Faredelbene.net



medicina naturale -> floriterapia e fiori di bach -> Fiori per curare la Depressione


Fiori per curare la Depressione




Indichiamo con queste parole la prescrizione estemporanea dei Fiori per superare degli stati d'animo negativi, per lo più transitori

Il trattamento con i Fiori di Bach mira a una trasformazione profonda della coscienza, liberandola da blocchi e da condizionamenti. Qui invece si tratta di individuare quei Fiori che permettono di stare meglio e di superare dei semplici momenti negativi.

Depressione

I Fiori della depressione indicati da Bach sono soprattutto Gentian, Mustard e Wild Rose, tradizionalmente depressione reattiva in Gentian e endogena in Mustard. Wild Rose riguarda un quadro depressivo profondo, di qualunque eziologia. Molti altri Fiori vanno però incontro a stati depressivi, e possiamo dire che si tratta sempre di depressioni reattive, in quanto motivate da eventi precisi, per cui al Fiore scelto sarà bene aggiungere sempre anche  Gentian.

Gentian - Depressione reattiva di fronte a ostacoli e insuccessi, con la sensazione che sia inutile lottare.

Mustard - Depressione endogena, volendo dire senza una causa ben identificabile. Stato di forte pena, con sofferenza dell'anima e pianto. Si presenta ciclicamente, improvviso, dura qualche giorno e deve passare da solo.

Wild Rose - Sotto l'atteggiamento fatalista di disinteresse, adottato per non provare più dolore, la mancanza di emozioni e di ogni fiducia nella possibilità di avere ancora qualcosa dalla vita sono spesso segretamente disperanti. Il Fiore esprime il quadro di quella che viene definita 'depressione maggiore'.

Chicory  - La causa della depressione è affettiva, questa insorge infatti quando la persona si sente abbandonata, non amata, non rispettata, non apprezzata.

Elm - Momenti depressivi transitori, che sopraggiungono quando, non riuscendo a far fronte a tutti gli impegni assunti, si teme di essersi sopravvalutati e di essere invece degli incapaci.

Heather - Può diventare depresso se lasciato troppo a lungo da solo. Ha prima una fase di rabbia, durante cui lotta per imporsi agli altri, ma se non riesce a richiamarli a sé la solitudine alla fine può spegnerlo.

Honeysuckle - La difficoltà di adattamento a nuove situazioni, soprattutto se quelle abituali sono state perse contro la propria volontà, può portare a un ritiro emotivo da quanto si sta vivendo.

Larch - Può subentrare un quadro depressivo nella maturità se la persona prende coscienza delle cose a cui ha rinunciato per paura, e di cui capisce che sarebbe stato invece all'altezza.

Oak - La depressione insorge quando la persona, per malattia, stanchezza, pensionamento o altro, non può più condurre una vita più che attiva e battagliera. C'è amore per impegni e doveri, e rinunciarvi viene vissuto come una ingiusta privazione che si subisce.

Rock Water - I momenti di depressione possono insorgere quando eventi esterni, quali orari di lavoro, restrizioni economiche, nascita di figli o altro, impediscono di dedicare tempo a se stessi e al proprio perfezionamento. Ci si sente defraudati di una immagine di se stessi perfetta che si ritiene che altrimenti si sarebbe raggiunta.

Scleranthus - Il momento depressivo, breve, insorge quando dopo essere riusciti a fare una scelta importante per la propria vita ci si vede rinnegarla di nuovo per tornare nell'incertezza, sentendosi così condannati a una sorta di immobilità.

Star of Bethlehem - La lentezza di pensiero e di movimento e il ritiro dal sociale e spesso anche dall'affettività, si instaurano progressivamente denunciando un lieve quadro depressivo di sottofondo.

Walnut - Quando la depressione insorge nei periodi o nei momenti di cambiamento, organici (pubertà, menopausa, ecc.), di stagione, dopo un trasloco o un trasferimento, per pensionamento.

Wild Oat - La depressione insorge quando ci si rende conto di non aver ottenuto grandi cose nonostante tutti i propri sogni di grandezza e di opulenza. Si è ora decisi a cambiare la situazione ma non si capisce bene su cosa fare leva perché non si è coscienti della propria passività.

Modalità di assunzione dei Fiori

Si possono usare con beneficio fino a 6 o 7 Fiori contemporaneamente.
Si può preparare una boccetta: una piccola parte di cognac come conservante e il resto acqua di fonte o oligominerale. Si aggiunge 1 goccia di ogni rimedio scelto per ogni 10 ml di liquido. Quindi boccetta da 20 ml, 2 gocce di ogni Fiore, boccetta da 30 ml, 3 gocce di ogni Fiore e così via. Di questa miscela si assumono 4 gocce 4 volte nella giornata.
Si possono usare le essenze pure, senza preparare la boccetta, mettendo 2 gocce del rimedio, o dei rimedi, scelti in mezzo bicchiere d'acqua, da assumere 3 o 4 volte al giorno. Le essenze sono più efficaci diluite.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

misteri e paranormale
misteri e paranormale
numerologia
numerologia
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
coppia
coppia
riflessioni
riflessioni
sesso
sesso
salute
salute
artisti
artisti
musica
musica
psicosomatica
psicosomatica
medicina naturale
medicina naturale
psicologia
psicologia
bonus e incentivi
bonus e incentivi
io non ci sto
io non ci sto
beneficenza
beneficenza


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!