Faredelbene.net



mamme -> Mio figlio ha 6 anni e si innamorato di un ragazzo


Mio figlio ha 6 anni e si innamorato di un ragazzo




“Mio figlio ha 6 anni e si è innamorato di un ragazzo”: così una mamma commuove Tumblr. L’immensità di un amore materno incontra l’innocenza di un bambino di 6 anni e la lettera diventa virale nel web
 

Scoprire l’omosessualità del proprio figlio, a volte, può esser cosa non facile, per via dei pregiudizi propri e degli altri.

Eppure la mamma di questo bambino non solo non mostra alcun tipo di disagio, ma, al contrario, commuove il web, con l’immensa bellezza di un amore materno che incontra l’innocenza di un bambino di 6 anni che ama parlare del ragazzo di cui si è “innamorato”, ignorando, per sua fortuna, quanti ostacoli potrebbe incontrare quel suo amore così semplice e innocente, per colpa della stupidità degli adulti.

«Mio figlio maggiore ha sei anni e si è innamorato per la prima volta. Si è innamorato di Blaine della serie tv “Glee”. Per chi non lo sapesse, Blaine è un ragazzo… un ragazzo gay, il fidanzato di uno dei personaggi principali, Kurt. Il suo non è un amore del tipo che pensa che Blaine sia davvero figo, ma è invece un amore che lo fa gemere per mezz’ora davanti ad una foto del volto di Blaine, per poi esclamare: “Che carino!“.
 
Adora l’episodio in cui i due ragazzi si baciano. Mio figlio chiama le persone da ogni angolo della casa per essere sicuro che nessuno si perda la sua scena preferita. Di solito riavvolge il nastro e rivede la scena ancora e ancora… e obbliga anche gli altri a guardarla se pensa che qualcuno non abbia prestato sufficiente attenzione.
 

Questa infatuazione non preoccupa né me né suo padre. Abitiamo in un quartiere molto hippy e liberal, molti dei nostri amici sono gay e l’idea di avere un figlio gay non ci infastidisce. Nostro figlio sarà quel che è e il nostro dovere è amarlo. Fine del discorso.

 
Va detto che ha sei anni. A sei anni ci si ossessiona con ogni tipo di cose. Questa infatuazione potrebbe non significare niente di niente. Scherziamo sempre sul fatto che, se non sarà gay, avremo la migliore arma di ricatto nella storia dell’umanità quando sarà un sedicenne etero… altro che foto nudo mentre fa il bagnetto!
 
Dunque l’altro giorno stavamo viaggiando per lo stato ascoltando ovviamente l’album dei Warblers [gruppo di Glee] e, nel mezzo della canzone “Candles”, mio figlio ha fatto capolino dal sedile posteriore.
“Mamma, Kurt e Blaine sono fidanzati“.
“Sì, è vero” ho confermato io.
“Non gli piace baciare le ragazze. Baciano solo i ragazzi“.
“E’ vero“.
“Mamma, sono proprio come me“.
“Bene, piccolo. Sai che ti amo in tutti i modi?”
“Lo so…” ha detto, roteando gli occhi verso di me.
 
Arrivati a casa, ho raccontato questa conversazione a suo padre e siamo stati semplicemente a guardarci negli occhi per un attimo. Poi lui ha sorriso. “Quindi, se a 16 anni vorrà farci un grande annuncio a tavola, potremo dirgli: ‘Ce lo hai già detto quando avevi 6 anni. Passami le carote’ e sarà deluso perché gli avremo rovinato i suoi cinque minuti di ribalta” ha detto mio marito con una risata e mi ha abbracciata.
 
Solo il tempo dirà se mio figlio è gay e se lo è io sono felice che sia mio figlio. Sono felice che sia nato nella nostra famiglia. Una famiglia piena di persone che lo ameranno e che lo accetteranno. Persone che non vorranno mai farlo cambiare. Con genitori che non vedranno l’ora di ballare al suo matrimonio. E lo devo ammettere: Blaine sarebbe un genero davvero molto carino…»
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

lingua italiana
lingua italiana
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
stile & bon ton
stile & bon ton
artisti
artisti
tradizioni
tradizioni
fisica quantistica
fisica quantistica
psicosomatica
psicosomatica
pedagogia
pedagogia
religioni
religioni
scuola
scuola
beneficenza
beneficenza
simboli e archetipi
simboli e archetipi
io non ci sto
io non ci sto
news
news


Leggi Anche..

Buoni o cattivi? Ecco il vadevecum per fare il regalo giusto ai vostri figli
Data: 2014-12-21

Una mamma Russa scatta delle foto magiche dei suoi due bimbi con gli animali della loro fattoria
Data: 2014-08-03

Fecondazione eterologa, nati i primi due bambini in Italia
Data: 2015-03-10

I bambini nati nel segno del Toro
Data: 2014-12-04

Cartoni animati violenti e crudeli provocano traumi ai bambini
Data: 2014-12-22

I bambini nati nel segno dello Scorpione
Data: 2014-12-04

Vaccini, quei miti e quelle false credenze da sfatare
Data: 2014-10-02

Rimedi naturali contro la tosse nei bambini
Data: 2014-11-12

Gli Energy Drink sono dannosi per la salute dei bambini
Data: 2014-11-20

9 mesi, 1000 fotografie, ecco l'emozione della gravidanza
Data: 2014-08-27





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!