Faredelbene.net



medicina naturale -> fitoterapia -> Astragalo


Astragalo




L'Astragalo è conosciuto per le sue proprietà immunostimolanti, adattogene e disintossicanti, è utile per sostenere le difese del corpo

Proprietà dell'astragalo
Le radici dell'astragalo contengono saponine triterpeniche, flavonoidi, amine piogene e polisaccaridi. In particolare, i polisaccaridi stimolano il sistema immunitario, rafforzando i naturali meccanismi di difesa dell’organismo, nei confronti di infezioni. Infatti è grazie alla presenza di questi principi attivi che alla pianta sono attribuite azione immunostimolante e antivirale verso i virus che causano le più comuni malattie da raffreddamento (raffreddore, tosse, febbre), ma anche su quelli responsabili di patologie più gravi come l’influenza aviaria e l’epatite B. L'astragalo infatti è in grado di contrastare l’atrofia di organi quali milza, timo e linfonodi intestinali e di favorire la capacità fagocitaria e la trasformazione dei linfociti T.

Il contenuto di saponine, presente nel fitocomplesso, conferisce alla pianta azione epatoprotettiva, in quanto la sua assunzione protegge il fegato dai danni provocati da sostanze chimiche o tossiche; stimola la rigenerazione degli epatociti; e aiuta a fluidificare il sangue, riattivando così le funzioni inibite dagli steroidi (ormoni steroidei e colesterolo).

L'astragalo possiede anche proprietà adattogene, perché abbassa il consumo di ossigeno nei mitocondri; sostiene la tolleranza dell'organismo allo stress; e aumenta la crescita, il metabolismo e la longevità delle cellule. Per queste ragioni è indicata per contrastare periodi di stanchezza, affaticamento, astenia e nelle convalescenze (soprattutto dopo trattamenti antibiotici), per aumentare la performance di apprendimento e memoria, e migliorare la durata del sonno per i suoi effetti rilassanti.

Infine, la pianta ha dimostrato anche un’azione cardiotonica, in grado di intervenire sul metabolismo del sodio e del potassio, riducendo la pressione arteriosa e quindi utile in caso di ipertensione e angina pectoris, perché sostiene la funzionalità del cuore e del sistema circolatorio nel suo insieme.

Modalità d'uso
- 20-30 gocce di Tintura madre di Astragalo una volta al giorno per un'azione preventiva immunostimolante, 30-40 gocce per 2 volte al giorno lontano dai pasti, in caso di influenza, febbre, tosse o raffreddore

- 400-500 mg di estratto secco una volta al giorno per un'azione preventiva immunostimolante, oppure 600-800 per 2 volte al giorno lontano dai pasti, per curare gli stati infettivi

 

Controindicazioni dell'astragalo
Nonostante l'astragalo sia conosciuto e utilizzato da lungo tempo non esistono studi esaurienti circa possibili controindicazioni. Alcuni effetti collaterali accertati riguardano stanchezza, vertigini e leggero abbassamento della pressione. Perciò se ne sconsiglia l'uso durante la gravidanza e l'allattamento.

Infine, date le sue proprietà immunostimolanti e antivirali, l'astragalo non dovrebbe essere assunto in concomitanza con farmaci dallo stesso effetto.

Descrizione della pianta
Pianta erbacea perenne, può raggiungere i 70 cm. di altezza. La radice è flessibile, grande come un dito umano, ed è coperta da una membrana dura e rugosa, di un colore che varia dal giallo al marrone; mentre la polpa al suo interno ha un sapore tenue e leggermente dolce, che ricorda spesso quello della liquirizia. Possiede fusti ramificati. Le foglie sono imparipennate, alterne ed ellittiche. I racemi sulla pianta sono in posizione ascellare e il peduncolo della pianta è molto sottile. I fiori sono riuniti in infiorescenze a grappolo. I frutti sono baccelli, che racchiudono i semi.

L'habitat dell'astragalo
Originario dell'estremo oriente e della Cina in particolare è diffusa in tutte le zone temperate dell’emisfero boreale. Cresce in luoghi erbosi, boschi caducifogli da 100 a 1.400 m. di altitudine

Cenni storici
La pianta condivide il suo nome anche con un osso del piede, l’astragalo, probabilmente per la forma dei fiori, che somigliano a calcagni.

