Faredelbene.net



medicina naturale -> fitoterapia -> Eucalipto


Eucalipto




L'olio essenziale che si ricava dall'Eucalipto è utile per tosse, raffreddore e sinusite ma è molto usatp anche nella cosmetica

Proprietà dell'eucalipto
Le foglie di eucalipto contengono un olio essenziale, particolarmente ricco in eucaliptolo, terpeni (pinene, canfene, fellandrene); aldeidi; polifenoli (acido gallico, acido ferulico, acido gentisico); flavonoidi (rutoside, iperoside) e tannini. Questi principi attivi conferiscono alla pianta un'azione balsamica, fluidificante ed espettorante delle secrezioni catarrali delle vie respiratorie. Per questa ragione viene impiegato in fitoterapia nelle infiammazioni e congestioni, come tosse, raffreddore e nel trattamento della sinusite.

Inoltre, dovuta alla presenza dell'olio essenziale, l'eucalipto svolge un'azione antibatterica e antisettica molto efficace per le affezioni delle vie urogenitali in caso di cistite, leucorrea e candidosi, per le quali è consigliato anche in virtù dell'azione deodorante.

Per uso cosmetico, i preparati di eucalipto, esercitano una buona azione antisettica e cicatrizzante su infezioni purulente della pelle e lenitiva sulle ustioni. Molto indicato per detergere cute e capelli grassi, a cui restituisce brillantezza.

Modalità d'uso
USO INTERNO

La sua azione balsamica potrebbe essere irritante per la mucosa gastrica, se assunto da solo. Per questa ragione è sempre meglio utilizzarlo in miscele con piante protettive delle mucose come la malva. inoltre per l'azione ipoglicemizzante non assumere contemporaneamente a ipoglicemizzanti orali.

INFUSO

1/2 cucchiaino foglie di eucalipto di eucalipto, in un cucchiaio di malva per 1 tazza d’acqua

Versare le foglie di eucalipto e quelle di malva nell’acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e berlo in caso infiammazioni dell'apparato respiratorio, in quanto scioglie il catarro e migliora la respirazione o in presenza di infezioni delle vie urinarie.

- Tintura madre di eucalipto: 30 – 40 gocce, 2 – 3 volte al giorno in caso di affezione alle vie respiratorie e diabete.

Controindicazioni
L'olio essenziale di eucalipto, se utilizzato in grandi quantità, può portare nausea, vomito e diarrea. Se ne sconsiglia quindi l'uso in gravidanza e durante l'allattamento. In caso di soggetti sensibili può provocare anche dermatiti e irritazioni della pelle.

Descrizione della pianta
Albero sempreverde a crescita rapida (raggiunge i 20 m in 6-7 anni), in Australia, terra di origine, può superare anche i 90 m. Il tronco ha corteccia liscia, di color grigio-cenere, che si stacca in placche sottili ed allungate. Il legno è rossiccio. Nell'eucalyptus globulus le foglie giovanili sono opposte, di colore azzurro, mentre le foglie adulte sono alterne, verdi scure, a forma di falce e dure. I fiori sono di solito raggruppati in boccioli fiorali, più o meno numerosi. Il frutto è una capsula legnosa, dura, rugosa e coperta di cera. I semi sono numerosi e molto piccoli. Tutta la pianta ha un odore aromatico e sapore amarognolo.

 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Morbo di Crohn, ma lei sogna di fare la modella!

Per tante persone affette da Morbo di Crohn l’uso della stomia, ovvero il sacchetto artificiale che raccoglie escrementi, necessario ad esempio dopo un intervento chirurgico addominale che comporta la rimozione di parte dell’intestino, è un vero e proprio “tabù”. Un oggetto da nascondere qualsiasi cosa accada: eppure c’è qualcuno come la truccatrice inglese Bethany Townsend che è diventata una celebrità su internet dopo aver aperto un blog personale sulla malattia e aver condiviso una foto in bikini con il sacchetto per colostomia bene in vista. La 23 enne vive nel Regno Unito, a Worcester e l’immagine in questione ha totalizzato più di 9 milioni di visualizzazioni. Il feedback è stato così positivo che Bethany si è decisa a tentare la carriera di modella, sfidando così un altro tabù. Sul suo blog scrive:
 
Non mi aspettavo una reazione del genere, 190.000 likes e 10.000 commenti su Facebook, è da pazzi. Sono contenta che la foto abbia contribuito a far conoscere il morbo di Crohn e poi i commenti positivi mi hanno aiutato a diventare più sicura di me visto che dall’intervento a cui mi sono sottoposta devo convivere con i sacchetti per colostomia. La prima volta che mi sono stati consegnati i sacchetti ero devastata, ma la reazione delle persone alla vista di questa foto mi ha aiutata ancora di più ad accettarli.
E’ una celebrità grazie alla foto in bikini con sacchetti per colostomia in vista
La 23 enne ha subito la prima operazione nel 2010 e sin da quando aveva tre anni le è stato diagnosticato il morbo in questione, che è una malattia infiammatoria cronica dell’intestino ed è del pericoloso genere delle malattie autoimmuni. Nel caso della giovane inglese, si è reso necessario intervenire e rimuovere una porzione dell’intestino che era danneggiato e aiutarla ad espellere le sostanze con un sacchetto a causa di una rottura di una parte dell’intestino. Dal giorno dell’intervento Bethany si ritrova a convivere con due sacchetti collegati al suo addome:




Categorie

news
news
significato dei colori
significato dei colori
autismo
autismo
coppia
coppia
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
medicina naturale
medicina naturale
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
scomode verit
scomode verit
antroposofia
antroposofia
scuola
scuola
numerologia
numerologia
arte
arte
mamme
mamme
pedagogia
pedagogia
libri e recensioni
libri e recensioni


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!