Faredelbene.net



medicina naturale -> Rimedi naturali per curare il mal di denti


Rimedi naturali per curare il mal di denti




Sono molteplici le cause del mal di denti, ma altrettanti sono i rimedi naturali a cui affidarsi per stare meglio.

La carie può essere una delle cause legate al mal di denti; si tratta di una cavità più o meno estesa della corona causata da batteri. All'inizio non è accompagnata da dolore, i sintomi spuntano solo in una fase successiva, quando la carie raggiunge la dentina (area che si trova sotto lo smalto). Il dolore si intensifica quando l'infezione raggiunge la polpa.
 
Altro motivo possono essere i cosiddetti denti del giudizio. Si tratta di quattro denti molari che, se sono posizionati male, la gengiva si può infiammare per compressione o per infezione. I sintomi sono simili a quelli causati dall'ascesso. Spesso i dolori sono difficili da interpretare in un primo momento, ma quando l'infezione si espande, i dolori si irradiano anche lontano dalla sede del dente e causano disagi forti che impediscono il proseguimento delle normali azioni quotidiane e non consentono di concentrarsi a dovere.
 
Il mal di denti è legato al  filo doppio al mal di testa, dal momento che il tipo di dolore è martellante e va con le pulsazioni del cuore, e anche al mal di schiena, specie per come il disturbo è affrontato in dentosofia. Questa tecnica terapeutica individua nello squilibrio dei denti una disarmonia direttamente collegata alla postura. Nel mal di denti dovuto a carie in odontoiatria classica si usano strumenti meccanici per rimuovere il tessuto cariato e si procede poi con otturazione della cavità residua. In dentosofia il procedimento è simile ma i metodi sono meno invasivi rispetto all'odontoiatria classica: il laser prende il posto del trapano e tutti i materiali usati sono possibilmente biocompatibili, questo sempre perché in dentosofia c'è un nesso imprescindibile tra denti, corpo umano, pianeta. 
 
Come alimentarsi in caso di mal di denti
Il dente è un organo appartenente all’apparato digerente deputato alla masticazione e alla triturazione del cibo. “Prima digestio fit in ore”, dicevano appunto i latini, per significare che una buona masticazione è alla base della digestione. Lo zucchero è il primo nemico dei denti. Importante è non abusare di caffè o alimenti fortemente macchianti come i carciofi, il tè e il vino rosso. Mai trascurare la pulizia serale perché di notte la placca si accumula e i pericoli per la bocca si moltiplicano. Per chi ha problemi di alitosi sarà utile mangiare regolarmente yogurt magro, al naturale senza zucchero.
 
Rimedi fitoterapici 
Nella fase acuta, per attenuare il dolore può essere utile l’arpagofito (Harpagophytum procumbens) di origine africana e presente anche nella Farmacopea Ufficiale, impropriamente detto “Artiglio del diavolo” (sotto forma di TM, nella dose di 30 gocce due volte al giorno, diluite in poca acqua, dopo i pasti). 
 
Tra gli infusi utili contro il mal di denti sono ottimi quelli a base di camomilla (ha proprietà sedative, digestive), lavanda (antispasmodica, analgesica), limone (disintossicante), maggiorana (calmante).
 
Fiori di Bach per il mal di denti
Per alleviare con la floriterapia i disturbi legati al mal di denti che generano stress mentale e fisico: Oak, Vervain e Hornbeam, Crab Apple, Elm e Red Chestnut (cefalea da stress e muscolo-tensiva), Impatiens (mal di testa accompagnato da un senso generale di irritazione).
 
Medicina tradizionale cinese
In Medicina tradizionale cinese (MTC) le cause del mal di denti vanno indagate in profondità. In generale, però, per avere un sollievo immediato in caso di mal di denti occorre premere il punto 4 del meridiano del grosso intestino. Il punto va individuato sulla fossetta che si crea sulla mano quando allontanate pollice e indice. Massaggiare questa zona è efficace anche per il mal di testa.
 
Oli essenziali
L'aromaterapia interviene infatti sull’intensità della sintomatologia dolorosa e lo stress psico fisico dovuto al mal di denti piuttosto che sulle cause del problema. Gli olii essenziali si possono assumere per inalazione, attraverso i massaggi o per via orale. L'aromaterapeuta consiglierà l'olio essenziale di anice, olio essenziale di arancia, olio essenziale di basilico, l'olio essenziale di cipresso, olio essenziale di citronella. 
 
Omeopatia in caso di mal di denti
Per dolore da ascesso ottimi sono i granuli di Belladonna. Altro rimedio per mal di denti è la Coffea Cruda, presa in granuli. Ottimi sono anche i chiodi di garofano che fungono da anestetizzante. Ancora ottimo rimedio è la Chamomilla molto utile quando il dolore compare dopo aver mangiato dei cibi caldi. Inoltre, ricordiamo Pulsatilla, utilissimo nel caso in cui il caldo o le elevate temperature circostanti peggiorano notevolmente le condizioni del mal di denti.
 
Esercizi
Il movimento più idoneo è lo spazzolamento, che va eseguito con cura e delicatezza. Ma qual è il modo corretto per pulire i denti? Il movimento dello spazzolino deve essere verticale, partendo dalle gengive e andando verso il dente, mai viceversa.
 
In altre parole, per pulire i denti superiori il suo movimento deve avvenire verso il basso, non verso l'alto, in modo da penetrare con le setole anche negli interstizi dentali e con un inclinazione di 45 gradi, per rimuovere la placca da sotto il colletto gengivale.
Per la parte inferiore della bocca vale l'opposto, cioè il movimento deve procedere verso l'alto; ovviamente l'operazione va ripetuta sia sulla parte esterna della dentatura che su quella interna, spesso tralasciata.
 
I denti vanno spazzolati per almeno due minuti. Lo spazzolino molto usato non serve a niente e può anche essere dannoso; è bene cambiarlo ogni tre mesi, deve avere setole forti ed elastiche (chi ha problemi di sanguinamento o gengivali ha bisogno di setole morbide) ed una testa abbastanza piccola per raggiungere anche i denti più nascosti, senza danneggiare le gengive.
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

sesso
sesso
letteratura
letteratura
medicina
medicina
pedagogia
pedagogia
popoli e culture
popoli e culture
bonus e incentivi
bonus e incentivi
attualit
attualit
news
news
tecnologia
tecnologia
significato sogni
significato sogni
scuola
scuola
miti e leggende
miti e leggende
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
arte
arte


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!