Le proprietà dell’astragalo sono sfruttate da tempi antichi sia in Medicina Occidentale; sia nella Medicina Tradizionale Cinese. Questa antichissima tradizione medica lo utilizza da sempre, per la sua azione tonificante, in grado di innalzare la soglia della resistenza ai fattori di stress, aumentando l’energia; accelerare il metabolismo, e promuovere la riparazione dei tessuti. Tuttavia l'uso tradizionale cinese della pianta è rivolto alla stimolazione del Qi di milza e polmoni, ossia di quegli organi (insieme ai reni), alla base dei flussi energetici dell’organismo e quindi delle energie difensive e dell’immunità.

Attualmente l’astragalo è studiato per il trattamento dell’AIDS, per la prevenzione delle malattie infettive e neoplastiche

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



La consapevolezza del potere

Sappiamo che molti di voi si sentono destabilizzati e che il percorso non è come se l’aspettavano.

Tutto quello che dovete capire non ha nulla a che fare con la vera ascensione, riguarda avvenimenti collettivi a cui voi eravate stati preparati con le dovute informazioni. A seguito di questo periodo davvero difficile ci saranno avvenimenti che vi daranno ampio respiro e che vi riporteranno a creare forme in linea con la Fonte.

Alcuni di voi stanno cedendo agli avvenimenti, perdendo le speranze e cercando alternative al modo in cui hanno fino ad ora affrontato il processo di ascensione. Sappiate che nessun modo vi potrà dare la pace che cercate essendo la quarta dimensione la più difficile da vivere. Essa infatti coinvolge le emozioni, come già detto ed il mondo emozionale è alla fine, la causa di quel dolore che facendo il passo successivo vi proietta nella quinta dimensione dell’Essere.

Avete compreso ormai che non si tratta solo della vostra personale esistenza e che quello che state compiendo ha una rilevanza importante sul futuro della Terra. Dovete pazientare e continuare a coltivare il meglio che potete, promuovere le cose che sapete essere degne di uomini e donne che popoleranno la Terra nel futuro. State preparando il futuro e lo state facendo con grande coraggio e nel migliore dei modi.

Vi onoriamo carissimi Fratelli e Sorelle, tutti quanti, ognuno nel suo ruolo che a volte è davvero difficile. Vi spiegheremo come avviene l’interruzione dei pensieri negativi che tentano di trascinarvi con loro nei  meandri oscuri della terza dimensione. Sappiate che questo non è più possibile in ogni caso: la consapevolezza che è il frutto del vostro lavoro personale non risiede nella terza dimensione. Risiede nella quinta dimensione. Tutto ciò che è in voi e che è consapevolezza non vi potrà più essere tolto.

Potrete avere ancora pensieri oscuri ma sarebbe come se un adulto volesse entrare nelle vesti di un bambino. Gli abiti sono troppo piccoli e subito ve ne accorgete. Capite ciò che vogliamo dirvi? Voi siete la vostra consapevolezza, voi avete tutto quello che avete guadagnato ognuno nel suo personalissimo percorso di vita. Ogni attimo di abbattimento viene spazzato via dopo poco dalla vostra consapevolezza.
Lo avete osservato?

Se non l’avete ancora notato fateci attenzione. Osservate la consapevolezza in azione nei momenti in cui la tensione delle polarità opposte si fa più intensa: è una battaglia in cui lo scontro è vinto in partenza. Piano piano i rimasugli di quei pensieri oscuri che albergano ancora in alcuni di voi cederanno il passo alla quiete ed alla tranquillità di chi conosce ogni passo del suo futuro e poi, di quello altrui. Come vi abbiamo già ripetuto in altre canalizzazioni le forme morte che sono ancora appannaggio degli uomini che vivono immersi nella terza dimensione possono solo sfiorare la vostra attenzione.

Non la possono in alcun modo sovrastare quando la consapevolezza, che rappresenta l’occhio attento di colui che ha fatto della meditazione la sua quotidianità, l’osserva. La consapevolezza agisce e plasma ogni particella di materia condensata nella terza dimensione tramutandola in oro puro. Ogni evento negativo che voi vedete in atto è semplicemente il guardare della consapevolezza. Questo guardare è necessario per trasformare la materia condensata nei pensieri collettivi, in particelle più leggere, pulite ed in linea con la Fonte.

Siete osservatori che utilizzano la quarta dimensione, il campo emozionale, per poter compiere questa trasformazione. Il dolore che avvertite, le perturbazioni interiori che i vari eventi vi provocano creano poco a poco, come un fuoco lento che arde e consuma un ciocco di legno, una nuova forma di energia. E’ la nuova energia per cui state lavorando tutti insieme. Sappiate che ogni volta che superate un gradino dell’ascensione, ognuno per come l’ha scelto di sperimentare, avviene un distacco progressivo da quella determinata situazione che rappresenta un determinato grado di sviluppo della coscienza.

