
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
misteri e paranormale
misteri e paranormale
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
coppia
coppia
diete
diete
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
numerologia
numerologia
autismo
autismo
scienza
scienza
storia
storia
amore e dintorni
amore e dintorni
arte
arte
curiosit
curiosit
fisica quantistica
fisica quantistica


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!