State creando mattone dopo mattone gli elementi base per la nuova Akasha che sarà la base da cui ogni Essere attingerà per vivere le esperienze nelle sue esistenze. Gli uomini che ancora dimorano nella terza dimensione sappiate che stanno già avvertendo il vostro lavoro: i loro pensieri sono sempre più interconnessi alla Fonte di tutte le cose e stanno mutando nel singolo. Avete superato da tempo la soglia ma gli effetti stanno iniziando ad emergere con sempre maggior forza proprio nel corso di quest’anno.

Le persone accanto a voi ma anche quelle lontane, sono influenzate dalla vostra persona: avete magnetizzato le energie superiori e come una calamita gli altri vi ascoltano. Non vi ascoltano con le orecchie: tutto avviene nei corpi sottili. Sappiate quindi che in qualsiasi luogo vi troverete non avrete bisogno di parlare, di raccontare il vostro percorso di dire a tutti ciò che state facendo. Non ce n’è bisogno ma fatelo pure se ne avvertite la necessità. E’ ciò che siete che provoca il mutamento e ciò che siete non è ciò che pensate che di per sè è comunque un qualcosa di mentale.

Ciò che siete è semplicemente ciò che siete. Un albero non necessita di denunciare ciò che è a chi lo guarda, trasmette ciò che è indipendentemente. Così siete voi, ciò che siete diventati nella trasmutazione: l’unica cosa che vi manca è la consapevolezza di questa vostra potenza.

Gli altri l’avvertono sappiatelo.
Voi invece ne siete ancora poco consapevoli ed anche questo fa parte del vostro percorso. Lasciare andare la personalità creata dall’esterno è stato un durissimo lavoro, vero? Ora siete dentro di voi, molti sono già perfettamente centrati: questo significa che espandete ciò che siete, la vostra energia che parla senza bisogno di parole. Nel momento in cui divenite consapevoli del vostro potere allora potete usarlo coscientemente ma saggiamente. Questa consapevolezza emerge quando siete perfettamente in grado di non lasciarvi dominare dall’ego che svaluterebbe tutto il vostro lavoro.

Avrete un potere che avete deciso di donare all’umanità ancora prima di nascere. Più andrete avanti, più noterete questa forza potente che agisce per mezzo di voi. Sarete un tutt’uno con essa essendo la forza del vostro stesso Spirito, essendo il Sè Superiore che vi sta conducendo come un amante, entro ciò che siete. Aspettatevi tutto questo carissimi amici e vedrete che ogni dubbio sparirà. E’ vero sono momenti difficili ma questa consapevolezza deve ricevere la giusta collocazione nel quadro più grande di cui voi siete gli attori principali.

Sarete fieri di voi stessi e forse alcuni di voi, attenti a questi piccoli particolari che si stanno manifestando, lo sono già. Ognuno di voi continui a seminare, tranquillo, affidandosi al suo Sè superiore che saldamente lo sta conducendo a sè, nella quinta dimensione, nella dimensione dell’uomo che cammina con le sue gambe mentre crea un mondo migliore per tutti. Un uomo in cui non c’è spazio per l’ego che diventa mero attributo di una dimensione ormai lontana di cui avete fatto già ampia esperienza.

Amati cercate di essere consapevoli della nostra presenza, non abbiate timore nel rivolgervi a noi. Anche se vi costa fatica percepirci sappiate che è la continua connessione che ci permettete di avere che rende sempre più chiara la nostra voce. Sarà la Voce comune a tutti Noi quando la vostra meravigliosa opera sarà compiuta. Siete magnifici Esseri di Luce che splendete persino nella notte più oscura. Non smettete mai di brillare ed i nostri occhi vedono ciò che siete mentre voi lo state scoprendo giorno dopo giorno, state trasformando le tenebre nel Sole che splende sopra di tutto.

Con Amore
Angelica Barbieri

Fonte visionealchemica.com





Categorie

bambini
bambini
casa
casa
riflessioni
riflessioni
simboli e archetipi
simboli e archetipi
libri e recensioni
libri e recensioni
medicina
medicina
musica
musica
Vini e dintorni
Vini e dintorni
tradizioni
tradizioni
vegan & co.
vegan & co.
storia
storia
attualit
attualit
fisica quantistica
fisica quantistica
medicina naturale
medicina naturale
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!